Google acquisirà HTC, domani l’annuncio

20 settembre 201710 commenti

La notizia circolava nell'aria già da alcuni giorni, ma ormai non sembrano più esserci dubbi sulla questione, Google acquisirà la divisione smartphone di HTC.

Dopo la chiusura odierna della borsa di Taiwan, l’azienda taiwanese ha infatti preannunciato il blocco delle transazioni azionarie per la giornata di domani, in attesa di un grande annuncio.

Inoltre a conferma di tutto ciò non potevano mancare i tweet del solito @evleaks, in cui afferma di essere entrato in possesso di un documento riservato, indirizzato a un dipendente HTC, relativo a una riunione fissata per domani, la testimonianza ha come oggetto della conferenza:“Google acquisition”. In un altro tweet, il famoso informatore conferma che Google acquisirà alcuni elementi della divisione hardware di HTC, ma conserverà comunque il marchio.


Leggi anche:

 Pixel 2 XL: è lui o non è lui? Nuove immagini leaked!


Google acquisendo la divisione smartphone dell’azienda taiwanese (Dovremo aspettare domani per l’ufficialità) potrà finalmente lavorare a 360 gradi sulla sua gamma Pixel, a partire proprio dai prossimi Pixel 2, che ricordiamo saranno presentati il 4 ottobre.

Loading...
  • Addio htc… Resterai nel cassetto dei ricordi, come nokia.

  • eric

    R.I.P. HTC ….. :((
    terrò M8 come bel ricordo nel cassetto

  • Ryder_173

    Venderà anche questa a Lenovo quando non gli andrà più bene?

    • Valerio Vitello

      Forse la utilizzerà per produrre i pixel.

      • Luca Bussola

        Boh… non è nello spirito di Google e nemmeno nella sua “mission”.
        Di solito l’acquisto di aziende da parte di Google è prevalentemente per i brevetti, anche perchè Google non fa di certo i soldi vendendo Smartphone, casomai li fa in tutti i suoi servizi.

        Ora premetto che vado in modalità “COMBLOTTO”…

        Google è già entrata nelle nostre vite con gli smartphone e tramite altri acquisti di aziende anche già fatti presto entrerà anche nelle nostre case.
        Ci guiderà nelle scelte di tutti i giorni come marginalmente lo sta già facendo ora, e con un futuro monetario che presto diventerà solo virtuale si sta spianando la strada per completare il suo vero scopo di dover sempre di più dipendere da Google per ogni cosa.

        Lo smartphone si evolverà sempre maggiormente e Google non potrebbe stare al passo con un ipotetico nuovo sistema operativo se lei stessa non progettasse anche le sue idee.

        Ahahahah…
        Ok… modalità “COMBLOTTO” finita!
        Era per scherzare (per chi non lo capisse)… ma forse nemmeno troppo! ;-)

  • Spregevole

    Se comunque HTC continuerà a produrre telefoni nella sua maniera, con la sense avrà il vantaggio degli aggiornamenti come accadeva con Motorola .

  • cesco

    Leggo questo articolo dal mio HTC 10 che se da un punto di vista hardware è fantastico da un punto di vista software con la sostanziale eliminazione della Sense mi ha fatto sentire di fronte un terminale anonimo per quanto perfettamente funzionale.
    La vicinanza estrema con un Android stock ha di fatto eliminato l’unico vero motivo per comprare un HTC invece di qualunque altro telefono.
    Per quanto riguarda il mio concetto di HTC questa è sparita già con l’introduzione di questo terminale.

    • alex

      è un peccato, ho avuto l’HTC one m7 ed era una bomba, in Hw (ovviamente) in software e in batteria rispetto la concorrenza.
      Non aveva la migliore fotocamera ma aveva anche un occhio di riguardo per comparto audio, sia come audio in uscita che nel lettore.
      Mi spiace che debbano abbandonare la loro identità :/

  • Ingorante

    La pppontenza di guggo. Adesso si compra HTC, si tiene i brevetti e dopo la svenderà per 2 noccioline.

  • Luca Bussola

    Aspettate… mi sa che l’articolo è abbastanza incompleto e inesatto.

    A quanto sembra Google non ha propriamente acquistato HTC e nemmeno la sua sezione “mobile”.

    L’operazione di Google sembrerebbe riguardare solo l’acquisizione di circa 1.000 dipendenti che hanno e stanno lavorando sul progetto Pixel, includendo anche un accordo di poter utilizzare brevetti e tecnologie HTC e altre cosette tecniche come poter usare il marchio HTC e parlare a nome di HTC da parte di Google per alcune cose (probabilmente i suoi Pixel).

    Quindi se il ragionamento torna HTC dovrebbe sempre progettare e vendere smartphone per conto suo come ha sempre fatto, alleggerendosi di circa il 50% dei dipendenti ed incassando 1,1 miliardi di dollari, mentre Google si porta avanti indipendentemente i suoi Pixel collaborando con la stessa HTC visto che può usare ogni loro nuova tecnologia senza pagarne diritti.