Google investe pesantemente nell’energia rinnovabile

18 febbraio 201440 commenti

Quando fate una ricerca utilizzando Google, la vostra domanda passa attraverso la rete, raggiunge un determinato server, e ritorna a voi con la risposta in pochi decimi di secondo. Pochi tuttavia sanno che questa "semplice" operazione comporta un dispendio energetico elevatissimo.

Nell’ultimo Q4, Il colosso di Mountain View ha speso 2.25 miliardi di dollari solamente per alimentare il data center e le infrastrutture affini.

E’ questa una delle ragioni che ha spinto la compagnia ad appoggiarsi in modo così aggressivo all’energia rinnovabile,  permettendo in tal modo l’afflusso di corrente a basso costo ai numerosi data center e servers sparpagliati per il mondo.

Se chiedeste ai Top Manager di Google, Facebook , Apple o Microsoft, loro vi risponderebbero che sono dei veri e propri “mostri” voraci di energia. Ed è proprio per questa ragione che le aziende più sviluppate della Silicon Valley fanno a gara per garantirsi un dominio anche nell’ambito dell’energia pulita.

Ma più di ogni altra, a detta degli analisti, Google è la più aggressiva nel promuovere la energia pulita. Quest’ultima ha speso più di 1 miliardo di dollari, in quindici investimenti fra energia eolica e solare. 

“We’ve invested over a billion dollars in 15 projects that have the capacity to produce two gigawatts of power around the world, mostly in the U.S., but that’s the equivalent of Hoover’s Dam worth of power generation,”

 

“Abbiamo investito oltre un miliardo di dollari in 15 progetti che hanno la capacità di produrre due giga-watt di potenza in tutto il mondo, soprattutto negli Stati Uniti, ma questo è un valore equivalente a quello della diga di Hoover, in quanto a produzione di energia”.

 

ha riferito Rick Needham , direttore responsabile dell’energia e della sostenibilità dell’azienda.

Giovedi scorso, uno degli investimenti solari di Google è entrato in funzione a pieno regime. Assieme ad alcuni partners, l’azienda ha attivato l’interruttore del più grande progetto solare del mondo a Ivanpah, vicino al confine tra California e Nevada. Il progetto utilizza 347.000 pannelli solari per produrre 392 mega-watt di elettricità. L’energia qui prodotta, fornirà sostegno a più di 140.000 case.

“Silicon Valley is leading the charge to be more efficient, to work on solutions to some of these problems. Google is ahead of the pack and we’ll have to wait and see how it works out. They are certainly trying many different initiatives to figure out how best to manage their footprint in the environment, as well as how to manage the cost of all their energy,”

 

“La Silicon Valley sta guidando la carica  alla maggiore efficienza, per lavorare ad alcune soluzioni per questi problemi. Google è in testa al gruppo e dovremo aspettare e vedere come si muove. Stanno sicuramente provando diverse iniziative per capire come gestire al meglio il loro impatto ambientale, così come il modo di gestire il costo di tutta la loro energia “

ha riportato Ben Schachter, senior Internet analyst alla Macquarie Securities.

E mentre Google non è la sola tra le migliori aziende tecnologiche della Silicon Valley a voler abbracciare l’uso dell’energia alternativa, nessun’altra azienda sta sfruttando l’eolico e il Solare, come a sistemi integrati nel rifornimento delle sue operazioni interne e anche, come progetto per la realizzazione di investimenti esterni consistenti.

“The fact is that all of these things, procuring power for ourselves, investing in power plants, renewable power plants, they all make business sense, they make sense for us as a company to do. We rely on power for our business,”

 

“Il fatto è che tutte queste cose, che ci forniscono maggior potenza, [come ad esempio] l’investire nelle centrali elettriche, le centrai elettriche rinnovabili, riguardano il senso degli affari, hanno un senso per noi come una società “del fare”. Confidiamo nell’energia per il nostro business”

ha aggiunto Needham.

Loading...
  • Pingback: Google investe pesantemente nell’energia rinnovabile | News Novità Notizie Trita Web()

  • Simone

    Ottima iniziativa, peccato che in italia la mafietta politica abbia tutto l’interesse a lasciare indietro le energie rinnovabili a favore di gas, petrolio e tutto cio’ che puo’ portar loro tangenti in tasca. Nel mio comune (monteriggioni, in toscana) siamo all’assurdo, non fanno installare i pannelli fotovoltaici sul tetto perche’ sono brutti!

    • axe

      Anche a Roma e nelle zone limitrofe è cosi.. altrimenti come fanno a guardare nelle case con i satelliti???

    • Enrico Cid

      secondo me il discorso sulle energie rinnovabili (che è molto più ampio e non si limita ai pannelli fotov) deve essere incluso all’interno di un piano industriale e di investimenti, come si fa negli altri paesi come la Germania dove c’é un dibattito ancora attivo sulla questione, e la gente va informata e istruita un pochino sui benefici dei pannelli solari ad es., come dei benifici di qualsiasi forma di risparmio energetico come la corretta costruzione di edifici, con materiali per la costruzione innovativi, giusta orientazione dell’edificio, e un cambiamento radicale nel modo di trattare il rifiuto per produrci energia, ed è quello che stanno facendo in molti paesi.. ma li c’é la ricerca scientifica e la gente è anche più consapevole… se non c’é un piano e si va alla rinfusa si finisce come in Italia

      • Simone

        beh certo, io ho fatto l’esempio dei fotovoltaici perche’ e’ emblematico, ma le energie rinnovabili sono tali e tante che se solo i politicoidioti italiani guardassero un po’ meno alle proprie tasche ed un po’ di piu’ agli interessi del paese ci sarebbe da viverci di rendita. La germania e’ l’esempio canonico, ma come lei praticamente tutto il nord europa. Oltretutto sarebbe carino ricordarsi lo scandalo della spazzatura a napoli, per lo smaltimento della quale il nostro caro nanetto ha pagato la germania che se l’e’ venuta a prendere e l’ha trasformata in energia per il proprio territorio, doppio guadagno!
        Nessuno si e’ mai chiesto come mai in italia il carico elettrico standard (e se si vuole innalzarlo, come ho fatto io, ti spennano) e’ di 3 kw (e non vi ci avvicinate o vi salta in aria il contatore!), mentre nel resto d’europa hanno tutti dai 6 kw in su?
        :-(

        • Enrico Cid

          L’Italia potrebbe puntare benissimo su Eolico, Fotovoltaico, Energia geotermica (dal momento che l’appennino è una catena “giovane” e Biomasse… la cosa buffa è che siamo il paese in Europa con più risorse di tutti in questo senso, ma non si fa nulla =( troppa corruzione e alla fine sono gli interessi di pochi a determinare le sorti di tutti.. purtroppo è cosi…

          • Simone

            pensa solo ai soffioni della zona di pomarance ed ai canaloni ventosi creatisi naturalmente nelle zone appenniniche e delle alpi. Qualcosa si era mosso sul fronte fotovoltaico, ma a quanto pare e’ diventato monopolio di una certa associazione non propriamente legale nata in terra di sicilia…
            Noi esseri umani ci consideriamo esseri superiori, il massimo dell’evoluzione naturale, ma per come vanno e sono sempre andate le cose temo che in realta’ noi siamo un’aberrazione nella catena evolutiva che si sta inesorabilmente involvendo…

          • Enrico Cid

            eh.. ma tanto prima o poi si dovrà cominciare a fare qualcosa di più deciso .. le risorse non rinnovabili scarseggiano… già la Germania con la scusa dello spread ci ha fatto capire che nonostante dalla 2a guerra mondiali siano usciti perdenti, che sono sempre loro i padroni dato che hanno questa grande capacità comunque di innovarsi e rinascere, e possono decidere sulle nostre sorti essendo nella posizione giusta per farlo
            … figurati se le risorse tra un 30ina di anni o forse meno cominceranno a scarseggiare, i prezzi schizzeranno alle stelle, anzi… i paesi dell’est e del medioriente non ci venderanno più gas e petrolio, e saremo schiavi della Francia/Svizzera (centrali Nucleari) e della Germania, i quali ci venderanno la loro Energia prodotta dai rifiuti petosi dei loro abitanti… anzi… a quel punto diventeremo una discarica per l’europa e saremo colonizzati invasi come in passato… torneranno gli Austraici, lo stato pontificio..e il regno delle due sicilie sarà governato dalle Mafie che sono nelle varie realtà del Sud Italia XD :) Comunque andrà, finirà male per Noi se non si agisce subito e seriamente

          • Simone

            Purtroppo per agire servono cervelli che ragionino e soprattutto che non pensino solo all’immediato, ma che siano leggermente piu’ proiettati verso il futuro. Di fatto la russia ci sta gia’ ricattando per il gas, la germania ci sta gia’ ricattando a livello economico, senza contare che parte del nostro debito pubblico e’ stato acquistato dai cinesi e nonostante questo la classe politica se ne frega e l’unica cosa che fa e’ aumentare le tasse a chi gia’ non ha neanche occhi per piangere, in modo da mettere al sicuro il proprio stipendio e la propria poltrona.
            La mafia ci sta gia’ governando, lo ha sempre fatto ed ai politici sta bene, secondo te perche’ non e’ mai stato mobilitato l’esercito per sbaragliare questa schifosissima piaga? Basterebbero sei mesi di dura repressione, mano pesante e coprifuoco per debellare un cancro che purtroppo tiene per i testicoli lo stato italiano. Oltretutto implicitamente a molti troppi italiani di ceto medio basso sta bene che le cose non cambino in quanto mangiano grazie a lavoretti non proprio puliti per conto del vero unico immenso stato italiano, la mafia…

          • mr verdicchio

            Oggi l’unica energia alternativa conveniente è quella dei termovalorizzatori. Però un opinione pubblica deviata e una serie di interessi locali non la fa decollare.
            il fotovoltaico e l’eolico esistono solo grazie a FOLLI incentivi statali (la maggior parte delke concessioni per eolico sono in mano alla malavita, ottimo affare per loro pessimo per le casse dello Stato).
            Se gli stati spendessero quello che spendono in questi incentivi per ottimizzare quello che abbiamo, il bilancio sarebbe nettamente migliore.
            purtroppo fa fico e ambientalista parlare di eolico e fotovoltaico.
            e non ci rendiamo conto della presa per il c.lo

          • Simone

            sei rimasto indietro con le notizie, gli incentivi per il fotovoltaico non ci sono piu’, tant’e’ che ormai quasi tutte le ditte installatrici hanno adottato la formula dell’impianto in comodato d’uso che dopo tot anni resta tuo (l’efficienza dei pannelli fotovoltaici decade di circa il 2% ogni anno e se scende sotto l’80% non e’ piu’ conveniente). Prima esisteva addirittura il cosiddetto conto energia, grazie al quale potevi decidere di ammortizzare l’eventuale prestito sostenuto per acquistare l’impianto e l’enel regolava gli attivi/passivi ad ogni bimestre, poi si sono fatti furbi, hanno ceduto la gestione economica ad una societa’ terza e ti saldano l’eventuale attivo dopo un anno, ma nel frattempo, nonostante tu gli produca energia, quella che consumi la paghi… E’ l’italia, non c’e’ da sperare niente. L’eolico, viste le condizioni climatiche di molte zone italiane sarebbe la soluzione migliore, ma le pale hanno un impatto visivo notevole e questa e’ la scusa per non farne di niente.

          • mr verdicchio

            Gli incentivi sono stati ridotti, non tolti.
            anche l’eolico senza incentivi è antieconomico.
            cioè già da noi già l’energia costa il doppio della maggior parte dei paesi industrializzati, quella eolica costerebbe il quadruplo, quella fotovoltaica pure di più.
            Ho un impianto fotovoltaico da un anno, il costo al kwh è abnorme, senza incentivi non si pareggerebbe mai il costo

          • mr verdicchio

            L’errore comune di chi parla di energia é non fare i conti.
            Per spiegarti cosa intendevo: spendere 6.000€ per un impianto fotovoltaico significa produrre in 20 anni 3.000€ di energia in totale. Cioé significa risparmiare di bruciare gas per un controvalore di 3.000€.
            Al contrario spendere 6.000€ in un appartamento con caldaia autonoma tradizionale che consuma 3.000€ all’anno di gas tra acqua calda e riscaldamento, per mettere caldaia a condensazione e pannello solare termico, significa risparmiare 1.500€ all’anno di gas.
            In 20 anni è un risparmio di 30.000€. DIECI A UNO!
            Ergo, incentivi alti o bassi, spendere per il fotovoltaico quando mancano i pannelli termici, o ci sono ancora in funzione vecchie caldaie è da stupidi.
            O da ignoranti.

            Ci sono sgravi fiscali per l’efficenza energetica. Ma non basta: i pannelli solari termici andrebbero REGALATI a patto di curarne la manutenzione.
            Questo porterebbe a una sensibile riduzione dell’inquinamento nelle città, oltre a un forte risparmio energetico su base nazionale.

    • Enrico Cid

      XD .. in Italia c’é un concetto del brutto molto strano… “non mi piace il pannello su tetto, ma costruisco un ecomostro a ridosso del mare”
      È l’Italia, cosa ti aspetti??? :)

      • Simone

        purtroppo e’ impossibile darti torto…

    • Roberto

      Beh, se stai a Monteriggioni nella parte dentro le mura di cinta, mi spiace ma potrei anche essere d’accordo.
      Tolto che il tuo discorso sull’italica mafia-inefficenza è assolutamente corretto.

      • Simone

        no no, non abito dentro al castello, ho una villetta nella campagna poco oltre le mura. Nel caso avessi avuto una casa all’interno della cerchia muraria non avrei avuto niente da ridire, anche se ormai esistono fotovoltaici praticamente invisibili…

    • Lorenzo

      Monteriggioni esiste al di fuori di assassin creed?

      • Simone

        e’ una domanda spiritosa la tua vero? Dai, mi rifiuto di credere che esista cosi’ tanta ignoranza da non conoscere monteriggioni, che oltre ad essere immerso in un paesaggio splendido e’ considerato la corona d’italia (hai presente l’italia in forma di donna? La corona che ha in testa e’ monteriggioni) ed e’ protagonista di un bellissimo pezzo dell’inferno di dante.
        Ok, ci sono cascato, ho quasi creduto che la tua fosse una domanda seria!

        • Alessandro Carlo Paolucci

          sicuramente scherzava, ma fico, si fa anche cultura qui su! tutte ste cose su monteriggioni non le sapevo! (eccetto per la storia della divina commedia, l’avrò semplicemente rimosso avendomi costretto al liceo a studiarla come un forsennato)

    • FE4R

      Monteriggioni….hai conosciuto Ezio Auditore???? *_* xD

      • Simone

        era un mio antenato, ovvio che lo abbia conosciuto! :-)

  • axe

    Google investe dappertutto. ..ma perché non regali 5 milioncini di euro anche a me…li investo io e sistemo tanta gente..

    • Simone

      perche’ gli costa meno investire con un’auto chi fa richieste del genere, piu’ economico e costruttivo…
      :-)

  • Enrico Cid

    Google investe … perché molta della energia prodotta, se in eccesso, la rivenderà ai fornitori della rete elettrica … semplice..

    • mr verdicchio

      Rimettendoci parecchio…

  • Peto3IlRitorno

    Non ve ne fregherà niente, ma penso che Google sia sulla strada giusta. Tranne per il fatto di Motorola che non ccondivido, le ultime scelte che sta facendo sono senz’altro positive.

  • FE4R

    Apple mostro vorace dell energia!?!? Ma se la usano solo per loro.

    • Stefano

      vorace significa famelico, ghiotto. qui indica il fatto che Apple assieme ad altre industrie è un consumatore accanito di energia elettrica…

      • FE4R

        Grazie per la spiegazione ma so il significato xD ciò che intendo dire è che almeno Microsoft e Google utilizzano energie non solo per loro ma per offrire tanti servizi ai propri utilizzatori. Apple per cosa la sfrutta, solo per loro. Quindi ne consumerà ben molto meno.

        • Stefano

          figurati, è che temevo di aver espresso male il concetto nella frase :P

  • Secondo me come feature sarebbe il top un pannello fotovoltaico sul retro dei nostri device, molto sottile però, gli unici smartphone sun-powered che abbia visto erano veramente brutti.. nessuno ci pensa?

  • Lorenzo Bri

    Fa bene a usare le energie rinnovabili

  • Pingback: Google investe pesantemente nell’energia rinnovabile | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Pingback: Google investe pesantemente nell’energia rinnovabile | Alcoolico()

  • Pingback: Google investe pesantemente nell’energia rinnovabile - HostingPost.itHostingPost.it()

  • Red

    Io ho l’impianto sul tetto, se ci sono le condizioni faccio 4kw, 4,5kw, ma se c’è un velo di foschia vado a 4W di produzione, cioè non accendo neanke il led della radiosveglia! Spero che Google abbia sovradimensionato l’impianto senò basta una cloud x mandare a rotoli l’intero sistema di cloud!!!

  • S_m_b

    Ahhhhh annamo bene! Sensazionalismi di bassa fattura, proprio!
    “a vostra domanda passa attraverso la rete, raggiunge un determinato server, e ritorna a voi con la risposta in pochi decimi di secondo. Pochi tuttavia sanno che questa “semplice” operazione comporta un dispendio energetico elevatissimo”
    non e’ certo una query che comporta “un dispendio energetico elevatissimo”, associare il consumo dell’intera infrastruttura google (che non e’ solo il motore di ricerca) ad UNA query e’ “una cagata pazzesca”!!

  • Gardy

    Potevano almeno farla da 1,21 gigawatt così Marty poteva tornare nel 1985! :D

  • alexfav

    E allora cosa mi dite di e-cat di Rossi Focardi. ..
    Abbiamo fior fior di scienziati inventori di tecnologie all’avanguardia. … ma il nostro governo non tutelando questi progetti e gli inventori lascia che il ns knowhow venga rubato così favorendo altri stati . Colpa anche nostra… siamo troppo disgregati….
    Dovremmo essere più uniti come popolo e appoggiare questi meritevoli
    Inoltre dovremmo ricreare quel patriottismo che a differenza di altri stati… in italia è totalmente perduto.