La vittoria di Apple su Samsung potrebbe non danneggiare Android

27 Agosto 201286 commenti

La grande vittoria di Apple su Samsung (giusta o sbagliata che sia per noi) è ben meritata secondo le leggi ma potrebbe non rappresentare una seria condanna per Android se non di catapultare l'iPhone nuovamente sul tetto del mondo. Complessivamente la sentenza ha rappresentato maggiormente una grossa perdita per Samsung di quanto non fosse per Android, anche se attualmente è ottimamente rappresentato nel mondo dal produttore coreano, ed inoltre la decisione finale della giuria potrebbe non causare danni alla piattaforma di Google poichè è maggiormente incentrata su "brevetti" riguardanti il design.

Modellare e progettare il Galaxy S e l’interfaccia TouchWiz dopo la comparsa dell’iPhone non ha rappresentato un buon inizio per Samsung e nonostante tutto ciò che riguarda le aziende, le nostre preferenze e l’intero processo, nessun’altro meglio dei giurati ha esaminato ogni prova al fine di prendere tale decisione.

Sarebbe inutile adesso sospettare della bontà e serietà della giuria dopo aver conosciuto la sentenza finale poichè è sempre stata la medesima sin dal primo giorno: “Samsung ha copiato Apple in modo inappropriato e per questo è stato punito.

Seconda le leggi Samsung ha copiato Apple (questa è la frase più ricercata e cliccata della settimana) ed è stato punito per aver violato dei brevetti della mela morsicata, ed anche se questi brevetti non esistono realmente ciò che ha fatto andava punito. Questo, purtroppo, non è il semplice caso di un’azienda “no-name” che copiando lo stile di un celebre brand e vendendolo a pochi € in alcuni negozi è riuscita a percepire le sue piccole entrate (vari esempi possono essere fatti con le copie cinesi degli iPhone) perchè diversamente parliamo di una grande azienda internazionale che prendendo spunto da un dispositivo di grande successo ne ha realizzato uno simile ed ha avuto enorme successo e quindi tantissime entrate, riuscendo inoltre a cambiare l’andamento del mercato.

Ormai ben sappiamo (ne parliamo da giorni senza sosta) che Samsung dovrà versare nelle casse del produttore di Cupertino una cifra di circa 1.05 miliari di dollari (forse non un grosso problema dato il fatturato di 6 miliardi nel solo Q2 2012), ma l’aver violato questi brevetti si ripercuoterà anche su Android?

Fino a quando parliamo di design il nostro amato robottino verde non correrà rischi. Se al colosso sud-coreano è stata contesta la forma rettangolare con angoli smussati ciò vorrà dire che fino a quando nessun altro device Android assumerà questa forma la sentenza non avrà alcun significato. I brevetti violati e riguardanti esclusivamente la progettazione sono i seguenti:

  • Brevetto ‘381: effetto rimbalzo elastico relativo allo scrolling (potrebbe creare qualche problema riguardante il multi-touch anche se in questo caso è stato preso in considerazione esclusivamente per l’effetto visivo);
  • Brevetto ‘677: design faccia anteriore dell’hardware;
  • Brevetto ‘087: “design ornamentale” di un telefono cellulare;
  • Brevetto ‘305: icone quadrate ed arrotondate su sfondo nero;

Se dal design passiamo all’aspetto software per Android potrebbero insorgere dei piccoli problemi ed i brevetti in questione sono i seguenti:

  • Brevetto ‘915: capacità del dispositivo di riconoscere un input multi-touch piuttosto che single-touch;
  • Brevetto ‘163: doppio tocco per effettuare lo zoom-in;

Quindi, questi brevetti tecnici potrebbero causare dei problemi al sistema operativo di Google anche se ancora oggi non sembra abbiano causati problemi a nessuna piattaforma mobile; l’unica conseguenza ricade esclusivamente sul sistema dei brevetti, riconosciuto come complicato da interpretare e non sempre corretto.

E se realmente questi brevetti dovessero divenire un grosso problema come si adegueranno i nostri dispositivi? Verrà introdotto il controllo senza contatti? Quest’innovazione è già stata progettata e per evitare ulteriori problemi, per evitare che Apple brevetti anche questo, non resta che integrarlo nei nostri dispositivi.

Sicuramente rimarrà tutto esclusivamente un problema di Samsung che troppo a lungo ha puntato sulla propria TouchWiz e che fortunatamente dopo il primo Galaxy S ha rivoluzionato il design dei successivi smartphone Galaxy. Non assisteremo ad ulteriori processi con HTC per la sua Sense o con Google per l’interfaccia di Android poichè queste non hanno nulla in comune con iOS.

Questa sentenza ovviamente cambierà l’andamento del mercato mobile. La fetta di mercato lasciata da Samsung potrebbe essere rubata da Windows Phone o BlackBerry oppure potrebbe essere colmata dai compagni Sony, HTC, Motorola, LG, Huawei, ecc.

I brevetti sono progettati per promuovere l’innovazione e quando un prodotto è realizzato in modo tale da non violare alcun brevetto di design Apple sicuramente l’innovazione è già accaduta. E per quanto riguarda tutti quei brevetti nello stile del multi-touch (che ancora oggi ci rende possibile brevettare come mangiare una mela) possiamo solamente sperare che la tecnologia ci aiuti a rendere il brevetto ormai passato.

Stiamo assistendo ad uno scontro epocale per dispositivi “copia di iPhone” che nel giro di pochi anni potrebbero scomparire totalmente dal mercato e che forse solamente pochi anni fa avrebbero realmente cambiato il futuro del mercato mobile. Sarebbe giunta l’ora di competere maggiormente sull’hardware, il software ed altri servizi piuttosto che sui brevetti.

 

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com