TreeVolve: Tower Defense, la recensione di Androidiani.com

23 Novembre 201321 commenti

Oggi andremo a recensire un gioco che, molto probabilmente, non molti conoscono. Stiamo parlando di TreeVolve: Tower Defense, sviluppato da GetFun, casa produttrice italiana.

Screenshot_2013-11-22-13-45-52

Tutto è nato, inizialmente, nel settembre 2012, quando GetFun ha partecipato al LudumDare #24, nella categoria Jam, presentando un gioco sviluppato in appena 72 ore. Grazie al successo riscontrato dalla comunità, gli sviluppatori hanno deciso di continuarne lo sviluppo e, circa un anno dopo, eccolo sbarcare su tutti i dispositivi Android.

Il gioco è completamente gratuito, con la presenza di pubblicità. Se si vuole rimuoverla, è possibile sbloccare una versione Premium. Il peso dell’applicazione è di soli 20MB, quindi è veramente leggero e non occupa troppa memoria.

TreeVolve si basa su un albero, inizialmente molto piccolo, che, grazie all’aiuto dei Puripompiccoli mostriciattoli blu, si deve riuscire ad evolvere in un albero magico. Compito del giocatore sarà quello di difendere i Puripom da vari mostri mentre questi raccolgono risorse per poter ricostruire la loro città.

GAMEPLAY

Il gameplay è semplice ed intuitivo, soprattutto grazie ad un ottimo tutorial che spiega le varie fasi di gioco in modo esaustivo e chiaro. Il menù iniziale ha principalmente due voci: “Modalità storia“, dove si potrà iniziare l’avventura del nostro piccolo albero, e “Multigiocatore“, dove si potranno sfidare i propri amici. Inoltre, c’è la possibilità di accedere al proprio account di Google+, così da poter vedere le classifiche online, salvare i dati in cloud e sbloccare degli achievements. Vi consiglio di dare anche un’occhiata alle impostazioni, dato che, per esempio, gli sfondi in HD sono disabilitati di default.

Screenshot_2013-11-22-12-04-51

Il gioco, nelle battute iniziali, è abbastanza facile, così da permettere all’utente di comprenderne i meccanismi. In pratica, dovrete sparare dei semi contro dei mostri verdi che tenteranno di colpire il vostro albero e uccidere i Puripom, raccogliendo frutti che questi lasciano una volta morti. Man mano che si avanza nei livelli, l’albero si evolve, diventando sempre più grande e potente e sbloccando nuove abilità, come quella di poter mettere una torre in una posizione strategica nel terreno, sacrificando due Puripom, la quale vi aiuterà ad eliminare i nemici.

Screenshot_2013-11-22-12-20-11

La struttura di gioco è basata a zone (cinque, per il momento), a loro volta divise in vari livelli a tempo. In questo caso, “a tempo” significa che dovrete proteggere il vostro albero per un minuto e 30 secondi, mentre ondate di mostri vi attaccheranno. Alla fine di ogni zona, inoltre, dovrete affrontare un boss e per poterlo sconfiggere dovrete prima comprendere il suo punto debole. Una volta sconfitto, si può proseguire alla prossima zona, dove la storia continuerà e sarà narrata da numerose immagini disegnate.

Screenshot_2013-11-22-12-02-54

Per concludere, il gioco possiede una caratteristica che è, solitamente, tipica dei GDR, ossia un albero delle abilità, dove sarà possibile acquistare, tramite soldi ricavati nei vari livelli di gioco, abilità speciali come la velocizzazione della creazione dei Puripom.

Screenshot_2013-11-22-12-20-37

GRAFICA

Se cercate una grafica stile Asphalt o Shadowgun, mi dispiace, ma questo gioco non fa per voi. Questo, ovviamente, non è assolutamente un difetto. La grafica di TreeVolve ricorda molto quella degli “arcade vecchio stile“, con sfondi disegnati molto belli e piacevoli. Devo ammettere che, effettivamente, un gioco simile non stonerebbe affatto in una sala giochi. La fluidità è generalmente ottima, anche se, in situazioni con molti nemici sul terreno, ho notato qualche calo di framerate, ma nulla di drammatico.

CONCLUSIONE

Screenshot_2013-11-22-12-04-14

Il primo consiglio personale che voglio dare a tutti quelli che si approcceranno a questo gioco è di “non giudicare il libro dalla copertina“. Il mio primo impatto con TreeVolve non è stato dei migliori: la grafica non mi convinceva del tutto e il gameplay nemmeno. Invece, mi sono dovuto ricredere e, anzi, mi ha piacevolmente sorpreso: più tempo passavo a giocarci e più apprezzavo proprio le cose che, all’inizio, non mi convincevano e, inoltre, il gameplay migliora decisamente quando si esce dalla prima zona. E’ un gioco divertente e veloce, quindi ottimo per tutti i casual gamers che vogliono occupare il loro tempo, ma che, comunque, non ne hanno molto a disposizione.
Dategli una chance, non ve ne pentirete.

 

VOTO: 7/10

 

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com