Amazon Vs Apple: “App Store” non è brevettabile

28 Aprile 20116 commenti

Come detto qualche giorno fa, Apple avrebbe aperto una causa contro Amazon accusandola di aver plagiato il nome del proprio market. App Store infatti è il nome che Amazon ha scelto, perfettamente coincidente con l'ormai noto App Store di Apple presente su iPhone e iPad.

 

 

 

Microsoft è però intervenuta dichiarando che il termine “App store” è troppo generico per poter essere brevettato sebbene le normative americane permettano di brevettare praticamente ogni cosa. Amazon ha avuto pronta risposta dando piena ragione a Microsoft e proseguendo sulla sua stessa strada.

Steve Jobs ha rilasciato un commento sull’accaduto:

“So there will be at least four app stores on Android, which customers must search among to find the app they want and developers will need to work with to distribute their apps and get paid. This is going to be a mess for both users and developers. Contrast this with Apple’s integrated App Store, which offers users the easiest-to-use largest app store in the world, preloaded on every iPhone.”

Che tradotto significa:

“Quindi ci saranno almeno quattro app store su Android, tra i quali gli utenti dovranno cercare per trovare le applicazioni che vogliono e con cui gli sviluppatori dovranno lavorare per distribuire le loro applicazioni ed esser pagati. Sarà un caos sia per gli utenti che per gli sviluppatori. Mettete a confronto questo con l’App Store integrato di Apple, che offre agli utenti l’app store più semplice da usare del mondo, pre-caricato su tutti gli iPhone.”

Seguiremo gli sviluppi e vi terremo aggiornati.

 

Fonte

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com