Apple non ha paura del Kindle Fire

4 novembre 201118 commenti
Dichiarazioni di Tim Cook e Peter Oppenheimer verso la tavoletta di Amazon.


Mentre le prenotazioni del Kindle Fire fanno segnare prenotazioni Record si fanno sentire le voci di Apple a riguardo; la mela infatti non avrebbe nessuna paura del nuovo oggetto di Amazon nè del suo  prezzo super competitivo!

Per Cook e Oppenheimer il Kindle Fire introdurrà soltanto un’ulteriore frammentazione nella piattaforma Android e spingerà gli utenti verso iPad 2.

Ben diversi appaiono i fatti:
i pre-ordini del Kindle di Fuoco viaggiano al ritmo di circa 50 mila ordinazioni al giorno (250 mila nei primi 5 giorni); la commercializzazione fissata per il 15 Novembre con già 2.5 milioni di esemplari venduti potrebbe arrivare ad insidiare il record di vendite di  iPad 2.

Via

  • http://profiles.google.com/andreacucchi84 Andrea Cucchi

    Mi raccomando attenti al termine “frammentazione”, quando viene usato dagli eppolisti e dai maicrosozzari è sintomatico di fifa nera verso il mondo Linux, tutta gente che vorrebbe convincere i loro clienti (in diminuzione o per lo meno non in crescita rapida quanto vorrebbero) che “personalizzazione è male”, idem per l’ottimizzazione alle proprie esigenze. Think Different, certo, ma il Different che vogliono loro.

    • roberto perego

      quoto, gli crea una notevole frammentazione di zebedei

    • Anonimo

      PErò c’è anche la frammentazione negativa. Le app android girano (quasi tutte) su vm, quindi dovrebbero essere compatibili con tutti i telefoni senza problemi. Invece spesso gli sviluppatori faticano a far funzionare le loro app su molti telefoni con la stessa versione dell’OS. Personalizzazione è più che ok, ma se fatta bene ;)
      Questo kindle fire poi, non ha android ma una fork di android. Niente di male, se hanno lavorato bene e le app saranno compatibili senza bug.  Però una cosa che critico ad amazon è la sua politica chiusa stile Apple che sta seguendo. Appunto, il fire non avrà l’android market ma lo store amazon, che censura le app che vuole come apple ed è ancora più chiuso agli sviluppatori (che non possono nemmeno scegliere il prezzo delle proprie app!). Penso che Amazon tenterà anche di impedire il modding del terminale.

      • http://twitter.com/GnuFabio Fabio

        Ok, ma la cosa buona di Android è che questo terminale non è l’unica scelta disponibile. A molte persone può far comodo, soprattutto agli statunitensi, che usano moltissimo Amazon.

      • http://profiles.google.com/andreacucchi84 Andrea Cucchi

        Questo è più un problema degli sviluppatori in verità… :P Ti farò un esempio: è come se Skype si lamentasse della frammentazione del mondo delle Webcam perché le provoca problemi di compatibilità. Né più, né meno, un cellulare è hardware e da che mondo e mondo è sempre stato il software a correre dietro all’hardware e non viceversa (anche perché a chi programma software conviene che questo sia presente sul maggior numero di terminali, il terminale quando è venduto è venduto :P ).

        Peccato per la questione Android Market, però è anche vero che l’Amazon AppStore è decisamente ricco, quasi addirittura un doppione dell’Android Market con qualche offerta decente ogni tanto… staremo a vedere. Comunque il Fire è più un e-reader 2.0 che un tablet eh, non dimentichiamocelo, 200 € per non avere comunque uno straccio di fotocamera… il prezzo è competitivo, ma lo è perché ci manca anche dell’hardware…

  • revolution

    Questi prodotti che escono a basso prezzo non mi convincono!

    • Fra

      Siamo cosi abituati ad essere spennati che se esce qcs che costa poco siamo sospettosi….poveri noi! In giappone super cellulari che qui ci sognamo costano poche centinaia di dollari. Se esce qcs che costa molto in giappone si insospettiscono e pensano : ” un device cosi caro… Non mi convince”
      Io in america vado tutti gli anni e i cellulari compreso iPhone e terminali android te li danno gratis con il contratto…al limite ci devi mettere 200 usd sopra. Nessuno si sognerebbe di sborzare 600 usd per pagare un iPhone..

      • Bellapanko

        in Giappone costano poco perche’ li compri con il contratto… in Cina invece ci sono dei bei giocattolini a poco, ho comprato un tablet tipo galaxy1 a 130e.. con telecamera e tutto, e funziona bene!

  • Kimonodoro

    uscirà a basso prezzo in Italia??? dubito…

    • Anonimo

      basta ordinarlo in usa

  • gerardo longo

    non so cosa faccia il fire, ma il kindle reader a 79 dollari o 99 in versione touch è da prendere al volo, e così farò. Credo siano prodotti proprio diversi il Fire e i-Pad.

  • G Dragon

    Eppol non ha paura??? cazzate solo cazzate.. andoid è sul piede di guerra e avanza avanza sempre di più..  si ingrandisce e prende più strade parallele.. (chiamate da loro frammentazione) e la mela finirà per marcire.. anzi è già marcia..

    Game Over ancora 1 o 2 anni e tornerai nel tuo sonno per il resto dell’eternità!

    • G Dragon

      Game Over riferito alla Apple ovviamente.

  • Anonimo

    Il Kindle Fire è il classico prodotto per il mercato americano (facile, ricco, chiavi in mano e ovviamente chiuso, ottimo per gli scaffali) e sono certo che avrà un gran successo alla faccia di Apple, solo che difficilmente varcherà l’Atlantico ed al limite arriverà oltremanica, da noi proprio non se ne parla!
    Comprarlo in America poi ha poco senso, si l’hardware è interessante considerato il prezzo, ma ha un senso solo a patto di rootarlo ed installarci su una ROM funzionante, così com’è da noi è inutilizzabile, tutte cose che richiederanno mesi, per allora a quel prezzo si troverà di meglio!

  • Lele1983roma

    Android sarà sul piede di guerra ma Apple per dicembre punta ad avere il 60 % degli incassi sul mobile. Market share minimo incassi a 3000 , fossi Apple avrei paura sisi

  • Pingback: Kindle Fire favorirà l’iPad e penalizzerà Android – Tom’s Hardware Guide

  • Pingback: Kindle Fire un giorno in anticipo! – Androidiani « Androidiani.com

  • Andrea Violi

    Come sempre, la diatriba Apple – Android, fa sempre da padrona su tutto. io, ho iniziando comprando iPhone, perchè ho sempre amato prodotti Apple. questo valeva fino ad allora, quando iPhone regnava incontrastato nel mondo degli smartphone. ancora oggi, amo quel prodotto, e non me ne separerò tanto facilmente. ai tempi di Nokia con Symbian, vi era un gruppo di sviluppatori cbe voleva portare Linux sui telefonini; ed ancora con molti bug, possiamo dire che si sono gettate le basi di qjello che oggi, e Android che tutti conosciamo. possiamo quindi desumere cbe Android ci sia arrivata prima di Apple… ma… a questo punto, parlare di aziende che devono aver paura della concorrenza di altre, mi sembra un po inutile; molti continueranno a comprare Apple per fare i fighi, e non perche hanno un amore per i loro prodotti… altri invece compreranno Android convinti che sia migliore. cosi facendo tuttavia ci sentiamo tutti realizzati… per la cronaca, sono un felicissimo possessore di SgsII. ben venga se Amazon, creera una sorta di concorrenza che portera gli altri ad abbassare il prezzo dei telefoni o tablet.