Asteroid : l’autoriadio con Android e non solo…

31 agosto 201123 commenti

Parrot ha appena presentato un prodotto molto interessante chiamato Asteroid Receiver, che consiste in una sistema in grado di unire le normali funzionalità di un autoradio a quelle di un dispositivo android.

Questo prodotto, da montare sul cruscotto della propria auto come una comune autoradio, è dotato del sistema operativo Android e, in aggiunta alla caratteristiche che può avere una autoradio, ne abbiamo altre molto interessanti quali :

  • Display è da 3,2 pollici
  • Connettività USB
  • Slot per schede di memoria SD
  • Sistema music-on-demand via Internet
  • Funzionalità di ricerca vocale
  • Bluetooth
  • Ingresso audio con jack da 3,5 mm

Ma non è tutto, perchè questo bellissimo oggetto integra anche un chip GPS che lo trasforma in un vero e proprio navigatore satellitare, con la possibilità informare in tempo reale il conducente sul traffico, situazioni metereologiche avverse, presenza di autovelox nonchè di condurlo presso il distributore o ristorante più vicino.

Niente male per un prodotto che costerà solo 350$ (210€ al cambio attuale) non credete ? La distribuzione sul mercato è stata annunciata per il prossimo Ottobre.

Via

Loading...
  • Stech1987

    …ma non vedo fessure per i CD…!!! IMHO almeno in ambito autoradio è un po’ prematuro abbandonarli…!

    • Emanu_Lele

      Ma le fessure per il cd non si vedono più da anni! la fessura è dietro, si preme un tasto e il frontalino scorre e si mette in posizione orizzontale. :-)

      • Anto Corbo

        Quoto, windows Ce ha fatto il suo tempo (gloriosamente, aggiungo)
        Anche la scelta di non mettere il lettore ottico non mi sembra male, ci vuole coraggio per far avanzare la tecnologia, ed anche i cd ormai hanno segnato il passo.
        Per farvi un esempio, posseggo da oltre 2 anni una ford fiesta con stereo integrato e presa usb. Ebbene, dopo oltre 2 anni ci credete che manco so se funziona il lettore cd?? Non ho mai messo un cd nella fessure del lettore. Ho 2 chiavette da 32 gb in macchina con tutto quello che mi serve, meglio di un Juke box!!

    • Anonimo

      i CD sono morti. Per chi colleziona ancora CD, basta trasformare le tracce in MP3, così si preserva la propria collezione (CD in auto = CD rigati se non ci presti attenzione) e si annulla l’ingombro

      • Nessuno

        Se si vuole preservare veramente la collezione meglio trasformare in FLAC o qualsiasi altro formato lossless. Altrimenti se si vuole utilizzare gli mp3 meglio mettere da parte cd (come master) e portarsi in giro gli mp3 che occupano meno spazio

        • Anonimo

          dicevo di preservare la collezione dal trasporto e uso in macchina. In macchina basta e avanza la qualità lossy dell’MP3, è inutile la conversione in ingombranti formati lossless. “Altrimenti se si vuole utilizzare gli mp3 meglio mettere da parte cd
          (come master) e portarsi in giro gli mp3 che occupano meno spazio” –> è quello che ho detto

  • Franzuso

    Il display è piccolino per me che ho un 7″ in auto, ma si spera sia il primo di una lunga serie di prodotti del genere. Una curiosità: come si collega ad internet?

    • L’altra autoradio della Parrott (semprechè fosse un’altra e non la stessa :P) aveva il posto per una SIM tramite la quale si collegava a internet

  • Roberto

    Ma è già in commercio… la si trova sui 250€…
    Io l’ho ordinata ieri :-)

    Per collegarsi ad internet sfrutta la connessione dati del tel o di una chiavetta dati

  • Lorenzo

    Ma possibile che continuate a sbagliare post?? è gia uscita… è un continuo ormai, prima con il samsung galaxy wifi.. controllate sti articoli e non date informazioni sbagliate grazie! 

    • L’errore originale è di Tiscali tecnologia, dove è apparso ieri un articolo da cui questo post è “tratto”.

      D’altra parte la differenza tra una testata giornalistica ed un blog dovrebbe essere evidente.

    • L’errore originale è di Tiscali tecnologia, dove è apparso ieri un articolo da cui questo post è “tratto”.

      D’altra parte la differenza tra una testata giornalistica ed un blog dovrebbe essere evidente.

      • Lorenzo

        Ma gli articoli devono essere controllati. e inoltre vedo che nonostante le nostre segnalazioni nessuno modifica l’articolo!!!!!!!!!

  • AZ

    Peccato solo che proprio ora che ci sono tutte queste autoradio interessanti, quasi tutte le auto hanno già una radio integrata e difficilmente sostituibile da una standard.

    • Anonimo

      eh? Le auto hanno una radio integrata se la compri con radio integrata, basta ordinarla come vuoi tu e la radio non ci sarà. Difficilmente sostituibile? Basta saperci fare, o andare da un qualsiasi elettrauto

  • AZ

    Peccato solo che proprio ora che ci sono tutte queste autoradio interessanti, quasi tutte le auto hanno già una radio integrata e difficilmente sostituibile da una standard.

  • ROBERTO

    era ora facessero le autoradio con android…ma non capisco perchè ancora non facciano un doppio din con un ampio display…

    infatti io avevo pensato già un anno fa di mettere un galaxy tab 7 al posto dell’autoradio o simile, visto che il galaxy tab 7 non ha la radio fm.

    secondo me il primo che farà un doppio din con android ben fatto farà soldi a palate.

  • Anonimo

    è un aborto: lo schermo non è touchscreen ed è troppo piccolo (un 2din sarebbe
    stato molto meglio), Android è per così dire “bloccato” (cioè niente
    Market ufficiale, niente installazione delle app che vuoi, ad es.
    sarebbe interessante se si potesse installare un navigatore offline),
    necessita di un collegamento con un cellulare per sfruttare il 3G mentre
    sarebbe stato molto meglio uno slot per una SIM, magari ci sarebbe
    voluto anche l’NFC così da collegare cellulare (almeno quelli con chip
    NFC) e autoradio con un semplice tocco

    • Tutto quello che dici è vero, e non è escluso che un domani non vedremo prodotti come dici. C’è da dire che a quel prezzo sarebbe stato difficile. Specie per il costo di un pannello lcd touch screen da fare adhoc.

    • Tutto quello che dici è vero, e non è escluso che un domani non vedremo prodotti come dici. C’è da dire che a quel prezzo sarebbe stato difficile. Specie per il costo di un pannello lcd touch screen da fare adhoc.

    • Nessuno

      Secondo me tutta questa mania di volere slot SIM ovunque lascia il tempo che trova, perchè sarebbe tutto molto comodo si, se non dovessimo poi pagare un contratto o prepagato per ogni device con connettività 3g. Molto meglio pagare solo un contratto (il nostro smartphone android) e poi utilizzare la modalità hotspot wifi per connettersi con tutti gli altri device.
      Personalmente ho avuto per 4 anni un laptop con slot SIM, mai utilizzato. 

      • Anonimo

        in linea di massima hai ragione, ma la modalità hotspot abbatte la batteria del telefono. Certo, mi potresti dire che stando in macchina potrei mettere il telefono sotto carica nella presa accendisigari o nella porta USB (se la macchina ne è dotata)… si, certo, ma potendo scegliere preferirei mettere una SIM nell’autoradio e basta ed avere la connettività sempre pronta, invece di accendere l’hotspot sul telefono e collegare ogni volta telefono ed autoradio, così come faccio col tablet che è dotato della sua SIM