ASUS conferma di essere al lavoro su uno smartwatch

30 gennaio 20148 commenti
Tra i tanti produttori di smartwatch presto potrebbe arrivare sul mercato anche il colosso taiwanese ASUS. Una conferma ufficiale sarebbe arrivata durante le scorse ore dalla parole dello stesso CEO, Jonney Shih. Insomma il 2014 sarà un anno ricco di novità per il mercato smartwatch con i nuovi esemplari di Samsung e Sony, l’arrivo sul mercato di LG, Huawei, ASUS e molti altri.

Il CEO Jonney Shih avrebbe confermato l’intenzione di intraprendere questa nuova sfida, in un settore che ha ancora molto da offrire.

ASUS sarebbe pronta ad investire molto in questo nuovo progetto, che potrebbe segnare una grande svolta per la società data la grande esperienza raggiunta grazie a smartphone e tablet Android e non solo. Purtroppo attualmente non ne conosciamo nome o specifiche, ma semplicemente l’idea concreta di un progetto.

Forse avremo maggiori conferme durante il Mobile World Congress 2014 o quasi certamente durante il Computex di Taipei.

 

  • Pingback: ASUS conferma di essere al lavoro su uno smartwatch | News Novità Notizie Trita Web()

  • Pingback: ASUS conferma di essere al lavoro su uno smartwatch - WikiFeed()

  • http://androidforum.forumfree.it/ SPAstef

    Un altro inutile accessorio dal prezzo esagerato che non porterà niente di nuovo… Che p***e

    • Bartweb

      Mi ha tirato le parole dalla bocca!

  • valvario

    o mi fate un orologio come quello di Michael Knight con tanto di K.I.T.T. oppure preferisco il vecchio casio da 14 euro. tutto il resto è inutile.

    • Francesco Pozzobon

      e se la casio facesse uno smartwatch?

      O_o

      • Antonio Novelli

        Già esiste qualcosa di smile. Non ricordo il modello preciso, dovrebbe esser uno g-shock, hai la possibilità di vedere le notifiche che ti sono arrivate sul telefono (sono solo avvisi di notifica)

  • Bartweb

    Forse non hanno compreso l’inutilità di quedto oggetto!…..se sostituiva le principali funzioni dello smartphone allora avrebbe 1 possibilità…ma al momento la teconlogia non è ancora arrivata a quel punto