CES 2018: Vivo presenterà smartphone con sensore d’impronte integrato nel display

9 gennaio 20187 commenti

Appuntamento fissato a domani mercoledì 10 gennaio per la presentazione del nuovo smartphone Vivo con sensore d'impronte integrato nel display.

Il mercato degli smartphone si sta orientando repentinamente verso dispositivi che dedicano interamente la parte frontale allo schermo. Questo però va spesso in conflitto con la volontà di alcuni utenti di mantenere il sensore di impronte digitali nella parte frontale del dispositivo.  Attualmente, l’unico modo per avere sia uno schermo senza cornici che uno scanner di impronte digitali è spostarlo sul retro del dispositivo. Parliamo di un design adottato da Google Pixel 2, Samsung Galaxy S8 e OnePlus 5T. In realtà ci sarebbe un’altra soluzione: si chiama Honor View 10.

La Soluzione di Vivo

Potrebbe non esserci più la necessità di scendere a compromessi. Infatti, Vivo presenterà domani 10 gennaio al CES 2018 il primo smartphone con lettore di impronte digitali integrato nel display. L’immagine promozionale inviata oggi alla stampa è quella che segue. Questa include un dispositivo con l’immagine di un’impronta digitale che appare nel mezzo dello schermo, e lo slogan “Unlock the Future” appena sotto.

Nel giugno dello scorso anno, Qualcomm ha annunciato lo sviluppo della tecnologia di scansione delle impronte digitali integrata nello schermo. Quasi immediatamente, la società cinese Vivo annunciò che avrebbe usato la tecnologia per costruire un prototipo, che mostrò solo pochi giorni dopo. L’implementazione di questa nuova feature sul prototipo ha richiesto molto tempo. Non solo, infatti le dita dovevano essere posizionate in modo abbastanza specifico per sbloccare il dispositivo.

Patrick Moorhead ha recentemente rivelato che Vivo lavorava anche con Synaptics per aggiungere un sensore di impronte digitali ai propri pannelli. L’analista del settore ha aggiunto anche che Vivo sarebbe stata la prima a commercializzare questa tecnologia. come dire, ci ha preso! Sembra che l’azienda abbia perfezionato il sistema. Meglio, perfezionato abbastanza da implementarlo in uno smartphone in arrivo sul mercato presumibilmente quest’anno.

Ci sono anche voci secondo cui il prossimo Samsung Galaxy Note 9 avrà la tecnologia delle impronte digitali sullo schermo.

L’hype per questa presentazione cresce a poche ore dalla stessa. Speriamo solo che il prodotto proposto sia all’altezza delle aspettative.

Loading...
  • target33

    Finalmente un passo in avanti!

    • rexandrex

      Ah,si, queste sono le innovazioni che allargano il cuore! Come abbiamo fatto senza finora?

      • target33

        Quando ogni volta che hai il cell sul tavolo e devi controllare una notifica e devi prendere in mano il telefono per alzarlo e sbloccarlo da dietro ne riparliamo

        • rexandrex

          Non me ne può fregare di meno. Il mio telefono attuale ha il sensore posteriore, quando arriva una notifica il display di accende e faccio in tempo a vedere di che si tratta: se mi interessa prendo in mano il telefono, quindi la posizione del sensore è ininfluente. Poi ti confido un segreto, ci sono pure smartphone con sensori classici anteriori, guardati il nuovo Honor view 10 per esempio

          • target33

            e allora tieniti il tuo telefono e non rompere i cog****i a chi invece lo reputa un ottimo passo in avanti ;-)

          • rexandrex

            Senti, non rompere i cog… lo dici a tua sorella,imbecille. Qui si discute e ci si scambia opinioni, se non sei in grado torna a giocare a biglie

  • D33P1T

    Nel titolo aggiungerei “..e fanc*lo il face id!”