Chromecast: lancio internazionale, SDK e nuovi dispositivi nel 2014

16 dicembre 201316 commenti
Google, a quanto pare, vuole portare Chromecast in altri paesi a partire dal 2014 e far diventare il casting uno standard che funzioni su vari dispositivi e con centinaia di applicazioni.


Chromecast, la chiavetta di Google che permette di avere “il web sulla vostra TV“, è decisamente uno dei dispositivi più interessanti dell’anno, come dichiarato di recente dal TIME. Dal prossimo anno, inoltre, ci saranno numerose novità.

Modalità “invasione”: ON

Uno dei più importanti obiettivi, secondo il VP of Product Management di Google, Mario Queiroz, intervistato da Gigaom, è quello di esportare Chromecast in molti altri paesi. Infatti, ha affermato:

Stiamo per lanciare [Chromecast] in un certo numero di mercati internazionali. Molte persone saranno piacevolmente sorprese.

Una delle ragioni per effettuare questa rapida mossa è quella di incoraggiare gli sviluppatori in quei mercati di sviluppare applicazioni compatibili con Chromecast.

C’è un’app per quello.. e anche per quello

Tutto questo, ovviamente, fa parte di un obiettivo più grande: espandere il numero di applicazioni disponibili per Chromecast.

Fino ad ora, infatti, Google ha permesso solo ad alcuni partners di lanciare le proprie app per Chromecast. Queste sono Netflix, Youtube, i servizi di Google Play, Hulu Plus, Pandora e HBO Go. Questa settimana, inoltre, una nuova ondata di app è stata rilasciata, tra cui Plex e Songza.

Google non ha ancora aperto Chromecast a tutti gli sviluppatori perchè le SDK non sono ancora pronte. Al lancio, infatti, Google aveva creato solo una preview delle SDK, permettendo solo di sviluppare ma non di distribuire le app. Queiroz non ha detto quando rilasceranno le SDK il prossimo anno, ma ha affermato che l’azienda di Mountain View sta facendo numerosi progressi per prepararsi al meglio al lancio pubblico, tra cui alcuni Chromecast hackathon.

Google Cast come standard?

Sfruttando il buon momento e l’attenzione degli sviluppatori (e dei consumatori), Google mira ad un altro grande ed ambizioso obiettivo: rendere la tecnologia di Chromecast un vero e proprio ecosistema e lavorare con alcuni produttori per portarla in altri dispositivi.

Il nostro obiettivo più ampio è quello di rendere Google Cast uno standard.

Google, infatti, sta lavorando in questa direzione da molto tempo e Queiroz stesso afferma di essere ottimista, dato che starebbero già parlando con un certo numero di produttori.

Un brutto ricordo: Google TV

Questo tentativo, tuttavia, ricorda molto quello cercato con la Google TV. Anche allora, infatti, Google lavorò con alcuni produttori per portare la propria tecnologia sul mercato. Come ben sappiamo, non è andata molto bene, tant’è che a Mountain View starebbero pensando di eliminare e modificare il brand stesso. La differenza, tuttavia, è evidente, a partire dall’estrema semplicità di Chromecast, a finire con il prezzo.

Chromecast, infatti, dopo il suo lancio a Luglio, si è portato velocemente al primo posto nella categoria electronics su Amazon.com. Nelle ultime settimane, la chiavetta era scivolata al terzo posto, anche se adesso, a quanto pare, ha riagguantato la corona.

Nessuno, a Google, dirà che Chromecast potrebbe essere il successo che Google TV non è mai stato, ma c’è dell’ottimismo a Mountain View e giustamente, aggiungiamo noi. Queiroz, infatti, termina dicendo che il team è “incredibilmente orgoglioso e felice” e che sapevano che “sarebbe stato qualcosa di speciale“.

Siete interessati, quindi, a Chromecast? Ve ne siete già procurati una?

  • Pingback: Chromecast: lancio internazionale, SDK e nuovi dispositivi nel 2014 - WikiFeed()

  • Pingback: Chromecast: lancio internazionale, SDK e nuovi dispositivi nel 2014 | Crazyworlds()

  • http://etn.altervista.org/ Alessio Morrone

    speriamo arrivi presto anche da noi, doverla acquistare da Amazon al doppio del prezzo (e con Play Devices ormai attivo anche qui) è una presa in giro

  • mr verdicchio

    Ho comprato su Amazon ipush a 22 €.
    Non è ancora arrivata e non so dirvi, ma dovrebbe fare molte delle cose che attualmente fa chromecast.
    Certo se big g riesce a rendere standard il suo device e tuttta la tv on demand diventa compatibile, diventerà indispensabile.
    Ad esempio è appena uscita infinity, una specie di netfix italiana, è direttamente compatibile, oltre che con pc e molti tablet o cel (tutti i samsung, tutti gli ios, e alcuni altri) solo con le smart tv samsung e lg.
    Se fosse compatibile con chromecast girerebbe su tutto

  • MJ

    Google cast uno standard? E il dlna? E airplay? E Spotify connect? E chi più ne ha più ne metta?

    Ognuno fa il suo con il brillante risultato che ci saranno mille standard (alla faccio dello standard che per sua natura dovrebbe imporsi come unico..).

    • http://etn.altervista.org/ Alessio Morrone

      quotone!

    • Stefano Paolucci

      Mi racist ti sei dimenticato e poi alright milioni di milioni. Come non darti ragione. È come i servizi di messaggistica, alla fine vibe premiato chi riesce a imporre meglio la sua presenza sul mercato e non sempre questo corrisponde al fatto di essere il miglior servizio. Il punto di forza di chromecast credo sia l’investimento ridotto per rendere compatibile qualsiasi dispositivo video con hdmi.

      • MJ

        Guarda, io ho citato quel poco che ho dovuto “imparare a conoscere” per sparare la mia musica al server xbmc montato in sala.
        Un delirio.
        Per fare streaming audio.

        Spesso la cosa più comoda è collegarsi all’altoparlante bluetooth, almeno non devo delirare restando impantanato in due/tre standard diversi..

        • Stefano Paolucci

          Io ho un sistema composto da diversi squeezebox collegati ad una raspberry pi con installato lo squeeezeserver a cui ho connesso un hard disk da 500 Gb 3.5″ che funge anche da memoria di rete. Sullo squeeezeserver ho anche installato il server mini dlna ma non sono riuscito mai a farlo funzionare. Comunque è un delirio

    • Daniele

      hai ragione in parte, ora lo standard che sta prendendo piede maggiormente è il miracast, su cui si basa chromecast. Questo perchè permette prestazioni migliori a un costo ridotto e puoi fare molte più cose rispetto al dlna per esempio.

  • Matteo Rosina

    Ce l’ho ed è di una comodità incredibile! Al momento sono riuscito a provarla solo con YouTube, Play music e video, ma mi gusta parecchio.

  • francazzo da grosseto

    io ancora non ho capito a che cazzo serve sta chiavetta????
    me lo spiega qualcuno ???