Commissione Europea: Sony senza Ericsson si può fare

28 Gennaio 201222 commenti

Sony è stato uno dei grandi protagonisti del CES 2012 di Las Vegas, durante il quale ha presentato molti dispositivi senza il sostegno della parte Ericsson della famosa partnership. Nonostante ciò ancora l'acquisizione non era del tutto definitiva e la decisione finale spettava alla Commissione Europea. Infatti durante la giornata di ieri, in merito si è espressa proprio quest'ultima (la quale dovrà anche decidere le sorti dell'accordo Google-Motorola), la quale ha accettato la cifra pattuita da Sony per l'acquisizione di Ericsson, cioè 1.05 miliardi di euro. Da adesso in poi i prossimi dispositivi che il produttore nipponico lancerà sul mercato saranno pure Sony.

Sony oltre a poter produrre dispositivi sotto il proprio unico nome, sborsando la modica cifra di 1.05 miliardi di euro, potrà entrare in possesso dell’enorme portafoglio di brevetti del produttore svedese, in modo tale da migliorare la qualità dei propri terminali.

Perciò se secondo la Commissione Europea la cifra di 1.05 miliardi di euro sborsata lo scorso Ottobre da Sony andrebbe bene per l’acquisizione della parte Ericsson della famosa joint-venture presto potremmo vedere i primi smartphone Xperia del produttore Sony.

Quest’ultimo grazie ai brevetti Ericsson potrebbe arricchire il proprio ecosistema di dispositivi Android Xperia con nuove Smart TV, nuovi tablet e nuovi interessanti accessori.

Forse senza l’influenza di Ericsson, Sony potrà essere un diretto concorrente dei grandi colossi come Samsung ed HTC, grazie ad un ottimo hardware, bel design, prezzi contenuti rispetto la concorrenza, ottimo comparto fotografico grazie all’esperienza nel settore (come il sensore Exmor-R già presente in molti smartphone) ed un sistema operativo amato da tutti noi.

Acquisterete il prossimo dispositivo marchiato Sony?

 

Via

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com