Cyanogen Inc: altri licenziamenti in arrivo e chiude la sede di Seattle

29 novembre 20168 commenti

A quanto pare la storia di Cyanogen Inc. sembra giunta al termine, con una nuova ondata di licenziamenti e la chiusura della sede Seattle, la compagnia potrebbe presto chiudere definitivamente.

Tutti gli appassionati di modding conoscono CyanogenMod, la più diffusa custom ROM disponibile per Android. Non tutti sanno però che sia CyanogenMod che Cyanogen OS sono di proprietà di Cyanogen Inc, società fondata da Steve Kondik, ideatore dell’intero progetto. Questa compagnia era nata con lo scopo di monetizzare il progetto e di creare un sistema operativo autonomo capace di competere con l’ecosistema di Google.

Purtroppo tutto ciò non si è realizzato e Cyanogen Inc. non sta vivendo un buon momento. La notizia odierna parla di ulteriori licenziamenti del personale e della chiusura della sede di Seattle il prossimo mese. Oltre a ciò, il fondatore Steve Kondik potrebbe lasciare definitivamente la società. Negli scorsi mesi era stato già rimosso dal board dell’azienda e ricollocato ad un ruolo minore, ora potrebbe arrivare la rottura definitiva.

Le prospettive future sono quelle di una chiusura definitiva Cyanogen Inc., un progetto ambizioso ma che non è riuscito ad ottenere i risultati previsti. Tutto ciò non dovrebbe comunque compromettere lo sviluppo di CyanogenMod, dato che la custom ROM è diventata di fatto indipendente e realizzata con il contributo degli utenti.

Loading...
  • The Mind

    Pensare di competere con Android era un’idea assurda…però mi dispiace per la ROM, in quanto ne andrà di mezzo la qualità…

    • pirata_1985

      Qualita che non c’è mai stata

  • MattD

    Avessero fatto meno i bimbominkia paxxixximi, come dimostra il loro comportamento ad esempio con oneplus e zuk, non sarebbero in queste condizioni… Per quanto decantino questa rom, ho visto come molti dei dispositivi con la cyanogen rom avessero bug, anche importanti, mai sistemati e pochissimi aggiornamenti: l’unico su cui abbiano lavorato un minimo sembrerebbe essere opo, mentre sullo zuk z1 hanno dovuto mettere la rom cinese (“zui” credo?) per avere un minimo di supporto.
    Inoltre non ho mai capito il senso del “volersi staccare da google” attaccandosi alla tetta di microsoft, quando poi la prima cosa che facevano gli utenti era mettere il playstore perché sennò tanto vale tornare al symbian…

    Boh, non posso veramente dire che la notizia sia un fulmine a ciel sereno né che mi dispiaccia più di tanto: il modding continuerà a vivere tranquillamente senza di loro grazie alla community, vero punto forte di qualsiasi open source…

    • pirata_1985

      I soldi da Twitter Qualcomm Microsoft e amazon ovvero 100 milioni di dollari totali che fine hanno fatto?

      • MattD

        Mi sa che qualcuno giù a cyanogen inc ha messo in nota spese una lamborghini e cose del genere 😁

        • pirata_1985

          Mi sa tanto

  • pirata_1985

    Gestione pessima dei dispositivi. Zuk z1 lasciato a se stesso, OnePlus one mai realmente funzionante. E non so come siano andati wileyfox e Co. So solo che la zui é bellissima e un colosso come Lenovo non abbia bisogno di questi semiprofessionisti semi maghi semi scemi.

  • The Mind

    Ciao qualcuno mi potrebbe dare chiarimenti su questo messaggio?https://cyngn.com/blog/cyanogen-services-shutting-down
    non si ferma anche lo sviluppo delle mod…oppure no