Duracell Powermat nel prossimo futuro ricarica wireless per tutti!

11 marzo 201220 commenti

Da più di un anno la tecnologia Powermat fa discutere e sognare molti appassionati del settore hi-tech, la possibilità che in un futuro prossimo le batterie dei propri dispositivi possano essere ricaricate senza la necessità di cavi, alimentatori e adattatori è una comodità alla quale pochi potrebbero dire di no. Forse grazie a Duracell e la sua ultima creatura, la "Wireless Charging Card "  il futuro potrebbe essere più vicino di quanto si pensi.

La tecnologia in questione non è affatto nuova, infatti fu ideata più di 100 anni fa da Nikola Tesla.
Però fino ad oggi gli ostacoli derivanti dall’ingombro e dalla scarsa efficienza ,ne hanno di molto limitato l’utilizzo, ostacoli che non sembrano aver spaventato Duracell la quale si dice molto fiduciosa che la sua Wireless Charging Card si farà valere nel mercato degli smartphone.

La WiCC che al suo interno contiene la circuiteria Powermat,  oltre ad avere dalla sua uno spessore molto ridotto che ne facilita la collocazione in un gran numero di prodotti, è dotata anche  di antenna NFC.

Le foto che vi ho proposto naturalmente mostrano un prototipo collocato su uno smartphone in modo artificioso, poiché  il progetto originario della Duracell prevede che la card venga implementata all’interno della batteria o all’interno del dispositivo stesso.
Difficilmente sarà dunque possibile comprare la WiCC e montarla all’interno del proprio smartphone, anche perché non avendo a disposizione i collegamenti per il modulo NFC, quest’ultimo sicuramente non sarà attivabile.

Ricordiamo inoltre che Duracell ci aveva provato tempo fa con  il MyGrid,  soluzione che prevedeva l’utilizzo di un’apposita custodia per smartphone e un tappetino conduttivo per ricaricare i dispositivi, ma la soluzione ha avuto uno scarso successo a causa dell’ingombro e della difficile reperibilità della custodia adatta al proprio apparecchio. La tecnologia Powermatt necessita infatti di un pad adatto che collegato alla rete elettrica fornisca le onde radio necessarie, che dovranno essere poi riconvertite in energia elettrica dal WiCC .

Nell’attesa di sapere se i maggiori produttori di smartphone decideranno di adottare  o meno questa nuova implementazione, ci piacerebbe sapere anche il vostro parere a riguardo.

Loading...
  • Abominable Snow Tux

    Tecnologia senz’altro interessante, potrebbe non essere più necessario andare in giro con il caricabatteria sotto l’ascella, però ci vuole lo stesso un qualche dispositivo da attaccare alla presa elettrica. 

    • Peppino u meccanico

      io quando sono giro per fare una mezza ricarica al volo il celullare me lo ficco su per il cubo perche non provi anche tu

    • Toxico92

      Oppure potrebbe sfruttare semplicemente la rete wireless di un modem :)

  • Loris257

    Ma!!! se poi non crea altri problemi.

  • A Bertucci

    Nicola Tesla è Stato uno dei più Grandi Geniacci dell’umanità! lui teorizzò che si potrebbe sfruttare l’energia del campo magnetico terrestre, ma finché dovremo essere schiavi del petrolio tutte queste tecnologie saranno sempre fortemente limitate. i vari petrolieri comprano i brevetti di queste idee e le mettono in un cassetto poi quando finirà il petrolio allora forse cambierà qualcosa… mha….
    L’idea è interessante ma se la si può sfruttare solo a casa è un po’ come avere il caricabatteria “solo” fatto in un “modo diverso”, ancdrebbe diffuso anche nei locali pubblici in modo da poter avere la possibilità di ricaricare lo smartphone ovunque o quasi, ci troviamo, ma solo per avere il wi-fi nei locali pubblici beiamo dovuto aspettare un sacco mha……

    • Nitro

      Non saprei, a prima vista sembra un sistema paercchio dispendioso in termini energetici, ma andrebbe esaminato più da vicino.

      In ogni casoseppure sembra un caricabatterie fatto in modo didverso come dici tu, pensa se tutti ne avessimo uno a casa, in qualunque momento ad esempio a casa di amici puoi dare una caricata rapida al tuo smartphone.

      per i locali pubblici invece il discorso è complesso, se lasci un tappetino, ti fideresti di abbandonarci il telefono e continuare a divertirti per poi tornare a prenderlo? e una diffusione di queste onde nell’aria non è possibile e risulterebbe dannoso per la salute e oltremodo dispendioso.

      • river87

        non dico che la tecnologia sia inutile anzi, però per locali pubblici mi riferivo a bar ristoranti, dove ti siedi al tavolo e magari la c’è il tappetino per la ricarica e poggi li il tuo telefono e così si ricarica, certo non intendevo discoteche.. :D, per quanto riguarda quando sei a casa da amici, quasi tutti quelli che conosco o non hanno uno smartphone o hanno l’iphone, noto che in generali noi italiani siamo sempre molto più a rilento con l’hi-tec, poi magari li ho beccati tutti io :D :D

    • Zoendav

      Sono d’accordo con te su Tesla e sul petrolio, ma intanto bisogna iniziare con questa tecnologia, non pretendere di avere tutto subito oppure niente…
      Ma già come inizio non è male, per esempio arrivare a casa e il tel incomincia a caricare da solo non sarebbe male, oppure al lavoro… Insomma dove lo si usa di piu!
      Questa cosa vorrebbe dire, non pensare più a caricare la batteria…
      Per me i produttori l’adottano in quanto gli risolverebbe in parte la guerra delle batterie che fanno attualmente, implementandoci batterie sempre più capienti per l’esigenze dei clienti.
      In questo modo non ci accorgeremo più come attualmente, quanto in realtà duri la batteria stessa, in quanto appunto appena arriviamo in loco dove si ricarica, inconsapevolmente ci ricarichiamo (scusate la ripetizione)…

    • Sam Cooper

       Sulle scoperte di Tesla c’è ancora molta incertezza e, probabilmente, molto è stato “romanzato”.
      Di sicuro era uno dei suoi pallini fissi quello della possibilità di trasmettere l’energia attraverso l’etere (oggi diremmo “in modalità wireless”), ma che ci fosse riuscito in modo efficace non vi è certezza.

      In ogni caso, il punto non è se ciò sia possibile (la Nasa ha fatto un sacco di esperimenti in tal senso), ma se ciò sia efficiente, e quindi conveniente!

      Impiegare 100W/h di energia elettrica per sparare un fascio di elettroni caricati verso un un accumulatore che riesca a catturarne il 20% equivarrebbe ad un enorme spreco di risorse, oltre che di denaro.

      Considerate inoltre che la carica non avviene a qualunque distanza (proporzionalmente alla quale dovrei aumentare la potenza di emissione), ma solo se emittente e ricevitore sono molto vicini, se non a diretto contatto.

      Quindi, se devo spendere di più semplicemente per risparmiarmi la fatica di collegare il caricabatterie (perchè comunque il telefono devo appoggiarlo su un tappettino o qualcosa del genere), posso anche rimanere alla tecnologia attuale.

      MB

  • Kiba

    Bazinga!!!

  • Fulminelu69

    SSperiamo bene

  • Z3us

    Più che altro, proprio perché è una cosa vecchissima, sarebbe interessante sapere a che livello di efficienza sono arrivati rispetto alla trasmissione su filo. I problemi legati alle dimensioni erano scontati e prevedibili.

  • Ciccilluzzo83

    Notizia vecchia di una settimana almeno.

    • Emanu_Lele

      Io non l’avevo mai letta, è la prima volta oggi su questo blog che leggo di questo prodotto quindi la data di uscita non ha la benché minima importanza.

  • Ssd

    Io personalmente trovo la tecnologia al quanto inutile. Io non trovo alcun ingombro nel ricaricare i dispositivi con il cavetto. Non è ingombrante, lo posso mettere in tasca.

    • green robot

      La tecnologia secondo me è tanto comoda che non vedo l’ora che sia disponibile di serie…. L’unica cosa al quanto inu tile mi pare il tuo ita l’iano…. :-(

    • Alforiva

      O non sei sposato o tua moglie é una santa. La mia sclera quando vede cavi cavetti e quant’altro. Pensate mi ha chiesto se dovevo per forza attaccare il cavo elettrico della televisione!!!!!

    • Francesco

      Trovo la tecnologia inutile?? vuoi tornare al tempo della pietra???

  • Domenico

    Sarebbe un’ottima idea.. però le onde elettromagnetiche poi non influirebbero sul nostro corpo??
    Inoltre bisognerebbe poter ricaricare le batterie in qualsiasi luogo ci si trovi.
    Per il resto mi sembra una cosa fantastica perchè non si rischia di rimanere con il cellulare scarico nelle varie emergenze giornaliere.

  • Pingback: Ricarica Wireless con Duracell Powermate | News Ragazzi()