[EDITORIALE] La veloce decadenza dei Tablet

29 febbraio 201683 commenti

Quanto sono utili i Tablet? Sono ancora necessari? Sono destinati a scomparire dal mercato, sostituiti esclusivamente dagli smartphone e da portatili sempre più leggeri? Scopritelo assieme nel nostro nuovo editoriale!

Il mondo mobile non conosce ancora crisi, come abbiamo imparato bene negli anni. Lo smartphone si è imposto come un accessorio irrinunciabile (ed estremamente intimo) nella vita moderna, tanto da portare in molti a sentirsi persi se per caso capita di dimenticarselo anche solo per poche ore a casa, per non parlare del panico e il senso di vulnerabilità che ci assale quando perdiamo il nostro device o quando restiamo senza batteria. Le vendite dei telefoni non conoscono decrementi, nonostante i saliscendi che colpiscono a turno i vari costruttori, ma l’industria ha cercato di espandere le sue possibilità di profitto tramite i tablet. Se, come abbiamo già detto, il prodotto principe pare inarrestabile nella sua corsa, l’alfiere sembra procedere con un percorso diverso.

quando i dati parlano chiaro

il mercato dei tablet è in declino

fonte: http://www.statista.com/

Per quanto concerne i Tablet, è ormai noto che la discesa iniziata nel Q1 2014, sta violentemente portando il mercato verso un futuro tutt’altro che roseo. Una semplice analisi dei dati basta e avanza a sottolineare la gravità della situazione: rispetto al 2014 si è registrato un calo del 9% sulle spedizioni mondiali. Il fattore interessante in tutti ciò è che nemmeno Apple è scampata alla decadenza generale: le vendite dell’iPad sono calate per il settimo trimestre consecutivo a partire dal Q3 2011, quando il dispositivo aveva solamente un anno di età.

Le spiegazioni possono essere molteplici ma, quella che più ci sembra contribuire all’argomento, vede come protagonisti indiscussi gli smartphone ed i Personal Computer. Se, infatti, i telefoni continuano a crescere in dimensioni e prestazioni, avvicinandosi sempre più al limite che li separa dai Tablet (sperando vivamente che sopra i 6 pollici non si salga mai), i PC tendono a restringersi, offrendo alternative sempre più slim e portatili.

l’idea per cui i tablet erano stati pensati

Se tornassimo indietro di qualche anno, scopriremmo che uno schermo da 4.3” era considerato alla stregua della “padella per eccellenza”. Oggigiorno uno smartphone con una diagonale così limitata, verrebbe considerato “compact” ed acquistato da coloro che non amano allargare le tasche dei pantaloni per inserirvi (ad esempio) il Nexus 6P.

L'Hype per i tablet è ormai finito

fonte: http://www.statista.com/

Insomma, stretti in una morsa, i Tablet perdono quello che era il loro scopo iniziale, diventando oggetti “superflui” che, quindi, passano in secondo piano. Se per i 4 anni passati i Tablet hanno rappresentato una parte generosa dell’ecosistema mobile, con oltre 475 milioni di iPad inviati (il 20% degli americani dichiara di possederne uno), i clienti sono oramai bombardati da numerose alternative che rappresentano una scelta più vantaggiosa e che portano l’interesse generale a calare drasticamente.

Le funzionalità base del Tablet erano correlate alla dimensione dello schermo. Principalmente rappresentavano l’equivalente, in silicio, della carta. Lo scopo era quello di digitalizzare l’esperienza comune, tramite una digitalizzazione dei contenuti, resa fruibile da un dispositivo comodo per la lettura, che al tempo non poteva certo risiedere in un display QVGA.

i tablet sono usati principalmente per divertimento

fonte: http://www.statista.com/

Il futuro, però, ha subito una piega diversa. Il limite stesso di un Tablet, difatti, era rappresentato dalla dimensione dello schermo, che lo relegava ad un ambiente domestico, o comunque statico. Ma la gente si muove, si sposta, viaggia e lavora. Inevitabilmente la richiesta è cambiata, la nuova necessità consisteva nell’avere i contenuti direttamente sull’oggetto che ci stava più vicino. Da qui l’estensione delle dimensioni dello schermo degli smartphone, fino a raggiungere i giorni nostri.

Infine, bisogna tenere conto del fatto che i Tablet tendono ad avere un tempo di vita molto più lungo di quello caratteristico di uno smartphone, questo perchè, proprio per l’utilizzo a cui sono destinati, subiscono meno l’influsso del tempo, anche a causa della mancanza di nuove feature che possano in qualche modo accrescere il desiderio di cambiarli.

un cambio di rotta per alcuni produttori

Non è un caso che al Mobile Wolrd Congress l’attenzione maggiore la si abbia avuta nei confronti degli accessori per gli smartphone, estensioni vere e proprie che permettono di mantenere il device al centro dell’ecosistema, aggiungendo poi funzionalità più o meno utili. Produttori come LG, Sony o Samsung si sono focalizzati principalmente nella definizioni di oggetti quali fotocamere, auricolari intelligenti, e assistenti robot

La domanda sorge quindi spontanea: i Tablet sono definitivamente morti? La risposta è “Ni”. Se, da un lato, abbiamo una drastica a repentina discesa registrata dalle vendite, è altrettanto vero che dal punto di vista dello sviluppo quest’anno ci siamo trovati di fronte ai migliori prodotti della categoria, con le specifiche tecniche più entusiasmanti. Veri e propri mostri in potenza hardware e software che possono essere utilizzati per le più svariate attività. Dunque, cosa è cambiato? Con l’incessante stringersi dei limiti che definiscono dove una categoria finisce e dove ne inizia un’altra, quello che succede è che i prodotti, per essere diversificati e sopravvivere, si concentrano su uno scopo preciso. Così accade anche per i Tablet, oggetti “di nicchia” che tendono a concentrasi su alcuni aspetti, tralasciando quella che potrebbe essere un’esperienza di massa.

cambiare le relazioni con la tecnologia

Alternative modulari come i Surface di Microsoft possono effettivamente cambiare la traiettoria decadente di quest’ultimo periodo. Anche Huawei d’altro canto durante questo MWC ha spinto particolarmente nell’ambito dei tablet, proponendo una nuova soluzione con a bordo Windows 10. A cambiare, però, non sarà solamente la tecnologia, ma anche il modo in cui noi stessi ci relazioneremo ad un particolare approccio della vita. Nessuno, infatti, avrebbe pensato che un Social Network quale Facebook o Twitter, avrebbe potuto rappresentare il principale mezzo di comunicazione per le notizie. Questo cambiamento è stato, in parte, costretto dagli smartphone stessi. Ciò che è morto, dunque, è l’idea originale dei Tablet, ma nulla vita che questi rappresentino un cambiamento in un qualche ambito della nostra vita.

i principali siti di notizie sono principalmente in versione mobile

fonte: http://www.statista.com/

Ovviamente ci interessa anche la vostra opinione, pertanto saremo ben felici di
leggere i vostri commenti (civili) !

Loading...
  • Lonza

    A me il tablet è sempre utile.
    Ovviamente il target è sempre l’ambito casalingo o “da divano”. Per leggere notizie o semplicemente navigare nei social il tablet è molto meglio.

  • Gabriele

    io lo uso sempre prima di addormentarmi a letto.
    mi è indispensabile (ho un gigaset qv1030 con display 10.1″).
    certo non è uno strumento che si cambia per moda, lo uso per navigazione, email, vedere video perciò non è necessario che lo cambi ogni tot mesi ma lo posso tranquillamente tenere per anni, se non si guasta.

  • Falcellerba

    Io trovo ancora utile il mio tablet, sebbene sia da soli 7″, specialmente per non utilizzare la batteria del mio telefono quando sto in casa, e per una migliore esperienza per video e giochi :)

    • darkschneider

      In casa ho un fisso con schermo da 27″, un netbook 11,6″, un ultrabook 13″, un HTPC ed una console connessi al TV 42″, un tablet 8″.

      A livello di comodità ed utilità il tablet viene sotto tutti questi altri dispositivi.

      Oltretutto il tablet è solo un grrosos smartphone che non telefona, se mai ne acquisterò un’altro sarà un 2 in 1 con Windows x86 completo, tastiera staccabile con touchpad e digitalizzatore, così da sotituire ultrabook e netbook.

      • sanio

        anch io ho un 27″un iMac e un macbook air 13″ ho sia un iPad3 e avevo un iPad mini retina4g il discorso vale solo se hai un iPad che non telefona…se hai un samsung tab per esempio quelli telefonano..

        • darkschneider

          Si, ma non vado a telefonare con un tablet.
          Lo smartphone DEVE stare in tasca con me ed essere comodamente usabile ad una sola mano.

          • sanio

            un bel 4.3″ tipo s4mini

          • darkschneider

            Infatti io ho z1c e mia moglie s4 mini, ma non dureranno per sempre

  • Al3xI98O

    Mai capito (per me) a cosa potrebbe servirmi un tablet… figuriamoci oggi… :D

    • Gianluka92

      Guarda, lo sto usando proprio ora per leggere i miei appunti universitari comodamente sul letto…

      • Al3xI98O

        Nah, trovo scomodo leggere a letto dai tempi in cui non esistevano cellulari (tranne magari 5′ prima di dormire).

    • teo

      Io la sera metto a dormire i bambini poi la moglie e (visto che la tv in camera giustamente disturba tutti) il mio tablet da 10 e un Buon paio di cuffie non mancano mai….film serie tv e partite. Tra l altro uno yoga con basetta posteriore sta in piedi da solo e la batteri dura giorni

      • Al3xI98O

        come scritto sopra: la TV la guardo in sala (piano terra) o al PC in taverna mentre bimba e moglie sono in mansarda :D

        • teo

          Eh appunto tu porti il tuo esempio di inutilità io il mio di grande utilità ….

          • Al3xI98O

            Utilità “situazionale” per me è diverso da utilità assoluta :)

      • Un po’ mancano i vecchi tempi: decoder, tv, lettore dvd, console, satellitare… ed una ciabatta dietro con 27 cavi intrecciati, tra alimentatori e antenna.
        Che prima di toccare ti facevi il segno della croce, come ti avvicinavi ti si alzavano i capelli!

        • teo

          Vecchi tempi ??? Tempi attualissimi:-) … Tv, decoder, lettore dvd, ps2 (?) box tv aggiuntivo e mega ciabattone per le spine

          • Ho 31 anni, parlo dei miei 20, una decina di anni fa! ?

          • teo

            Ne ho 41 ma il casinò di fili a casa mia resta ?

        • red wolf

          ahah, praticamente camera mia, ho 4 televisori, 15 console (anche doppie) e 2 pc….e un lavoro di cavi dietro inimmaginabile!

          • teob

            Scusa ma 15 consolle ??

          • red wolf

            videogiocatore incallito con la paranoia di avere tutto doppio, nn si sa mai….e a volte triplo, sempre nn si sa mai :-)

        • Marco

          Tutto attualissimo! Altrochè!

    • eric

      ….alcuni anni fa, quando “sappiamo CHI la pensava “different” ” ci impose facendoci credere che un tablet era la vera rivoluzione e che sarebbe stato una di quelle cose ASSOLUTAMENTE imprescindibili in futuro, mi “sgolavo” a predicare che era una “necessità pressochè inutile” …. che, anche senza, si potevano fare (anche meglio) tutte le cose che facevamo prima …. ora sta venendo a galla la realtà dell’evidenza ….
      PS: …. facci caso che al vertiginoso crollo di vendite dei tablet, parallelamente, assistiamo all’aumento dei pollici degli smartphone (anche chi pensava “different” l’ha capito) che sono REALMENTE uno strumento più utile e versatile…

      • teob

        Quelli sono maestri a creare un bisogno e poi a soddisfarlo

      • EnricoD

        Gomblotto

      • Casper

        Per me il tablet è assolutamente utile. Display sufficientemente grande e portabilità a livelli irraggiungibili anche per il portatile più compatto. Lo uso solo per intrattenimento perché purtroppo ho un iPad air 2 e l’unico vero tablet decente ed utile (il surface) è maturato troppo tardi. Appena avrò l’opportunità di sostituire l’iPad con il Surface (ovviamente di ultima generazione perché sono restio a comprare tecnologia vecchia in quanto sarebbe meno longeva) sarò a posto perché potrò usare il tablet sia per svago che per lavoro (sistemazioni ed integrazioni al volo di siti internet e configurazione di apparati di rete mikrotik con winbox).
        Di sicuro un cellulare non mi può dare la fruibilità di contenuti che mi da il tablet, nemmeno un 6″.

        • eric

          …giusto il discorso ma in conflitto ;))
          il Surface è più “assimilabile” ad un laptop che ad un tablet … costi compresi … da qui il mio personale concetto per cui un tablet “puro” è quasi inutile se non per svago … e se non serve per “lavoro” uno smartphone adeguato può tranquillamente essere sufficiente

          • Casper

            Si, diciamo che comperando anche la tastiera il tuo ragionamento fila, però sono sempre 129 (o 159, non ricordo di preciso) euro aggiuntivi. Senza tastiera lo possiamo considerare un tablet, utilizzabile sia per lavoro che per svago :)

  • Paolo (in fuga)

    incastrati tra il mio nexus e il mio lenovo yoga il mio tablet è finito su ebay.
    idem per mia moglie e le mie figlie.
    per loro addirittura il 2in1 yoga con l’aggiunta di una dock con monitor, tastiera e mouse è diventato 3in1 sostituendo anche il desktop in camera.
    lo avrebbe fatto anche per me se non mi ostinassi a giocare sul pc, non piegandomi ancora alle console. ma a parte per il gaming il 2in1 per me oramai va bene come tablet, potaile e desktop.
    credo sia questo il problema del declino del settore.

    • MattD

      “il mio tablet è finito su ebay.
      idem per mia moglie e le mie figlie.”

      Leggendo la prima volta di sfuggita, avevo capito che, così come il tuo tablet, anche tua moglie e le tue figlie erano finite su ebay ._.

      • Giallu74

        Beh, visto che si chiama Paolo (in fuga) tutto può essere!!!! ;)

        • Pignolatore®

          ? ???

      • Paolo (in fuga)

        se lo legge mia moglie mi mette alla porta. altro che ebay :D :D :D

        • MattD

          Io nel dubbio controllerei, magari sei già stato inserzionato ?

    • lean

      Genio!! Grazieeeee ho appena inserzionato mia suocera

    • Saccente

      Hai messo moglie e figlie su ebay?

  • Carlo

    Lo smartphone è un mezzo di comunicazione ormai insostituibile per tutto il resto c’è l’ultrabook. Tra questi due device, il tablet, dove dovrebbe piazzarsi? Mi sa che solo chi adotterà win 10 continuerà a vendere

    • andrea

      se cominceranno con win 10 ad avere funzioni simili ai pc magari si, altrimenti spariranno cosi come sta sparendo il 3d sulle tv, e come forse faranno le fotocamere a 360° se continueranno ad avere prezzi folli visto che l’utilità è piuttosto limitata

      • Carlo

        Win 10 sui tablet è come un pc, poi sta a te decidere quanto spendere in relazione alle prestazioni che vorrai ottenere.

  • andrea

    Telefoni sempre piu grandi hanno ridotto il bisogno di avere un tavlet x avere uno schermo grande e sopratutto i tablet dovevano col tempo sostituire i portatili invece non lo fanno e non possono farlo xk quello che puoi fare con un pc portatile non puoi farlo con un tablet. Oltretuttoi pc stanno diventando sempre piu sottoli e leggeri

  • Praticamente i dati mostrano che quando i tablet sono stati inventanti li han comprati in tanti, mentre ora (che tutti l’hanno) nessuno li compra più.

    Spetta che me lo segno

    • Ale820

      Anche lo smartphone ce l’hanno tutti ormai, eppure le vendite sono solo lievemente diminuite nel 2015. Per i tablet è diverso

      • Si ma lo smartphone viene considerato quasi come un bene primario, tra l’altro con una vita residua inferiore al tablet, quindi appena non va BISOGNA cambiarlo e molti anche prima; mentre il tablet è un bene superfluo, quindi difficilmente si cambia ed inoltre non ci sono stato grandi sviluppi.

        È ovvio che qualcosa che BISOGNA avere e che evolve in fretta la si cambi di più di qualcosa di IN PIÙ che non ha avuto evoluzioni significative

  • qoqqo

    io ho un Tab S da 10 che uso per video, film e partite grazie al bellissimo schermo super amoled, quando la TV è “occupata”, spesso lo usa mia figlia per guardarsi i cartoni animati o fare un po’ di gaming, te lo puoi portare dove vuoi, secondo me è comodo e utile per questo tipo di fruizioni, diversamente uno smartphone o phablet fanno tutto

    • andrea

      comodo ma se devo spendere 200 – 300 euro e mi dai il samsung o apple top di gamma, altrimenti se un tablet top (unico che vale la pena prendere se ci vuoi fare di tutto xk se prendi quelli da poco poi si imballano con niente) mi costa 500-600 o piu euro allora mi compro un portatile ultrasottile che costa sui 1000-1200 magari quindi molto di piu ma ci faccio cose che il tablet neanche si sogna

      • qoqqo

        Dipende sempre dalle necessità che hai… Ti faccio l’esempio di mio suocero che non ha mai toccato un PC in vita sua ma voleva andare in internet, cosa faccio? Gli faccio spendere 1500 euro per uno strumento che non sa usare, più abbonamento ADSL? No, sim 20 euro al mese con tablet incluso e via andare. Stessa cosa quello che ti dicevo prima. Il notebook ce l’ho già, ma se mia figlia vuol vedersi un film sul letto in camera sua che faccio? Gli compro un altro Mac book? Gli do il Tab e fine dei problemi.

  • matteo0026

    Il tablet… Io lo userei ovviamente da almeno 8 pollici ma massimo 10… Li trovo interessanti perché hanno tanta batteria, prestazioni buone (almeno sopra una fascia di prezzo)… Comunque io lo userei per giocarci, fare ricerche su internet e office… Questo per me è un utilizzo normale di un tablet…

    • riky1979

      Ma se prendi uno smartphone da 5,5 o 6 pollici di fascia media o alta ecco che il tablet potrebbe non servirti più.

      • matteo0026

        No no mi serve lo stesso… Intanto ho un g2 e con 5.2″ non faccio comunque quello che fa mio fratello col tab 4… Ceh perche evitare di comprare un tablet??

  • Fluvio B

    Ho un otto pollici Edison mini bq 3…È’ l’interfaccia di lettura predifinita per I miei libri, specie a letto prima di dormire in modalità notturna…oltre agli epub ho diversi manuali in PDF per i quali anche un 7 pollici sarebbe troppo scomodo, figuriamoci il telefono…la reattività e il touch lo rendono ideale per tradurre al volo i testi in lingua straniera…a farne le spese in questo momento è il mio ereader

  • Phablet e smart tv sono un abbinamento che rende i tablet una via di mezzo evitabile! ?

  • riky1979

    Hanno saturato il mercato! Forse si aspettavano che la gente li cambiasse ogni anno ma non è stato cosi, complice anche la crisi ma anche il fatto che gli smartphone ora hanno degli schermi ampi ed utilizzabili, se pensate i primi avevano diagonale da 3 a 4 pollici praticamente utilizzabili solo come telefoni, ora hanno eroso una parte del mondo tablet, molti usano solo smartphone e non più il tablet.
    Poi alla fine non moriranno come non sono morti i netbook, semplicemente il mercato è molto più piccolo di come pensavano i commerciali dei produttori.
    A parte il costo enorme l’unico tablet che ho trovato comodo è stato il surface pro e surface pro 3; ma particamente sono ultrabook con una forma diversa e adatti a lavorare.

    • bomdias

      asus t100ta…

  • shud4

    la verità è che un ipad 3 non ti fa invidiare poi troppo il nuovo air,complice anche il fatto che lo usi molto di meno dello smartphone. io ho un mini 2 (il retina) preso dopo il mio ipad 2 e non ho mai manco pensato di prendere un air.

    Non sono troppo informato sui tablet android (nexus 7 4 life,anche se l’ho dato via) ma penso la situazione sia simile.
    Nel mentre ho cambiato 3-4 smartphone android. i tablet hanno lo span vitale di un portatile,ma un bacino di utenza target minore cannibalizzato dagli smartphone padellosi.

    UN tablet in casa mia ci sarà sempre,ma verosimilmente avrò tra sui 3-4 pc e uno smartphone a persona.

  • Mariano Calcagno

    assistiamo ogni giorno a presentazioni di nuovi cellulari con prestazioni sempre maggiori… processori sempre migliori, RAM da 4GB a salire etc… Ma queste cose si vedono poco sui tablet… Continuano a buttare in mezzo tablet con 1GB RAM o massimo 2GB. Per fare un piccolo esempio, ASUS Zenfone 2 con processore intel e 4GB ram e tutto il resto… lo trovi in rete con garanzia italia a 210€ (versione da 16GB) o a qualcosina in più per la versione da 32GB. Allora perchè Asus fa una caterba di Zenpad che impallidiscono rispetto allo Zenfone 2? Visto che i tablet sono spesso solo wifi e con un comparto fotografico praticamente inesistente, non potrebbe Asus vendere un tablet con un’architettura e con un prezzo simile? Invece i tablet spesso sembrano gli “Hodor” della famiglia, sono più grossi ma anche più citrulli… Allora la gente preferisce navigare col cellulare da 5.5″ che va più veloce anzichè affidarsi ad un tablet che va una schifezza. [P.S. Quello di Asus è solo un esempio ma si possono nominare tantissimi altri produttori che fanno tablet che sono mere schifezza a dispetto di cellulari che, a parità di prezzo, sono nettamente superiori]

    • bomdias

      guarda ho un asus t100ta con windows 10 atom quadcore e 2gb di ram, sarà che win 10 è leggerissimo e tutto ma per navigare è 10mila volte piu veloce del mio zenfone2 e rendera le pagine come il pc o se si vuole anche come se fosse un dispositivo mobile e inoltre chrome gira egregiamente e ha delle gesture touch molto comode ci sono tablet sicuramente superiori ma considerando che lo ho pagato solo 300 euro, ma è comodissimo se devo fare qualcosa di piu pesante uso il mio pc con un bel 22 pollici di schermo e un i5 che gira a 4ghz

      • Mariano Calcagno

        nemmeno a farla a posta sono anch’io possessore di un t100ta da più di 2 anni e ne sono più che soddisfatto. Però vedi lo zenfone 2 (551ML) ha un processore migliore e più RAM quindi le specifiche sono migliori (la differenza di prestazioni è dovuto a W10). Visto che ad oggi il t100 lo si trova a 199€ (comprato un amico qualche mese fa) incluso di tastiera dock, non potrebbero farne una controparte con Android? In teoria senza il costo della licenza Windows dovrebbe anche costare di meno. Invece sono usciti molti zenpad (ad esclusione dello zenpad 8 s) che fanno decisamente schifo. Questa è la linea anche di altri produttori. E secondo me è questo il motivo per cui molti accantonano il proprio tablet android o migrano verso device con OS differenti.

        • bomdias

          guarda lo so che lo zenfone 2 è più potente comunque intendevo che android come os da tablet è totalmente sbagliato, insomma era molto piu tablet friendly con 4.3 da 4.4 in poi è veramente scomodo…

  • Walter

    Ho un Nexus 7 e per una serie notevole di usi lo trovo molto più comodo di uno smartphone, e invece trovo un compromesso piuttosto scomodo uno smartphone da 6”.

    Per esempio, quando viaggio in treno, con il tablet posso vedere un film in maniera soddisfacente e senza trovarmi a fine viaggio con la batteria scarica.
    Per leggere la posta o gestire le app aziendali (contabilità, homebanking, ecc) il tablet si rivela ancora una volta più comodo dello smartphone.
    Quando la sera sono sul divano è un compagno utile per navigare un po, gestire netflix ecc.

    Per chat e affini, così come per scattare foto, è ovviamente più comodo lo smartphone.

    Ma sono due strumenti che secondo me possono coesistere. Per me il Nirvana è un device da 5” come smartphone e il tablet da 7, massimo 8 pollici come companion al’occorrenza.

    Trovo inutili invece i phablet e gli smartwatch.

  • alex

    Io da possessore del note3 prenderei al volo (con un ottimo affare) un tab 10″+ che sia un note di almeno 2014+
    Poche volte ho usato il note 3 per prendere appunti costruirmi schemi o fare esercizi, con un tab meglio ancora da 11″ lo farei sempre. L’unico problema resta il backup di tali dati.. mi secca creare un profilo samsung, che poi possono essere ripristinati solo su un altro samsung…

    • adrianobo

      backup?
      bittorrent sync
      syncthing

      • alex

        Dico un backup in cloud, ma deve essere accessibile da ovunque, ivece mi pare che l’app che si usa è solo per samsung

  • adrianobo

    il discorso é semplice: finché non hai provato un tablet con un buon pennino e soluzioni ad hoc, hai solo provato uno smartphone più grande.
    Galaxy Note 10 mai senza!

  • Franco Schettino

    Quando è “deceduto” il vecchio notebook di mia moglie le ho regalato un tablet.
    È un 10″; non ho neppure considerato quelli da 6-7-8″: non hanno senso, soprattutto avendo già uno smartphone >4,5″.
    Ne è contentissima.
    Lo usiamo anche io e nostro figlio.

  • Fabrizio

    Tablet assolutamente utili, specie Ipad

  • zavvo93

    Possiedo un lenovo yoga tablet 2 da 10 pollici, posto usando in questo momento con la dock aperta per scrivere, possiedo anche un huawei p7, ma per leggere, navigare, vedere premium, utilizzare canali ondemand utilizzo il tablet che con quasi 10000 mha di batteria dura più di un giorno e non rischi di trovati a metà giornata con lo smartphone scarico, ho anche un PC Samsung ma quello lo uso per AutoCAD, photoshop con windows ma ho anche ubuntu per altri scopi, quindi un tablet è utile se il tuo stile di vita è altamente tecnologico, ma se ancora hai un PC discreto e l’unica cosa che fai è stare su facebook meglio non comprarlo, utilizzi lo smartphone per chattare.
    Utilizzo il tablet anche per governare il mio crhomecast ed è davvero utile.

  • Emanu_lele

    Per me vale il discorso del lento invecchiamento. Ho un Tablet Asus con Tegra 3, lentissimo ma fa esattamente quello per cui l’ho comprato, leggere giornali e riviste quando sono a casa. Anzi negli ultimi mesi lo suo per guardarmi qualche anime su Netflix quando sono a letto e, per quanto sia lento cmq funziona. Insomma non credo che lo cambierò a breve.

  • Iamyourfather

    Vi dirò la mia,
    qualche anno fa quando uscirono i primi iPad e i primi tablet Android, avevo 15/16 anni (adesso quasi 21) e in confronto ad altri coetanei, non riuscii mai a capire l’utilità dei tablet, perché li consideravo un ibrido, una via di mezzo che “non era ne di qua ne di la”, un telefono troppo grande, e un portatile troppo piccolo, e quindi quella volta mi facevo bastare il mio portatile e il mio cellulare (per il quale spendevo sui 150€).
    Succede che qualche mese fa ho iniziato l’università, quando mi serviva ho portato il computer 2/3 volte, ma tra la scomodità di portarlo nella sua borsa, lo spazio che ingombrava e anche stare attento per evitare che me lo rubassero ho dovuto ricredermi sui tablet, e così da li a poco mi sono comprato un Asus Zenpad S 8.0 (pagato meno di 250€), ho scelto un 8″ perché è la dimensione che ritenevo più adatta per la lettura di documenti, essendo tra l’altro in rapporto 4:3, e adesso è diventato, insieme al telefono, per il mio “stile di vita universitario” un oggetto praticamente indispensabile, perché posso fare tutto ciò che voglio da li, con la comodità che posso metterlo nello zaino senza preoccuparmi e inoltre necessita di poco spazio (avendolo abbinato a una cover a libro che fa da stand) e quindi ho più libertà di gestirmi lo spazio per libri e quant’altro nei momenti di studio.
    Inoltre prima di dormire posso mettermi a leggere o guardarmi qualche episodio su Netflix, non avendo una TV in camera e senza tenermi il pc vicino.
    Quindi si, mi sono dovuto ricredere sulla loro utilità.
    Come dicono altri, i tablet in confronto agli smartphone, avendo un uso diverso, sono destinati a una durata maggiore, e quindi non si sente la necessità di cambiarlo come succede invece per lo smartphone, e questo vale anche per me, finché il mio tablet mi permetterà di fare ciò che mi serve, rimarrà con me per un bel po’ di tempo.

  • momentarybliss

    intanto i produttori hanno già trovato un nuovo modo di attentare alla tasche degli utenti con convertibili e ultrabook, quindi penso che abbiano poco da lamentarsi. ad ogni modo, concordo sul fatto che un tablet invecchia molto lentamente e che da tempo ormai se ne trovano di tutte le taglie a prezzi contenuti, difficile che un utente sia spinto a cambiare a meno che improvvisamente non scopra che gli serva un modello con digitalizzatore e pennino

  • giupa87

    La mia miglior esperienza la sto trovando con i tablet che volgarmente vengono definiti cinesate. Ho un teclast x98 air2 che monta sia windows che android. Che dire? Il notebook lo uso solo per autocad, sketchup e compagnia bella, il cel (un vecchio samsung galaxy nexus) solo per chiamare e messaggiare e per tutto il resto uso il tab in modalità win10. Va una scheggia, fa di tutto e rispetto al notebook è molto più “portatile”. C ho preparato intere materie all università su quel tab e tra l altro non è come i cellulari che mi fa pensare di sostituirlo. Ad oggi fa ancora egregiamente il suo sporco lavoro!

    • teob

      Parla bene del Galaxy Nexus che va ancora ottimamente …. E tra un Po Sara ora di mm ;-).

      • giupa87

        ahahahha ormai è più di 4 anni che ce l ho, e ancora non se ne parla di sostituirlo :D e non vuole saperne neanche di rompersi…poco fa ha ricevuto un calcione, si è schiantato contro un muro, è volata batteria e cover. Rimesse e tutto di nuovo funzionante. è una sorta di nokia 3310 :D

        • teob

          Il mio dopo quasi 4 anni ha deciso di rompersi lo schermo con una banale caduta da 50 cm e con cover ….. Ha preso botte assurde, ha tutti e 4 gli angoli crepati da cadute e poi si rompe per un niente…. Adesso è diventato un box TV android collegato con mhl e HDMI alla TV con kodi …. Sempre pronto e scattante con la cm11 la migliore x il gnexus

  • Andres

    Ho letto con particolare interesse l’articolo, mi verrebbe quasi da dire tablet in dead…poi pensando anche ai post qui sotto forse forse penso sia più logico pensare ad un cambio di passo una rigenerazione tecnologica che in questo settore fa sempre bene. Nel futuro sarà bene che le case produttrici pensino più alle cocrete potenzialità del tablet visto nell’ottica di uno strumento che ben si integra con la wearing TV, magari con una connessione 4G o superiori, a quel punto sicuramente i grafici di vendita ricominceranno la loro parabola ascendente con buona pace di chi ancora crede in questo device.

  • land 110

    per me semplicemente:
    1 li usi meno de telefono
    2 risentono meno del bisogno di potenza percepita di uno smartphone
    quindi hanno vita piu lunga

  • Tersicore1976

    I tablet continueranno a calare perché la filosofia che sta dietro a questi prodotti è quello di avere uno smartphone formato gigante. Apple è in testa con questo concetto, infatti da sempre l’iPad altro non è se non un iPhone più grande. Non aggiunge nulla di più.
    Ma peggio ancora Android, perché partendo dal concetto di essere modulabile, di poter essere personalizzato in lungo e in largo, ecc… “Poltrisce da anni e anni” con versioni che male si adattano a un Tablet. Premesso che non è colpa di Google, quanti si sono trovati con App che rimanevano bloccate in verticale, perché erano progettato per smartphone e basta?
    Inoltre la filosofia di un SO Desktop, cine icone, cestino, finestre ecc… non può essere minimamente paragonato a quello di Android. Chi ha cercato di fare qualcosa è stata Samsung con il primo Note 10.1″ e poi il Note Pro e Note 2014″… Ma l’avere delle finestre flottanti e un multi-windows, non sopperisce alla diversità a cui ci si trova di fronte, come ho detto, ad un portatile.
    I prodotti risultano troppo di nicchia: io un Note 2014 lo uso per disegnare in digitale invece che user la carta… E’ più comodo per guardare e ritoccare al volo (basilarmente) delle immagini, ma per il resto, se mi siedo alla scrivania, uso il Mac…. e se sono in giro uso più facilmente il Note 4 per navigare… infatti il Tablet lo uso maggiormente in vacanza, dove non voglio usare il PC dell’albergo e preferisco guardarmi i file che mi proto sulla chiavetta esterna piuttosto che il nulla dei palinsesti estivi.

  • Saccente

    Dalla mia esperienza (ho avuto iPad dalla prima versione) il tablet è più utile nel mondo del lavoro, che in casa. Come uso casalingo è ottimo per vedere le foto (parlo sempre di iPad). Nel mondo del lavoro vedo invece molti tablet, iPad e Samsung col pennino. Quelli a basso costo sono invece poco più che giocattoli.

  • sanio

    datemi un note 10.1 2016 edition per favore

  • Fotonic

    Ho un tablet che effettivamente uso poco ma devo ammettere che svaccati sul divano è la cosa migliore da usare.
    Il fatto che stiano decadendo quindi che device prevede come alternativa?
    Secondo me chi voleva un tablet ormai lo ha già e non lo aggiorna certo come un telefono, quindi che le vendite calino non significa che la gente non li usi.

  • dagosjt

    Arrivo un po’ in ritardo ma voglio dire la mia. Uso con estrema soddisfazione un Tab S 8.4 da circa 1 anno e mezzo, fa esattamente quello che volevo, ovvero uno schermo bello grande e definito nonostante mantenga un ottima portabilità visto che entra in tutti le mie giacche e giacconi e anche in qualche tasca di pantaloni (di quelle esterne), per un peso di poco meno di 300 grammi.
    E’ infinitamente molto più comodo leggere mentre si va al lavoro in treno, per mostrare foto agli altri, come navigatore in macchina. Ha pure la possibilità di fare telefonate così diventa una specie di Dual SIM per casi di emergenza.

    Però. Io l’ho scelto perché ho un vincolo dato da un telefono che mi viene fornito dall’azienda, in questo caso un S4 mini. Portabilissimo per carità, buono per un utilizzo minimale (solo telefonate/messagistica/ricezione mail), ma con troppi limiti che il Tablet mi ha risolto.

    Ma se fossi libero di scegliere, in un orizzonte di meno di un anno, e senza vincoli di spesa, io mi organizzerei con:

    – Phablet tipo Note o Mate, insomma schermo da 5,7″ a 6,4″ come strumento principale di comunicazione.
    – Smartwatch con e-sim per quando voglio essere contattabile senza dovermi per forza portarmi dietro il phablet.
    – Ultrabook tipo Surface Pro che sostituisce agevolmente un PC come potenza rimanendo incredibilmente leggero e portatile e con uno schermo ottimo. Da collegare ad un monitor esterno quando si lavora, ma utilizzabile tranquillamente anche sul divano.

    Insomma si, io il tablet lo eliminerei, a meno che come qualcun’altro qui ha fatto non si consideri il Surface uno di essi, e qui la questione è un po’ complicata…

  • never8

    Mettiamola così, la rottura del tablet è che a portartelo dietro è troppo grande, ti servirebbe una borsa ma con quel tanto ci metti il portatile. A stare a casa visto che vai di smart tv che te ne fai con schermi da 50 o 60 pollici? Resta leggere a letto, giocare in bagno o in posti non a tiro TV, magari in macchina come sistema di infotainment per i bimbi dietro . Insomma di massima il tablet ha un destino soprattutto stanziale, ti porti dietro lo smart che è più comodo.

    Ergo non può fare i numeri dello smart e a un certo punto uno si fa bastare lo smart per quelle poche volte che lo usa.

  • Sam

    Per come la vedo io (che lo possedevo), il tablet è ottimo per la fruizione di contenuti (casa, treno, come passeggero in auto, etc.) per il resto ha poco senso.
    Per la produttività è infatti inutile (anche scrivere un breve testo è un inferno, per non parlare di presentazioni o cose ancora più complesse).

    Il calo, per quello che ho visto io, è più che altro stato causato da un rigonfiamento iniziale: un sacco di gente l’ha comprato senza sapere esattamente cosa poteva farci etc. (soprattutto il primo ipad).

    Onestamente, credo che la strada sia quella dei 2 in 1, con tastiera (decente) sganciabile quando non serve).

    Personalmente, inoltre, preferisco che abbiano un sistema operativo completo (stile windows 10, l’asus t100 e l’acer switch sono stati i primi a mettere in campo soluzioni decenti a prezzi accessibili), in modo da fare cose che non si possono fare con un “telefonone”.