Envizions EVO 2, la prima console basata su Android

26 maggio 201114 commenti

Progetto piuttosto ambizioso quello appena annunciato da Envizions Computer Entertainment. La società con sede ad Anniston, in Alabama, ha infatti intenzione di lanciare sul mercato una console di gioco, denominata EVO 2, e basata sul sistema operativo di Google, con la quale offrire all’utenza la possibilità di fruire del catalogo di giochi presente sull’Android Market direttamente sulla TV di casa.


Secondo le informazioni rilasciate, la console sarà dotata di una CPU Samsung da 1.2 GHz, processore grafico NVIDIA, 512 MB di RAM, modulo WiFi, 5 porte USB e HDMI per la connessione verso qualsiasi TV o monitor. Compresi nella confezione non mancheranno poi un telecomando ed un gamepad.

Per quanto riguarda il sistema operativo monterà, al momento del lancio, una versione modificata di Android Froyo 2.2. La console offrirà inoltre la possibilità di trovare amici con cui scontrarsi online via social network, e di guadagnare dei particolari punti con cui acquistare nuove applicazioni.

La piattaforma debutterà nel corso dell’autunno ad un prezzo di 249 dollari, ed Envizions ha già comunicato di aver in programma, entro al fine dell’anno, la realizzazione di un motion controller 3D.

  • O.O

  • GolD

    O.o

    Ma ci saranno dei titoli specifici per la console oltre all’android market…………..vero?

    • Marletto Cazzone

      Sì, Solitario e Campo Minato

  • Powerstyle

    perchè prendere un cellulare ed usufruire della tv out non è lo stesso?mah…

  • Powerstyle

    perchè prendere un cellulare ed usufruire della tv out non è lo stesso?mah…

  • Giacomo Traballoni

    A vedere i render sembra un progetto in fase molto avanzata.. :P

  • Anonimo

    non mi sembra sufficientemente potente, non è meglio di uno smartphone attaccato alla TV come detto da Powestyle. Che velleità può mai avere? Far girare i soliti giochini da cellulare? Eh, no, una console deve fare molto di più

  • Marletto Cazzone

    Le console hanno rotto i coglioni e sono deleterie per due motivi.

    1) I giochi su PC per vendere di piu’ scendono smepre a patti con il mercato delle console e quindi molto spesso alcune scelte sia di interfaccia che di gameplay fanno cagare o comunque si vede che avrebbero potuto essere realizzate meglio se fossero state pensate solo per pc

    2) Ci sarebbero molti meno maccari di merda perchè almeno la metà di queste teste di cazzo, una volta passata l’infatuazione iniziale per essersi accoppiati con un computer bello da vedere e da toccare come il mac, si sarebbe resa conto che non ci fai proprio un cazzo e soprattutto non ci giochi.
    Quindi il bimbominkia latente che c’è in ognuno di noi gli avrebbe suggerito di passare di nuovo a Pc.

    • Anonimo

      diciamo che una console è un ambiente “ottimizzato” dove far girare giochi per 4-5 anni senza dover modificare l’hardware. Una scheda grafica su PC, se ti va bene, ti dura un anno. Sono abbastanza d’accordo con ciò che dici, è vero molti videogiochi “si vede che avrebbero potuto essere realizzati meglio se fossero state pensati solo per pc”… ma quale PC? Quello attuale con la scheda grafica X e il processore Y, che tra 6 mesi sarà vecchio? E i nuovi giochi, li fai uscire ottimizzati per il PC di 6 mesi prima o per il PC attuale (e se non si sfrutta appieno la nuova scheda grafica, che senso ha comprarne un’altra?)

      • Lu

        Un tempo era così, non di certo negli ultimi anni.ormai, grazie alle console, il mio pc di 3 anni fa va ancora più che bene e i compromessi a cui devi scendere sono davvero minimi

        • Anonimo

          D’accordo, ma io sto dicendo un’altra cosa: che sia una console con un dato hardware, o un computer con una data configurazione, per consentire un’esperienza di gioco accettabile o addirittura l’avvio stesso del gioco lo sviluppatore deve decidere quale è l’ambiente in cui lavorare. La console permette di avere un’ambiente standard per tot anni, cosa che non può avvenire con i PC. Non so se ho reso l’idea di ciò che voglio dire

      • Marletto Cazzone

        Ciao GodAndroid, volevo solo precisare che non parlavo di prestazioni ma di interfaccia e gameplay in altre parole:
        1) interfaccia: al posto di concentrarsi su una navigazione mouse tastiera (Pc-like) studiano l’interfaccia in maniera che non sia un casino navigarla tramite i pad (argh ho scritto “i pad” ma staccato eh!!)
        2) gameplay: anche in base al punto 1 i giochi subiscono semplificazioni anche nella modalità di gioco vera e propria.

        Riguardo alle prestazioni “sono pienamente d’accordo a metà” con te :-)
        Infatti io preferisco fare una spesa importante ogni 3-4 anni per un pc dalle prestazioni incredibili (ad esempio l’ho appena cambiato ora e ci ho speso circa 1700 euro per un desktop quindi immagina le prestazioni che ha) e sono certo che mi durerà almeno 3 anni senza interventi.
        E’ chiaro che man mano che il tempo passa dovrò abbassare i dettagli dei giochi etc etc ma cmq salvo alcune eccezioni non risulteranno mai ingiocabili o troppo sacrificati.

  • L’idea mi piace, ma la trovo inutile.. con xbox 360 e ps3 che spadroneggiano e la wii per i giochi “alternativi” e meno classici, questa evo sarà un buco nell’acqua 

  • Pingback: EVO 2, la prima console Android | TechPressNews()