Epiphany IV, un impressionante processore da 64 core

4 ottobre 201116 commenti
L'azienda americana Adapteva, che produce microprocessori, ha presentato una nuova cpu mobile assolutamente rivoluzionaria: Epiphany IV. Questo nuovo processore (o meglio, co-processore) avrà ben 64 core, e una potenza di calcolo di 70 gigaflops (la cpu dell'Ipad 2 ne garantisce 1.5).  I consumi del processore a massima potenza sono di un watt, che non è poco per uno smartphone.

Questo chip come ho scritto non è un processore bensì un co-processore. Non sarà quindi capace di far girare il sistema operativo e per questo non farà concorrenza ad ARM.   Affiancato a un processore però potrà gestire i processi più pesanti come la grafica OpenGL, il riconoscimento facciale, gestures, ecc.  L’Epiphany può essere costruito con un processo produttivo a 28 nanometri.

L’azienda americana spera di licenziare questa tecnologia ai principali produttori di chip Soc e sostiene di aver avuto riscontri positivi per ora.

Non ci resta che attendere i primi tablet o telefoni dotati di questa mostruosa potenza di calcolo.

[Via]

 

 

  • Sergio

    e che ci facciamo con tutta questa potenza in un telefonino? ho il galaxy SII da un paio di mesi ed onestamente non credo di aver mai sfruttano un quarto della potenza. a parte fare benchmark. anzi mi domando come fare a sfruttare sti due core che ho. giochi? buh. 70 gigaflops in un cellulare…. ma per favore. datemi una batteria che dura una settimana e che si carica un 10 minuti, una connessione che scarica i dati a 1gb, schermo che si legge tranquillamente alla luce del sole…

    • Mirko Girgenti

      e be insomma ci puoi far partire windows 7

      • http://twitter.com/alepezzato Alessandro Pezzato

        e crisys 2 no?

    • Anonimo

      Che te ne fai della batteria di una settimana? L’importante è che supporti con un po’ di margine un giorno intero di uso intenso e due o tre giorni di poco uso. Il sgs2 se lo moddi ce la fa tranquillamente, per inciso.
      Per quanto riguarda schermo e connessione hai ragione. Ma ovviamente sono campi diversi, se in italia non abbiamo le reti 4g e non le avremo decenti per anni, ringrazia gli operatori italiani.
      Quanto agli schermi, ci pensano samsung ed lg :P

      Secondo me un processore potente  è importante, soprattutto su tablet. Per giocare, ma anche per applicazioni di fotoritocco, browser… insomma è normale che ci si aspetti che i tablet di domani abbiano la potenza di calcolo dei pc di oggi.

      • Dragondevil

        che me ne faccio di un batteria che mi dura una settimana?? come si vede che non hai mai avuto BB!!

    • il pibe

      qualche anno fa avresti detto “beh che me ne faccio di un core i7 su un laptop??” ho già il mio pentium che va alla grande…

      ehehe
      poi nello specifico si tratta di uno studio più che di un prodotto pronto per il mercato…

  • Marletto Cazzone

    Spero che venga adottato al più presto dall’iPhone così i proprietari
    potranno trastullarsi ancora meglio e più a lungo di quanto già
    facciano, usandolo come vibratore anale.

    • Alo

      Ammazzati…

      • Marletto Cazzone

        Ma no dai, se no poi chi trovi che ti suggerisce il modo migliore per usare il tuo iPhone.
        Fino a poco prima che leggessi il mio messaggio, il tuo iPhone te lo passavi sulle labbra.
        Adesso invece ti ho aperto nuovi orizzonti.

        • Ospite

          Sei proprio furbo. Le sai tutte. Che dire, sicuramente parli per esperienza!

          Comunque se un giorno ti svegliassi con la voglia di scrivere un commento sensato, utile, o che almeno abbia qualcosa a che fare con l’articolo, non sarebbe male.

          • Marletto Cazzone

            Ma come faccio a farlo se sono sono un Troll?

    • Sandocan

      ahahhahha grande!

      • Marletto Cazzone

        Scorre Android, nelle vene, grande vento, nella notte calda si alzerà!

    • Federico Eremita Turbino

      Genio XD

  • http://twitter.com/alepezzato Alessandro Pezzato

    sarebbe interessante se i core inutilizzati si potessero spegnere. sfruttabile per il calcolo parallelo per grafica e computervision. piuttosto che andar su di Ghz…

    • Elegos

      A dir la verità le CPU moderne “spengono” i core inutilizzati. Lo metto tra virgolette perché un minimo di corrente serve sempre a mantenere i registri in ordine, ma principalmente se un core non viene utilizzato non è che vada a spendere energia a livelli apprezzabili, senza contare che i processori, compresi quelli dei cellulari, sono scalari (non è che un processore a 1.5 Ghz viaggi sempre a quella velocità!!). Sempre parlando di tecnologie delle CPU, gli Intel i7 permettono una suddivisione dei calcoli su differenti core, nonostante il programma sia mono-thread (con tutti i limiti del caso). Inoltre se noti i processori dei cellulari si sono assestati sui 1.0 – 1.5 Ghz, concentrandosi sulla miniaturizzazione e multi-core, cosa fondamentale tra l’altro per l’ottimizzazione dell’economia della batteria.