Francia: 20 milioni di euro per l’NFC

1 giugno 20114 commenti
Il governo Francese offrirà fino a 20 milioni di euro alle città francesi per finanziare la conversione all'NFC, l'innovativo sistema di pagamento elettronico contact less. Le metropoli transalpine potranno così utilizzare la Near Field Communication per i parcheggi a pagamento, per controllare l'accesso a musei, alle scuole e ai siti turistici. Le città dovranno presentare i propri progetti entro il 1° Luglio. Il governo Francese si porta, quindi, in un ruolo di primo piano nel supporto alla tecnologia NFC. Nizza, Parigi, Marsiglia, Strasburgo e Tolosa saranno le città pilota di Cityzi, questo il nome del grandioso progetto Francese (maggiori info sul sito ufficiale www.cityzi.fr).


Durante la fine del 2010 l’obiettivo degli operatori mobili francesi era di vendere 500 mila terminali NFC entro la fine del 2011, in particolare  Telecom-Orange si impegnò ad inizio anno per raggiungere tale obbiettivo, ma a causa di ritardi di produzione da parte dei produttori di cellulari con supporto NFC su SIM card, l’obiettivo sarà rimandato. Ad ogni modo, nonostante l’interessamento degli operatori francesi, saranno le grandi compagnie americane, come Google ed in futuro Microsoft, oltre ad Apple giocare i ruoli determinanti di questa grande rivoluzione digitale.

  • Paolo Porcedda

    Ma per l’NFC è necessario un componente dedicato, o è solo una questione software e si appoggia al chip wi-fi?
    Scusate l’ignoranza :P

    • Dangernet

      no, c’è bisogno di uno specifico chip…

    • Tommaso Barnini

      Serve un chip NFC per ora presente solo nel Nexus S per i dispositivi android in vendita in europa…

      • Lorenzo S.

        Volendo mi par di aver capito che c’è un altro device… ma ha una piccola pecca…. WINDOWS PHONE!!! LOL