Galaxy Note 3 VS Galaxy Note 2: che cosa è cambiato?

5 settembre 2013150 commenti
Poche ore fa Samsung ha ufficialmente tolto il velo al suo nuovo phablet top di gamma, chiamato ovviamente Galaxy Note III. Si tratta sicuramente di un ottimo dispositivo "al passo con i tempi, ma per chi è attualmente possessore di un Note II, varrà davvero la pena cambiarlo? Scopriamolo insieme grazie a questo confronto.

Partiamo subito da una semplice tabella realizzata dai ragazzi di Engadget:

confrontonote23

DIMENSIONI E DESIGN

Parliamo subito del design. Mentre il Note 2 sembrava un Galaxy S3 “ingigantito”, il Note 3 nella parte frontale ricorda vagamente il design del Galaxy S2, con i bordi più arrotondati e ovviamente un design diverso per quanto riguarda tasto home e tasti soft-touch. Anche il retro è completamente diverso: nel Note 2 avevamo una semplice cover di plastica mentre con il Note 3 avremo una texture in simil-pelle con tanto di cuciture ai bordi. Il flash della fotocamera sul retro ora non è più posto lateralmente ma è in basso.

Parlando di dimensioni, ci troviamo a due terminali praticamente identici: riassumendo il Note 3 è 1.1 mm meno spesso, meno largo di 1.3 mm e 0.1 mm più alto rispetto al Note 2. Migliorato anche leggermente il peso, che passa da 180 a 168 grammi. Il materiale principale utilizzato rimane il policarbonato, ma i tasti nella nuova versione del Note sono realizzati in alluminio proprio come su Galaxy S4.

DISPLAY E FOTOCAMERA

Mentre la tipologia di display rimane la stessa, ovviamente super-Amoled, Samsung ha fatto un grande passo avanti passando da 1280×720 a 1920×1080 pixel. I ppi quindi oltrepassano di molto la soglia “retina” (300 ppi) e immaginiamo che sarà ancora più difficile distinguere i pixel ad occhio nudo, se non impossibile. Dai primi hands-on sembra che la qualità del nuovo display sia paragonabile a quella che abbiamo sul display del Galaxy S4, quindi a nostro parere davvero ottima. Specifichiamo che le dimensioni sono passate da 5.5 a 5.7 pollici.

Per quanto riguarda la fotocamera, siamo passati da 8 a 13 megapixel e sono stati fatti passi da gigante. Il Galaxy Note 3 infatti è capace di registrare in:

  • UHD a 30 FPS
  • Full-HD a 60 FPS
  • HD a 120 FPS

E’ presente anche uno stabilizzatore, ma non sappiamo se si tratta di hardware o software. La fotocamera frontale passa a 2 megapixel ed è capace di registrare in Full-HD a 30 fps.

CPU, RAM E BATTERIA

Per quanto riguarda il processore, entrambe le versioni del Note 3 sono assolutamente su un altro livello rispetto all’Exynos quad-core che troviamo sul Note 2: grazie allo Snapdragon 800 o all’Exynos 5420 Octa-Core avremo prestazioni a dir poco incredibili, e decisamente superiori a quelle di CPU della generazione precedente. Aspettiamoci quindi maggiore reattività e più fluidità, a patto che Samsung abbia ottimizzato tutto al meglio. Il GB di RAM in più darà un ulteriore mano al Multi-Tasking, permettendoci di tenere ancora più applicazioni in memoria. La batteria aumenta di soli 100 mAh ed è sempre removibile, ma secondo l’azienda coreana l’autonomia è decisamente aumentata; staremo a vedere.

CONNETTIVITA’ E VARIE

In questo campo le novità sono poche, degno di nota il supporto al MHL 2.0 e all’USB 3.0 per la porta Micro-USB. Avremo inoltre un trasmettitore a infrarossi per comandare le nostre TV utilizzando il nostro smartphone come un telecomando. A bordo troveremo direttamente Android 4.3, l’ultima versione disponibile dell’OS di Google e avremo il pieno supporto al Bluetooth 4.0, per un ottimo risparmio energetico ad antenna accesa. I tagli di memoria rimarranno gli stessi, con ancora il supporto alle micro-SD fino a 64 GB.

S-PEN E NUOVE FUNZIONI

Per questa sezione, vi consigliamo di leggere questo articolo.

CONCLUSIONI

Vale davvero la pena cambiare un Galaxy Note 2 per un Galaxy Note 3? A mio parere, si. Il design è stato decisamente migliorato e nonostante i materiali non siano ancora “nobili” il dispositivo è sicuramente più accattivante e dall’aspetto “premium”. Innegabili anche i miglioramenti per CPU, RAM e Display, mentre tutto il resto rimane praticamente uguale, se non migliorato. Il Note 2 comunque rimane sempre un ottimo telefono, se non uno dei migliori attualmente disponibili. Probabilmente a breve il suo prezzo si abbasserà, vista l’uscita del nuovo modello, e se non volete avere il top in circolazione (in termini di specifiche) potrebbe essere ancora il telefono che fa per voi.

E voi cambiereste un Note 2 con il nuovo Note 3?

288€
Samsung Galaxy Note 2
SU
A SOLI
540€
Samsung Galaxy Note 3
SU
A SOLI
  • Guido

    Trovo assurdo che con un phablet di questo tipo non ci sia la radio FM, scelta NON condivisibile propria anche del fantastico S4. Di solito si aggiunge, non si toglie!!

  • augusti

    E passare da s3 a note 3 ???
    Cosa mi dite???

  • augusto

    Oppure passare da s3 a note 2 ???

  • lorenzo

    Io penso che mi terrò il mio fido note 2 che mi ha dato e continua a darmi tante soddisfazioni…nel note 3 non vedo queste novità che valgano più di 700 euro