Gameloft annuncia lo sviluppo di 4 titoli con Unreal Engine 3

28 febbraio 20112 commenti
Gameloft, il principale sviluppatore e publisher di giochi digitali e online, ha annunciato oggi un accordo di licenza multi-piattaforma con Epic Games Inc. che permetterà l'utilizzo del motore grafico Unreal Engine 3 in quattro nuovi giochi - due in uscita questo anno, e due nel 2012 - , offrendo un maggiore grado di realismo e un'accurata illuminazione degli ambienti.


“Gameloft è molto lieta di collaborare con Epic, in particolare per la loro capacità di anticipare le tendenze del mercato e per la loro abilità di offrire sempre agli sviluppatori il miglior motore di gioco del momento”, ha detto Julien Fournials, Vice President of Production di Gameloft . “L’utilizzo di Unreal Engine 3 ci permette di utilizzare una grafica di gioco caratterizzata da un’accurata illuminazione e da ambienti ricostruiti con un maggiore grado di realismo. Siamo sicuri che gli utenti saranno entusiasti dei nuovi giochi realizzati con Unreal Engine 3.”

“Non c’è dubbio che i quattro giochi che saranno realizzati con Unreal Engine 3 saranno sorprendenti dal punto di vista grafico e permetteranno di sfruttare al massimo le potenzialità dei device portatili”, ha dichiarato inMark Re, Vice President di Epic Games. “Siamo entusiasti di poter fornire la nostra tecnologia a Gameloft e ci auguriamo una collaborazione duratura”.

Con questo accordo, Gameloft prevede di realizzare nuovi giochi per le diverse tipologie di telefoni cellulari e piattaforme di gioco che consentono il download digitale, tra cui iOS, Android, PlayStation®Network e set-top boxes.

  • Metallaro

    Vai gameloft! Però oltre che la parte tecnica (impeccabile nei loro titoli) dovrebbero curare anche la trama, l’originalità del prodotto.

  • Anonimo

    Nintendo l’aveva intuito già l’anno scorso dicendo di essere più preoccupata da Apple che da Sony (oddio ora farebbe bene ad essere preoccupata e basta!).
    Hanno cercato ed esteso il mercato dei casual gamers, mercato che però sfortunatamente ben si adatta agli smartphone.
    Adesso smartphone e tablet vanno alla conquista degli hardcore gamers, è dura, visto l’arma che a fine anno metterà in campo Sony e soprattutto visti i limiti dei controlli per questo tipo di giochi, si vedrà ….