Gmail prende spunto da Google Search e Now per migliorare il servizio antispam

10 Luglio 20152 commenti

Stando al blog ufficiale di Gmail, Google si sta preparando ad affrontare alcuni cambiamenti nella manipolazione della spam che potrebbe confluire nella vostra inbox.

Stando all’annuncio, il colosso di Mountain View:

[…] starebbe portando la stessa intelligenza sviluppata per Google Search e Google Now per rendere il filtro spam più smart in molti modi.

Usando sistemi quali reti di neuroni artificiali, Google spera di rendere la gestione dello spamming sempre migliore ed in continua evoluzione, per far sì che si adatti all’esperienza d’uso di milioni di persone che inviano e-mail ogni giorno. Un’impresa mastodontica, dalla quale solo una ricchissima compagnia con le migliore risorse in circolazione potrebbe uscirne vincitrice.

inbox-gmail-400

I tre principali filtri aggiuntivi che riceverà Gmail saranno:

  • Per iniziare, i filtro spam userà una rete artificiale neuronale per individuare e bloccare lo spam più insidioso, che potrebbe sembrare di più una mail lecita.
  • Distinzione tra le vare inbox: non sono tutte uguali. Come magari il vostro vicino di casa possa amare le newsletter, magari qualcuno di voi le odia. Con tecniche di apprendimento dinamico del software, il filtro può ora rispettare e riflettere al meglio queste preferenze individuali.
  • Infine, è stato decisamente migliorato il meccanismo di smascheramento di mail phishing. Grazie ad un nuovo software di lettura dei segnali, ora Gmail può capire se il messaggio inviato venga effettivamente dal mittente, e in caso tiene alla larga le email fasulle.

Insieme a questi cambiamenti, Google ha inoltre annunciato lo strumento Gmail Postmaster, dando a chi invia legittimamente un modo di monitorare e gestire le email in uscita, aiutando ad organizzarle nel posto giusto e a non confonderle come spam qualsiasi.

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com