Google Glass: confermata la gesture “occhiolino” per lo scatto delle foto e Photo Sphere

29 aprile 20139 commenti

I Google Glass tengono banco sulla "bocca" dei principali siti web del settore tecnologico; dopo aver discusso le caratteristiche tecniche, le funzionalità, i commenti dei primi Explorer e molto altro ancora, ultimamente si era sparsa la voce di una gesture particolare che permetteva di scattare foto semplicemente con un occhiolino.

Grazie ad un video esplicativo pubblicato su YouTube, la caratteristica che permette di effettuare scatti fotografici semplicemente facendo l’occhiolino è stata confermata. Oltre a questo, tramite il profilo Google+ Living Thru Glass è anche stata confermata la funzionalità Photo Sphere, con un’immagine inserita all’interno del profilo del social network.

Con il passare del tempo sempre più caratteristiche e funzionalità emergono relativamente ai Google Glass; fino a dove potranno arrivare i nuovi occhiali tecnologici dell’azienda di Mountain View? Ora che è stato rilasciato il codice sorgente ci potremmo aspettare veramente di tutto.

httpvh://youtu.be/wGOYQ1Kn8cg

Loading...
  • teomod

    Quindi circa 12000 foto al giorno…

  • roberto

    Sai quanti prenderanno la cosa in maniera diversa ?? Lol

  • adel

    E chi ha tick nervosi??

  • Alberico73

    Secondo voi nn ci hanno pensato ai tik? Basta un occhiolino leggermente più lento del normale ed il gioco è fatto. Geni

    • adel

      Genio era una battuta… cos’è ti senti piu importante ora? Ahahah

  • davidedede

    E così Jack, che soffre di tic nervoso, non poté comprarsi i google Glass…

  • andrea

    questi glass non mi convincono, piu escono notizie e piu mi sembrano totalmente inutili, un bell’accessorio certo, ma se devo scegliere vado sullo smartphone

  • Marco

    e se ad uno non riesce l’occhiolino con l’occhio destro?

  • AF

    Ecco, questa è rivoluzione.

    Non so se vi ricordate quando è morto Woitila: i turisti passavano davanti alla salma, macchina fotografica alla mano, e tutti a scandalizzarsi e io pensavo: perché scandalizzarsi, prima o poi avremo un impianto cerebrale e strizzeremo l’occhio per fare una foto e nessuno se ne accorge.

    Pensate ai musei e a tutti i posti dove è vietato fotografare.

    Sì, questa è una rivoluzione, è un passo ulteriore nell’integrazione della tecnologia col corpo, chi indossa gli occhiali è in effetti un proto-cyborg.