Google Glass, il costo dei componenti è di circa 57 Euro

1 maggio 2014105 commenti
Anche se non è ancora disponibile al grande pubblico, Google Glass continua a far parlare di sè: l'innovativo terminale è stato messo a nudo, con un teardown al quale ha fatto seguito la classica compilazione del "bill of materials" relativo al dispositivo.

Dopo aver completamente disassemblato il device, il portale Teardown.com ha infatti passato in rassegna i prezzi relativi a ogni singolo componente: ne è venuto fuori che il costo totale stimato della componentistica di Google Glass è pari a 79.78 Dollari USA, vale a dire poco più di 57 Euro.

gsmarena-002

 

Ovviamente, sarebbe improprio confrontare tale dato con la cifra di 1500 Dollari attualmente richiesta per entrare nel programma Explorer: si tratta, infatti, di un prodotto destinato a fare da apripista di una nuova categoria, per elaborare il quale Google ha sostenuto e sostiene ingenti costi per ricerca e sviluppo; inoltre, la cifra di 1500 Dollari si riferisce all’accesso anticipato al device, mentre il prezzo finale, secondo indiscrezioni, potrebbe aggirarsi intorno ai 600 Dollari.

Un portavoce Google ha in ogni caso definito le stime di Teardown.com “assolutamente sbagliate”, pur rifiutandosi di fornire ulteriori dettagli.

  • Pingback: Google Glass, il costo dei componenti è di circa 57 Euro - WikiFeed()

  • http://androidforum.forumfree.it/ SPAstef

    Diciamo che essendo gli unici a fare questi genere di cose per il grande pubblico, ci speculano anche un po’ sopra. Ma si è sempre fatto cosi. OnePlusOne è la prova

  • robby0070

    600 € li potrei anche capire ma 1500 proprio no

    • Luca Pulpo

      Viso quanto spendono di componenti, nemmeno 600€ li capirei

      • robby0070

        straccione

        • Luca Pulpo

          Grazie per il complimento gratuito

          • alex

            Cmq, mica siamo tanto lontani dal rapporto con gli smarthphone..

          • Luca Pulpo

            Vero, ma non è un dispositivo stands alone, necessita di un collegamento perenne con uno smartphone per funzionare, oltre al fatto che non ha tutte le funzioni di uno smartphone. Se lo piazzassero a 200€ sarebbe già diverso, come sta facendo samsung con il galaxy fit e i gear, ad un prezzo maggiore non so quanto valga la pena.

          • alex

            Sicuro?
            Ricordavo funzionasse ank solo…
            Cmq nn si può paragonare a un gear, 300€ come primo prezzo sarebbero già ottimi!

          • http://facebook.com/theindeeprock fuma23

            Ma in uno dei primi porno girati coi glass, non che l’abbia visto eh…, ma di cellulari non mi pare di ricordarne (ops!), a meno che non fossero ben nascosti non riesco proprio a immaginare dove… ;)

        • alex

          Insensato .-.

  • Pingback: Google Glass, il costo dei componenti è di circa 57 Euro | mobilemakers.org()

  • Pingback: Google Glass, il costo dei componenti è di circa 57 Euro | Crazyworlds()

  • Emiliano Giuseppe Pratici

    A € 200 (massimo, massimo € 300,00) li potrei anche comprare. Sopra, senza in alcun modo voler offendere gli sforzi profusi destinati alla creazione, destinerei tale importo ad altre spese.

    • D311

      È incredibile come ogni volta i tuoi commenti siano sempre più inutili e non esprimano assolutamente nulla

  • Marco

    Adesso tutti a dire che il costo di vendita é assolutamente sproporzionato e che non li compreranno per il suddetto motivo.

    Quando capirete che il costo di un dispositivo é composto dalle seguenti voci di costo: componentistica, progettisti, designer, tester, personale più o meno qualificato, linee produttive, costi energetici, costi aziendali e burocratici, prototipi, licenze software/hardware, spese legali, spese di marketing, costi di apedizione, utile del produttore ed eventualmente utile del rivenditore?

    Se fosse per voi qualsiasi società/azienda/artigiano/altra figura professionale diversa da quelle appena citate dovrebbe lavorare a gratis e senza nemmeno pagare il 95% dei fornitori ed il 100% del personale.

    E sempre per queste persone ottuse: ma andate a zappare la terra in un campo minato del Vietnam per favore.

    • dirx

      Ci sono una miriade di dispositivi che per essere fabbricati non superano i 200 euro di produzione e vengono venduti a 500 600 700 euro…questi occhiali hanno un costo di produzione che anche con tutto quello che vuoi non supera i 200 quindi 1500 vedi un po’ te

      • dome90

        Infatti 1500$ è solo per avere un accesso anticipato dell’oggetto, non è il prezzo per venderlo al pubblico! Comunque daccordissimo con Marco!

        • dirx

          Vedo che non hai afferrato il concetto lo so bene che sono per l’accesso ad explorer ma ad ogni modo sono prezzi ultraspeculativi e lo saranno anche dopo, forse in maniera minore ma sempre molto oltre il prezzo onesto.

          • dome90

            Okk… Ma credo che anche tu se creassi qualcosa vorresti guadagnarci al massimo, oltre che non perderci per dover pagare tutti i dipendenti!

          • LucaS2

            Beh ma il margine di guadagno è a scelta del produttore. Perchè non farli pagare 3000 allora? Pensano che siamo tutti scemi.

          • Giardiniere Willy

            io li farei pagare 27milioni di euro (la prima rata ovviamente)

          • Lorenzo Soannini

            Il prezzo al pubblico sarà sicuramente molto superiore al prezzo di produzione perché dietro quegli occhialini ci sono da pagare anche i costi dei dipendenti, della sperimentazione, della ricerca e dello sviluppo della tecnologia, i macchinari e tutto il resto! Le cose sono veramente molte.
            Anche se sicuramente potranno permettersi di abbassare di un po’ un eventuale prezzo per il pubblico.

          • Piero

            Hai dimenticato il costo degli avvocati per difendersi da tutte le accuse di violazione della privacy che arriveranno :)

          • Lorenzo Soannini

            Veramente è Google che ha brevettato per primo questa tecnologia, e anche le lenti smart, per cui le accuse stanno a zero…

      • marco

        OK allora vieni con me a sviluppare software io faccio il mio prezzo e tu fai solo il costo dei “materiali” (e niente introiti da adv). Vediamo chi poi sopravvive/cresce sul breve/medio/lungo periodo.

  • Simone Frigato

    Addirittura 600…ma saranno 200 credo, non di più… Più di un N5? Ma non credo

    • DevastatorTNT

      Credi male….

  • Blu-Sky

    Cmq sia, resta il fatto che 1.500$ sono davvero tanti soldini!!!

    • pirata_1985

      per te che sei uno straccione

  • Pingback: Google Glass, il costo dei componenti è di circa 57 Euro - HostingPost.itHostingPost.it()

  • alex

    -.-
    E ti sembra una risposta razionale?
    Fammelo tu un paio di glass, poi te lo pago 200€
    Ma vabbé.. Non rispondo più u.u

    • Luca Pulpo

      Non so se hai notato ma è un troll che si è iscritto con il mio nome

      Edit, e mi ha pure copiato la foto. Roba di classe.

      Edit 2. Anche il primo insulto nei miei confronti è stato scritto da questo simpaticone e non dal robby 0070

      • alex

        Ah, quante persone indaffarate o.o”
        Proverò a farci caso la prox volta ;)

      • Roy_Batty1

        Comunque tutti questi cloni evidentemente non sanno che il furto d’identità è un reato penale anche su internet e che si può andare in carcere da 14 anni in su. Prima o poi qualcuno che si rompe le palle e denuncia lo trovano.

  • Nicola

    Mettiamola così. Comprate del marmo e uno scalpello. Poi vediamo chi di voi è in grado di creare il David. tanto gli strumenti e la materia prima non costano nulla.

    • NonLeggoLeRisposte

      Mettiamola così.. Compra del letame per il tuo orticello e vediamo se coltivi l’anguria più grossa del mondo! Ma che ragionamento è? Stai scherzando vero? Esiste gente malata fino a questo punto per Google/Apple/Samsung o che dir si voglia? Che schifo..

      • leggile e impara qualcosa

        Se un giorno inventetai qualcosa di eccezionale non penso che lo farai vendere al solo costo dei materiali

        • fluxbox

          ma non penso che ne metterai uno soltanto in vendita… suvvia è speculazione bella e buona, oltre che un vero schiaffo alla miseria

          • italba

            No, è un prototipo costruito in piccola serie ed il prezzo alto serve apposta per scoraggiare gli utenti in modo da non averne troppi. Quando Google deciderà di partire con la produzione di massa ovviamente fisserà un altro prezzo.

          • tuamadre

            Potrebbe essere una speculazione come dici tu, ma allora li venderebbero già su scala mondiale e ne produrrebbero il più possibile, così farebbero i miliardi come Apple.
            Oppure quel prezzo è semplicemente un primo ammortizzamento per le enormi spese di sviluppo che google ha, sta e affronterà. Voi credete che un dispositivo nasca in un giorno? dietro ci sono mesi di progetti, prototipi, per capire come incastare le componentistiche interne, per vedere efficienza, problemi fisici, surriscaldamenti, contatti e scarichi. Poi ci sono le ottimizzazioni software e altre milioni di cose. Tutto questo ha dei costi. I prezzi non sono fatti a caso per arrotondamento per eccesso. Ci sono stime e previsioni di mercato, ammortizzamenti passati e futuri e altre milioni di opinioni che influiscono. Se volete che le ditte continuino ad innovare, dovete capire che hanno bisogno di risorse. Se vendessero per andare in pari, nessuno avrebbe le risorse per fare il secondo progetto.

      • super

        Ahahahahahaha sfamato ancora

    • Valentina

      L’arte è qualcosa di unico e non riproducibile, le grandi aziende invece sfornano migliaia di questi pezzi.

  • Nexus5Owner

    Sinceramente i prezzi che hanno dato ai componenti mi sembra un po’ basso… E poi mettere tutti i componenti in un paio di occhiali non è gratuito… Penso che facendo questo tipo di calcolo con prodotti tecnologici si ottiene un risultato simile…

  • bartweb mitiko

    Facciamo 1 esempio semplicissimo: una pizza capricciosa la pago 6 euro ma in realtà gli ingredienti usati in complessivo arrivano al max a 2 x (essere buoni visto che nella mia pizza fatta in casa spendo 1,65 :-).
    Cmq comprerò una pizza non al doppio ma al triplo.
    Bisogna ora capire che in quei 6 euro c’è anche la mnodopera del cuoco con relativo stipendio, gas, luce, affitto del locale ecc.

    Ma c’è anche da dire che se il cuoco vendesse la pizza a 20 euro, sarebbero veramente in pochi a comprarne una. Magari potrebbe dire che è una pizza speciale, unica, che è il ridultato di espetienza, studio e applicazione di anni di carriera. Aumenterebbe la curiosità delle persone, ci sarebbero più vendite ma il suo prezzo rimarrebbe cmq troppo alto e con pochi acquisti non è difficile chiudere baracca.

    Ecco secondo me questo google glass è una pizza di 20 euro!. Finchè non scende ad almeno 10 euro la vedo dura!

    • Lol

      A Napoli le pizze di 20€ le vendono ogni giorno, con i locali pieni. Conta la qualità.

      • ruben

        Hahah dai non esagerare..io pago 10 euro max.. pizza e cocacola.. poi dipende dal posto.. ma non ho mai pagato 20 euro.. xD

        • lvx

          Sì vede che non abiti a Roma. Dove la pizza fa schifo, tra le altre cose.

          • Pignolatore

            Infatti si parlava di Napoli?!
            -.-‘

      • fluxbox

        alla faccia io massimo ho pagato 7 euro per una pizza a Napoli, ed era molto elaborata :)

  • mo sti cloni l’hanno rotto!

    E che ca@@o!

  • Ruppolo

    Qual’è il costo dei componenti de La Gioconda?

    • italba

      E quali sono “gli evidenti svantaggi dell’impermeabilità del Samsung S5″?

      • Ruppolo

        Com’è che ci hai messo così tanto a fare questa scontata domanda?
        Gli svantaggi (della becera soluzione Samsung) sono che di fatto lo smartphone non è impermeabile, ma lo hanno reso tale con dei tappi in gomma, che vanno tolti e rimessi ogni volta che devi attaccare i cavi.

        • italba

          Una bottiglia quindi può contenere un liquido solo se ci metti il tappo. Ma va! Sei per caso discendente del signor De Lapalisse? E tu che avresti proposto, un campo di forza al plasma? E comunque i tappi di gomma non vanno tolti e rimessi, rimangono attaccati al telefono.

          • Ruppolo

            Ma sei talmente piccino da non aver ancora capito che il tappo va tolto se vuoi bere dalla bottiglia? E si che dovresti aver superato l’età del biberon.

          • italba

            Ed anche il tappo dell’usb va tolto se la vuoi usare. E allora? Come avresti risolto tu?

            p.s. Dai tuoi commenti mi pare che sei passato direttamente dal biberon al boccione della grappa.

          • Ruppolo

            Come avrei risolto io? Con un connettore impermeabile, in cui anche se entra l’acqua non filtra all’interno. Oggi poi esistono vernici che sfruttano la nano tecnologia per rendere idro e oleo repellente qualsiasi materiale, userei tale vernice all’interno dei connettori. Le opzioni sono molte. Il tappo in gomma è roba di 50 anni fa.

          • italba

            E già. E che problema c’è con i contatti elettrici della presa usb? Basta VERNICIARLI! GENIALE!!!! Ovviamente deve essere una vernice conduttiva, ma non tanto, se no fanno cortocircuito fra loro… Ma hai mai pensato di andare a lavorare per la NASA? Potresti essere utilissimo per la nuova missione A…POLLO!

          • Ruppolo

            O magari basta verniciare le pareti interne del connettore, magari solo parzialmente al imboccatura.
            Ma tu lavori? Che mestiere fai?

          • italba

            Ma certo, così l’acqua entrerà solo parzialmente! Ma smettila di renderti ridicolo!

            p.s. E a te che ti frega?

          • Lorenzo Soannini

            Dal MIO punto di vista, le chiacchere stanno a zero!
            Preferisco avere un “tappo di gomma” che funziona e rende lo smartphone impermeabile, che uno smartphone che non lo è per niente…
            Almeno per me, dover togliere un tappo non è un’azione che richiede chissà quale sforzo.

            Mi permetto di riusare il tuo esempio: la porta la chiudi a chiave per proteggere la casa, anche se compi lo “svantaggio” di dover usare la chiave; non mi sembra che però attualmente nessuno sia morto per aver girato una chiave, mentre c’è chi è morto per non averlo fatto.
            Dover usare la chiave è uno svantaggio? Mi sembra che il vantaggio che però ne segue superi lo svantaggio di girare la chiave!

            Lo stesso discorso si può fare con gli smartphone: lo svantaggio di dover togliere il tappo è minore rispetto al vantaggio dell’impermeabilità che offre.

            Attualmente la tecnologia più efficiente e pratica da usare e sopratutto da costruire è il tappo di gomma, poi sicuramente tra non molto tempo si riuscirà ad usare una tecnologia più sofisticata e comoda da usare, e la Sony sarà la prima ad adottarla!

          • Ruppolo

            Il tappo in gomma è la soluzione più becera, dopo il sacchetto di plastica, che esista sulla faccia della terra.

          • Lorenzo Soannini

            È la più pratica e di facile utilizzo che la tecnologia permette attualmente. Quando le altre tecniche (tra le quali anche quelle citate da te) saranno sperimentate più a fondo e non avranno più problemi, i tappi potranno essere sostituiti.
            Conosci altri termini oltre a “becero”?

          • Ruppolo

            Quindi i sottomarini sono pieni di tappi in gomma? E le dighe?
            Oltre “becero” conosco almeno una decina di altri termini qui ben conosciuti, ma non si addicono ad un Cristiano.

          • Lorenzo Soannini

            Constato nuovamente che non leggi attentamente quello che gli altri scrivono…
            Ti sembra che la tecnologia applicata possa essere attualmente utilizzata per uno smartphone? La risposta è no! Ci sono molte altre alternative ai tappi di gomma, ma devono essere sviluppate meglio e non sono ancora pronte per essere montate su un dispositivo per la vendita. Il fatto è che le altre alternative hanno tutte dei difetti che devono essere rimossi prima di poter essere usate, perciò per il momento i tappi di gomma sono l’opzione migliore per chi necessita di uno smartphone impermeabile.

          • Ruppolo

            Un connettore a tenuta stagna, no, eh?
            Aspetta che devo specificare meglio, perché ci sono molte zucche vuote: è irrilevante se entra acqua nel connettore, l’importante è che non vada oltre, dentro lo smartphone.

          • Lorenzo Soannini

            Mi ricorderò male io, ma mi sembra che ci siano stati numerosi casi in cui l’acqua è riuscita ad entrare all’interno, il che secondo me significa che è una delle opzioni migliori per avere l’impermeabilità ma forse andrebbe rivista ancora un po’. Se invece nel frattempo i problemi sono stati risolti allora hai ragione tu, è molto più pratico.

          • Ruppolo

            Non so cosa tu ricordi, io non sto parlando di cose passate, ma di cose a venire: vorremo un connettore stagno nei nostri smartphone. Io, perlomeno, lo vorrei.
            Riguardo i connettori stagni, penso che esistono perlomeno da quando l’uomo è andato sulla Luna.

          • Lorenzo Soannini

            Esistono da molto, è vero, sono più comodi dei “tappi” (che non sono poi dei tappi ma lasciamo perdere), è ancora una volta vero, ma non sono ancora perfetti per essere messi in uno smartphone visto che è capitato diverse volte che non hanno funzionato a dovere.

            Non capisco comunque tutta questa avversione per i tappi: funzionare, funzionano! Non credo che a chi serve uno smartphone impermeabile venga un infarto per sollevare un gommino (fissato al telefono) una volta al giorno per ricaricarlo.

          • Ruppolo

            ” ma non sono ancora perfetti per essere messi in uno smartphone visto che è capitato diverse volte che non hanno funzionato a dovere.”

            Cioè tu hai avuto degli smartphone con connettori dichiarati a tenuta stagna e non hanno funzionato a dovere? Questa mi è nuova, illuminami.

            “Non capisco comunque tutta questa avversione per i tappi: funzionare, funzionano!”

            Anche le ciabatte funzionano, ma prova a scendere una pista da sci con le ciabatte.

            “Non credo che a chi serve uno smartphone impermeabile venga un infarto per sollevare un gommino (fissato al telefono) una volta al giorno per ricaricarlo.”

            Certo che no, come non gli viene un infarto se la batteria dura 2 ore e va messa in carica 6 volte al giorno.
            Ma forse l’assenza di infarti non è sufficiente…

          • Lorenzo Soannini

            È già, mi è successo… Ma ti dico di più: non sono l’unico!

            Esempio completamente inappropriato. Con i tappi l’acqua non entra ed è SICURO.

            La durata della batteria è un problema degli iPhone, il Galaxy S5 non ha minimamente problemi con la batteria, grazie alla batteria in sé e al software decisamente più leggero, senza contare il Power Saving Mode.

          • Ruppolo

            “È già, mi è successo… Ma ti dico di più: non sono l’unico!”

            Bene, ti credo. Dove devo inviare la raccomandata RR con la richiesta di informazioni su questo ancora ora a me ignoto dispositivo?

            “Esempio completamente inappropriato. Con i tappi l’acqua non entra ed è SICURO.”

            Anche con un sacchetto di plastica.

            “La durata della batteria è un problema degli iPhone”

            No, è un problema degli utenti dell’app Facebook. Ma cosa c’entra la batteria con i tappi?

            “il Galaxy S5 non ha minimamente problemi con la batteria,”

            Ottimo, e cosa c’entra con i tappi?

            “grazie alla batteria in sé e al software decisamente più leggero,”

            A parte che il software Android è il più pesante di qualsiasi di tutti gli smartphone, visto che ha bisogno di una macchina virtuale per funzionare, cosa c’entra con i tappi?

            “senza contare il Power Saving Mode.”

            Il modo in cui uno smartphone cessa di essere uno smartphone? Ok, ma cosa c’entra con i tappi?

          • Lorenzo Soannini

            Non voglio parlare con i bimbi dell’asilo… I “tappi” funzionano, poi se tu li trovi scomodi (mi sembra assurdo però), è un altro discorso, ma non iniziamo a dire fesserie!

            “No, è un problema degli utenti dell’app Facebook. Ma cosa c’entra la batteria con i tappi?”

            Siamo al delirio! Sei tu che hai tirato fuori il discorso

            “Ottimo, e cosa c’entra con i tappi?”

            Siamo al delirio! Sei tu che hai tirato fuori il discorso

            “A parte che il software Android è il più pesante di qualsiasi di tutti
            gli smartphone, visto che ha bisogno di una macchina virtuale per
            funzionare, cosa c’entra con i tappi?”

            A parte che io mi riferivo ai progressi all’interno di Android e in particolare della Touchwiz, siamo al delirio! Sei tu che hai tirato fuori il discorso.

            “Il modo in cui uno smartphone cessa di essere uno smartphone? Ok, ma cosa c’entra con i tappi?”

            No, il modo in cui uno smartphone consuma pochissima batteria in casi di estrema importanza o che può essere attivato quando non hai bisogno di tutte le funzioni smart del tuo smartphone! Ma siamo al delirio! Sei tu che hai tirato fuori il discorso.

          • Ruppolo

            Il dito e la luna. Riferito alla “batteria”, altrimenti non capisci.

          • Lorenzo Soannini

            Capisco molto bene, tranquillo ;)

          • Ruppolo

            Meno male, son contento :-)

          • Giuseppe pippone

            Ma andate a fare in culo voi e il tappo dello smartphone, se ti cade il telefono in acqua è risaputo che sei un ritardato.

          • Lorenzo Soannini

            Se permetti a quel paese ci vai tu. Non mi metto nemmeno a spiegarti il tutto perché con uno che risponde con tanta ignoranza come la tua non si può ragionare… Che tra l’altro a me non è MAI cadutto in tutta la mia vita un diapositivo elettronico in acqua, quindi io se fossi in te mi asterrei dall’offendere senza sapere le cose.

            Naturalmente un commento da vero ignorante quale sei, merita solo di essere segnalato agli amministratori.

          • Ruppolo

            Giusto per farti capire che non comprendi nemmeno le cose più elementari, i contatti sono tutti metallizzati con metalli inossidabili, come nickel, argento o oro, molto conduttori, eppure non avviene alcun corto circuito, sai perché? Perché vengono metallizzati separatamente, prima di essere montati nel connettore. Così sarebbe anche per una eventuale vernice conduttiva. Banale, ne convieni? Allora perché parli senza prima pensare?

          • italba

            Allora devi solo sviluppare una vernice idrofobica, oleofobica, conduttiva, che resista allo strisciamento dei contatti all’inserzione almeno qualche centinaio di volte per risolvere un problema (il tappo di gomma) che ti sei inventato tu al momento e che, con tutta probabilità, sarà comunque superato in pochi anni, quando i contatti “wired” non li userà più nessuno. Auguri, dopo la farai brevettare dalla tua beneamata!

          • Giardiniere Willy

            Non dirlo a nessuno, ma la vernice si gratta via a furia di metterelo spinotto

        • Giardiniere Willy

          Te l’avevo chiesto anch’io, ma non mi avevi risposto. Tuttavia questo commento dimostra la tua (scusami) stupidità. Non è per offenderti, ma i “tappi” ce li avevo anche ad un vecchio samsung con lo slide (di quelli che si usavano sei anni fa circa) e non ho mai avuto problemi con quei “tappi”. Inoltre il telefono NON era impermeabile. Aggiungo che il suddetto “tappo” non è un’esclusiva di s5, poichè lo hanno anche sony xperia z, z1 e z2 (solo per elencare i più famosi, ma sono molti di più).
          Dunque ti chiedo: quanto ti paga apple per arrivare a dire che la concorrenza produce smartphone che hanno degli svantaggi, quando è assolutamente evidente che i vantaggi superano di gran lunga questi?
          Oppure: quanto sei ossessionato dall’azienda di Cupertino per affermare ciò?
          Ti rendi almeno conto che il tuo discorso sta in piedi come uno steso a terra (ovvero, nel caso non ci fossi arrivato a ciò che intendo dire, NON STA IN PIEDI)?

          • Ruppolo

            Se non rispondo immediatamente non significa che non voglio rispondere.
            Riguardo la mia stupidità (e il tuo inutile esempio), considera il coperchio copri obiettivo su alcune macchine fotografiche. Un tempo il coperchio lo avevano tutte, e prima ancora nessuna (poi si è capito che era meglio proteggere l’obiettivo). Oggi molte fotocamere non hanno più il coperchio, ma un sistema automatico a tendina. Questo fa si che per l’utente è come se il coperchio non esistesse, non è più costretto a togliere e mettere il tappo continuamente.
            La soluzione Samsung è una soluzione a basso costo, becera: tappi di gomma da togliere e mettere continuamente, come i coperchi copri obiettivo.

            Ora vedremo la soluzione Sony.

          • italba

            Guarda che sul bordo di un telefono c’è molto meno spazio che davanti l’obiettivo di una fotocamera! E tu vorresti metterci uno sportellino motorizzato, e magari anche un sensore che te lo apre automaticamente quando avvicini il cavo? Ma non hai idea di quello che dici!

          • Ruppolo

            Ma non capisci che è solo un esempio per rendere l’idea di uno svantaggio?

          • italba

            E’ uno svantaggio (termine sbagliato: sarebbe meglio difetto, se proprio ci tieni a considerarlo tale) relativo ed è comunque la soluzione più pratica se vuoi mantenere i connettori “wired”. L’alternativa vera? Fare tutto wireless, e già oggi è possibile.

          • Ruppolo

            Non è un difetto, altrimenti faremmo valere la garanzia. È solo una implementazione becera, da poveretti. Una implementazione che comporta degli svantaggi, a fronte dei vantaggi.
            Faccio una SEMPLICE analogia: una porta con chiave ha il vantaggio che tiene fuori gli estranei ma lo svantaggio che devo usare la chiave ogni volta per aprire e chiudere. Non è un difetto, ma uno svantaggio. Se invece della chiave ci fosse un sistema di riconoscimento automatico, userei la porta come una porta senza chiave, ma con il vantaggio della chiave.

          • italba

            Ma il tuo iCoso che protezione ha per il connettore?

          • Giardiniere Willy

            un campo gravitazionale contrario

          • italba

            Davvero? Io pensavo fosse il campo di forza di Star Trek!

          • Giardiniere Willy

            in realtà la apple sfida la legge di lavoisier. quando si avvicina alla presa, l’acqua si distrugge! Attenzione, non ho detto che si trasforma in aria innocua, ma si distrugge, scompare nel nulla

          • italba

            Non è vero che scompare nel nulla, la trasferiscono via iTunes!

          • Giardiniere Willy

            Non me la sono presa perchè non mi hai risposto tranquillo :P
            comunque il fatto è che, ora come ora la tecnologia ha potuto fare solo quello. Alla fine secondo me i vantaggi sono di più degli svantaggi, quindi possiamo tenercelo. Poi c’è un piccolo grande problema: il tappo copre la presa micro-usb che conduce l’elettricità alla batteria. Come puo fare samsung per isolarla dall’acqua senza compromettere il passaggio di corrente o dati? Non escludo che la soluzione esista (l’hanno fatto alla sony con il jack) ma si tratterà di qualcosa di differente e più dispendioso che non avrà voluto sfruttare. Personalmente quelli sportellini non li trovo così scomodi. poi fai te

          • italba

            Guarda gli obiettivi professionali da migliaia di euro se hanno il coperchio o il “sistema automatico a tendina”! E poi il coperchio sull’obiettivo è sempre esistito. Con le vecchie macchine a lastra serviva da otturatore!

          • gigi

            direi………… becera!

  • marco777

    Aggiungo un altro gruppo di persone ottuse: quelle che non leggono!

    1500$ SONO PER AVERE I GLASS PRIMA DELL’USCITA!!!

    Non è il prezzo di vendita, è il prezzo a cui gli sviluppatori possono comprare una versione, probabilmente non ancora prodotta in massa, dei glass, per sviluppare le applicazioni prima dell’uscita! Se il prezzo fosse più basso li comprerebbero cani e porci e google si troverebbe con le critiche di chiunque perché non funzionano bene, perché a quanto pare molti pensano che siano in commercio, invece no, soni un prototipo!

    Io sinceramente il prezzo di 600$ è la prima volta che lo sento, e secondo me è troppo per un dispositivo che necessita di uno smartphone… Ma attendo per informazioni ufficiali prima di lamentarmi troppo…

    • Ruppolo

      Mai visto vendere prototipi in serie.

      • marco777

        Mai visto vendere i Google Glass in serie.

        • Ruppolo

          Li vendono in parallelo?

          • marco777

            Sono stati in vendita per il pubblico solo il 15 aprile in numero limitato, e era la versione Explorer, che non è quella destinata al mercato… Fai te.

  • marco777

    La stima è errata, il display e il touch insieme vengono fatti costare 3$, mentre dovrebbero costare 50-100$, basta fare qualche ricerca… Ma qualcuno legge gli articoli prima che siano pubblicati?

  • lvx

    Con 1500 euro mi faccio 14/15 escort.

    • Pignolatore

      Non hai ovviamente idea di cosa stai dicendo.

  • asd

    Questa cacata del “costo dei componenti” è puro esercizio di stile, senza alcuno scopo logico. Provate a chiedere a chi l’ha fatta se riesce a trovare i componenti REALMENTE a quel prezzo ! HAHAHAHAHAHA. Oh, se veramente quello è il costo, glieli pago il quadruplo , me li spedica in contrassegno. Spese a mio carico. Mavacacare,va’ !