Google-Motorola: il 13 Febbraio la decisione della Commissione Europea

21 gennaio 20127 commenti

Una delle notizie più importanti e discusse nel 2011 è sicuramente l’acquisizione di Motorola da parte di Google. Mossa che inizialmente aveva fatto infuriare colossi come Samsung, Sony Ericsson, LG ed HTC, i quali pensarono inoltre di abbandonare il progetto, e che successivamente, dopo le spiegazioni di personaggi importanti dell’azienda, come Andy Rubin ed Eric Schmidt, aveva fatto capire che l’interesse sarebbe stato esclusivamente del grande portafoglio di brevetti di proprietà Motorola. Adesso spetta alla Commissione Europea rendere ufficiale e completa l’acquisizione.

Ancora oggi, l’acquisizione non è del tutto completa, ed a renderla tale servirà il giudizio della Commissione Europea, il quale dovrebbe arrivare giorno 13 Febbraio, data fissata dopo che la stessa commissione aveva sospeso la seduta il 10 Gennaio, ultimo giorno utile al colosso di Mountain View per presentare tutti i documenti.

Dopo aver ottenuto le approvazioni di tutti gli azionisti di entrambe le società, la strada per rendere l’acquisizione completa non è stata molto semplice. Adesso sarà il turno della Commissione Europea decidere se Google potrà acquisire Motorola per una cifra vicina ai 12.5 miliardi di dollari, sempre se tutto risulta essere in regola e non viola nessuna legge.

Dopo di ciò tutto passerà nelle mani dei commissari dell’Antitrust degli Sati Uniti, i quali dovranno valutare attentamente se il matrimonio tra le due grandi società si possa concludere.

Entrambe le società non sembrano preoccupate e si mostrano fiduciose; non sembra che ci sia la possibilità che l’accordo non si possa concludere. Anche perché l’intento principale, forse unico, di Google sarebbe di impossessarsi dei tanti brevetti di proprietà intellettuale della casa alata, in modo tale da proteggere, in qualche modo, Android dalle continue battaglie legali.

Inoltre Motorola continuerà a lavorare nel settore come ha sempre fatto dalla sua nascita e BigG non influenzerà quest’ultima.

Vedremo come si concluderà l’appuntamento del 13 Febbraio. Fumata bianca o fumata nera?

 

Via

Loading...
  • Niccolò Tacconi

    boh..secondo me non è vero che htc-samsung-lg-sony e compagnia bella non avranno ripercussioni in tal senso..normale che poi il lavoro di google per android nei confronti di motorola sarà totalmente differente..magari leveranno motoblur che fa cagare (e questo è sicuramente positivo) ma il fatto che samsung voglia fondere bada co tizen per creare una valida alternativa..e non mi stupirei se htc sfornasse nuovi dispositivi con l’ottimo webOs magari con interfaccia sense!

  • Massi47911

    non vedo perchè dovrebbero bloccare l’acquisizione, del resto quelli di apple (che fanno sia software sia hardware) non si vantavano di incassare più utili di tutti quelli di android messi insieme?

  • MrMirror

    Che cosa avrebbero da guadagnare produttori come samsung ad abbandonare android e l’eco-sistema che si è creato in favore di bada/tizen che sono morti in partenza

  • Baronz

    Scusate ma… Google è statunitense, motorola pure… che c’entra la commissione europea ?

  • Leomaxi40

    gia con il Photon 4G e Atrix 2 sono senza motoblur

  • Leomaxi40

    bhe Apple fa solo software per l’hardware è un assemblato di varie marche

  • Pingback: Google-Motorola: per la Commissione Europea si può fare – Androidiani | Androidiani.com()