Google nega i servizi Books agli utenti iPhone ed iPad

11 settembre 201172 commenti

Tramite e-mail Google ha comunicato agli utenti iPhone ed iPad che utilizzavano i servizi offerti da Google Books alcuni cambiamenti per quanto riguarda il download di nuovi contenuti e-Book. Il colosso di Mountain View è stato costretto a rimuovere l'applicazione dall'App Store Apple a causa della nuova politica sugli acquisti approvata dall'azienda di Cupertino, che dopo essere entrata in vigore consentirebbe l'acquisto di contenuti esclusivamente tramite iTunes.

Le nuove politiche sulle modalità d’acquisto via app inserite nei regolamenti dallo scorso Febbraio consentirebbero l’acquisto di un qualsiasi contenuto solo ed esclusivamente tramite iTunes, anche se i contenuti da acquistare non sarebbero stati realizzati e pensati dai team di pensatori della mela morsicata.

Inoltre ad Apple, grazie a questa nuova politica, spetterebbe il 30% dei guadagni per ogni acquisto tramite iTunes. Proprio per questo motivo BigG ha pensato bene di ritirare dall’App Store dell’azienda di Cupertino l’applicazione Google Books.

Tempo fa anche Amazon fece una cosa simile; la famosa azienda di commercio elettronico statunitense avrebbe deciso di cambiare alcune modalità d’acquisto di contenuti. Se prima i contenuti erano acquistabili tramite l’applicazione Kindle successivamente fu inserito un link di re-indirizzamento verso lo Store ufficiale Amazon dal quale era possibile fare shopping.

Ognuno cerca il proprio modo per guadagnare sempre di più; si cerca il guadagno anche su un’applicazione dal misero costo di pochi euro. Secondo voi quale azienda potrebbe aggiudicarsi il “Premio Avarizia”?

Via

Loading...
  • Hanno fatto più che bene. Apple chiede 99$ l’anno solo per l’account developer. In più costringe a stare legati ad itunes e prende il 30% dei guadagni degli sviluppatori.
    Google invece “solo” 25$ dollari alla registrazione e, se non erro, il 25% dei guadagni. Decisamente  IOS non è una piattaforma vantaggiosa per i piccoli sviluppatori…che sono praticamente costretti a fare app a pagamento e non gratis altrimenti non “tirano avanti”

  • Hanno fatto più che bene. Apple chiede 99$ l’anno solo per l’account developer. In più costringe a stare legati ad itunes e prende il 30% dei guadagni degli sviluppatori.
    Google invece “solo” 25$ dollari alla registrazione e, se non erro, il 25% dei guadagni. Decisamente  IOS non è una piattaforma vantaggiosa per i piccoli sviluppatori…che sono praticamente costretti a fare app a pagamento e non gratis altrimenti non “tirano avanti”

    • Secondo me il paragone che fai non tiene conto della diversa qualità di servizio e supporto agli sviluppatori delle due piattaforme. La differenza di costo d’adesione al programma sviluppatori Apple è giustificabile, secondo me.

      Resta il fatto che la politica molto restrittiva scelta da Apple in merito alle transazioni alla fine non pagherà. Funziona solo se non ci sono alternative ed alla lunga allontanerà sempre più sviluppatori, malgrado la qualità del programma developer sia superiore. Magari non allontanerà gli indie, ma i grandi publisher non accetteranno più certi dictat. Amazon ha sdoganato la possibilità di dire “no”.

      • Marletto Cazzone

        Ciao Walter, premetto che non è una provocazione questa volta.
        Mi dici le differenze qualitative tra i due servizi, cioè in cosa vince la apple?
        Grazie

        • Il supporto che Apple da agli sviluppatori affiliati è maggiore, sia in termini di documentazione, knowledge base ecc. che in eventuali termini di incentivi vari. Inoltre considerando che uno sviluppatore ha come vetrina il “market” di riferimento, va da se che le spiccate doti di pubblicità e marketing di Apple favoriscono gli sviluppatori rispetto al modo maldestro impiegato da Google.

          Le apps più famose e scaricate sono tutte nate su iTunes in termini di successo commerciale e sono arrivate in un secondo momento su Android. Oggi al massimo possiamo contare sulla contemporaneità della pubblicazione e sull’uso di modelli di reveneu competitivi. Ma è difficile che un’app che esca prima sul market android riesca a sfondare fino a quando non viene spinta anche da Apple.

          Questo dipende anche dal fatto che l’utente medio di Android è meno casual di quello iPhone e quindi meno propenso a scaricare applicazioni a pagamento.

          • Marletto Cazzone

            Non sono completamente d’accordo.
            Oggi molte app escono prima per Android che per iOs (l’ultima, ad esempio, è Pocket League Story).

            L’unico plus che ha la apple, più che il suo reparto marketing che senza Jobs sarebbe un reparto marketing come tutti gli altri, è che non puoi scaricare applicazioni se non hai registrato la tua carta di credito.

            Parlo di plus non certo per gli utenti, ma per gli sviluppatori perchè è molto più facile “fare soldi” vendendo app sull’app store che sull’android market.
            D’altro canto è molto piu’ facile “fare soldi” sull’android market con app che hanno i banner proprio per la mole di download che cresce sempre più vorticosamente.
            Non è un caso che Angry Birds su Android sia gratuito.

            Tu sei uno sviluppatore Walter?

          • Anonimo

            Sono d’accordo, Apple coccola gli sviluppatori, del resto con quello che gli spremono mi sembra il minimo!
            Google da questo punto di vista lascia molto a desiderare…

          • Lordream

            non ti è mai capitato di perdere 3 mesi di tempo per preparare un sito ed una app legati e vederti l’app mai pubblicata senza alcun motivo? e neanche sei stato mai contattato da un avvocato per pagare il pizzo ad un patent troll perchè sei obbligato ad usare gli strumenti di sviluppo di apple senza avere scelte in merito, neanche sui metodi di transazione, senza poter includere banners, con la certezza che la tua app verrà scaricata pochissime volte, ci avrai speso un sacco di tempo e neanche dalla pubblicità riuscirai a guadagnare, al limite ti rimangono i dati di quei clienti che hanno scaricato l’app e che hai inserito in openfeint

          • Lordream

            non ti è mai capitato di perdere 3 mesi di tempo per preparare un sito ed una app legati e vederti l’app mai pubblicata senza alcun motivo? e neanche sei stato mai contattato da un avvocato per pagare il pizzo ad un patent troll perchè sei obbligato ad usare gli strumenti di sviluppo di apple senza avere scelte in merito, neanche sui metodi di transazione, senza poter includere banners, con la certezza che la tua app verrà scaricata pochissime volte, ci avrai speso un sacco di tempo e neanche dalla pubblicità riuscirai a guadagnare, al limite ti rimangono i dati di quei clienti che hanno scaricato l’app e che hai inserito in openfeint

          • Gianpiero

            se l’applicazione è in linea con la politica di apple non c’è nessuna ragione perchè non venga pubblicata

  • RcrdBrt

    Google regna

  • RcrdBrt

    Google regna

  • simo1975 desirehd

    Apple dal mio punto di Vista è piu avara…si fa pagare certe app che Su altri market sono gratis… Vedi what app… La prima che mi viene, io se fossi Google non gli farei neanche piu visualizzare l home page Su tutti i device con la mela morsicata… :))

    • gioggi2002

      Beh, non è mica la Apple che ha deciso di rendere a pagamento l’applicazione di cui parli. E’ il publisher che decide il prezzo. Se l’applicazione è a pagamento la Apple si prende una percentuale del ricavo + la quota da sviluppatore. Se l’applicazione è gratis la Apple si prende semplicemente la quota da sviluppatore e null’altro, se non vado errato.

      • Anonimo

        Francamente è un po’ che schivo abilmente iOS, non so che politica stia adottando Apple verso l’adware…

      • Anonimo

        Francamente è un po’ che schivo abilmente iOS, non so che politica stia adottando Apple verso l’adware…

    • -.-”

      Guarda che whatsapp la paghi anche su ANDROID: Semplicemente su android è gratuita il primo anno e POI la paghi. Su iOS invece la paghi 70 centesimi e STOP. ;) informarsi meglio prima di parlare male tanto per, no?

    • -.-”

      Guarda che whatsapp la paghi anche su ANDROID: Semplicemente su android è gratuita il primo anno e POI la paghi. Su iOS invece la paghi 70 centesimi e STOP. ;) informarsi meglio prima di parlare male tanto per, no?

  • Anonimo

    Non è google che nega i servizi google books agli utenti iPad, è Apple che nega a google la possibilità di distrubuirli liberamente.
    Che schifo iOS è sempre più chiuso e limitato, e la Apple sta lentamente avanzando di propria spontanea volontà verso la tomba.

    • Anonimo

      Infatti il titolo è fuorviante, strano perché nell’articolo viene spiegata bene la situazione ….

  • francesco

    Apple dittatura apple merda

  • Gobmegaton

    Dovrebbero togliere dagli apple Google Maps……quello si che é una mossa contro apple

    • Latok

      perche’ toglierlo ??? basta metterlo a pagamento come fa APPLE !
      il 90% delle APP(LE)  stradali e mappe in genere usano Google map …. bene …. e ora PAGATE !!!!!

    • Skyman1

      Ma avete mai provato maps iphone?

      • Skyman1

        Maps su iphone intendevo. .

        • Skyman1

          Gmaps su iphone ha solo il 10% di quello che ha gmaps su android… è come se non ci fosse!
          Garantito!

          • Anonimo

            Io non ho mai usato Android, mi spiegate cosa ha in più google maps sul sistema operativo del robottino?

          • Anonimo

            ha il navigatore turn by turn, in primis

  • Drino

    Molti utenti di questo forum sono dei geni del marketing… Dove guadagna Google? Con la pubblicità. Cosa farebbero loro? Togliere i servizi su tutti i device Apple!!! Cosa succederebbe? Apple usa Bing e Google si troverebbe con meno introiti… La soluzione per fare prosperare un’azienda!!!!

    • asp

      hai perfettamente ragione! che vuoi “google è nata da android”…quindi!

      • Drino

        A dire il verò è il contrario… È Google che ha realizzato Android, non il contrario…

        • Anonimo

          neanche questo è vero. Android non è stato realizzato da Google, ma è stato creato da una società che è stata poi acquistata da Google. Poi ovviamente Google ha sviluppato e reso popolare Android come oggi lo conosciamo, ma il progetto iniziale non è di Google

          • Drino

            Ok, era solo per dire che la nascita di Android è successiva a quella di Google…

    • Lordream

      sarebbe bello vedere quanti utenti apple rimarrebbero se sull’iphone non si potesse piu visualizzare tutti i prodotti google, da gmail al motore di ricerca ed anche youtube, senza contare tutti gli altri

      • Drino

        Non credere, l’appeal dei prodotti Apple è dato dal design e dalla funzionalità. Non vengono sicuramente scelti perchè ci sono le features di Google… Una volta il miglior motore di ricerca era Altavista, poi soppiantato perchè Google era meglio. Cosa ti fa credere che non possa accadere ancora?

        • Gianpiero

          daylimotion è un OTTIMA alternativa a youtube

      • Gianpiero

        sarebbe bello vedere quanti utenti rimarrebbero a google, dato che il browser mobile più usato è safari (53%) http://www.01net.it/browser-mobile-a-safari-piu-di-meta-della-torta/0,1254,0_ART_143688,00.html

        • Gino

          hai rotto il cazzo
          http://youtu.be/flOQITxwzQI

          • Gianpiero

            guarda, se sei così ottuso da non riucire a guardare oltre il tuo android non venire a sfogare la tua frustazione qui. è vero che ho ripetuto ben 3 volte la stessa cosa, ma è solo per ribattere ad altri compagnucci tuoi. quindi fatti da parte.

            la verita a votle fa male…

          • Gino

            aahhalmeno hai cambiato musica

          • Gianpiero

            invece tu ti ostini sempre a mostrare la tua ottusaggine

          • Mattakkio

            Ahahahahahahahahahahahahahahahahhahaahahahahahahahha

  • Pierfrancesco

    Non mi stava troppo simpatica prima e ancora di meno ora dato che so i prezzi e le quote imposte agli sviluppatori, che nonostante hanno studiato e speso soldi poter prepararsi devono pure pagare alla apple 99$…ladri schifosi, chiusi, avari…tenetevela stretta la mela morsicata e buttavi insieme in una cibbia…vabé che i ricchi pronti a pagare caro il prodotto più pubblicizzato ci saranno sempre, e perciò sta mela chissà fin quando andrà avanti

    • Maualt

      Considera anche che il 90% del successo dei device Apple è dovuta alle molte applicazioni che popolano l’app store, perchè senza di quelle i vari iPhone, iPad, iPod sarebbero solo dei fermacarte molto costosi.
      Apple dovrebbe rendere gratis le quote di iscrizione agli sviluppatori, che senza di loro sarebbe inutile.

  • Anonimo

    Ma mi sembra il minimo….
    e fra l’altro è un’uscita dettata da una regola assurda di iTunes, programma che è un po’ come la “selezione all’ingresso” davanti alle discoteche chic

    fra l’altro fossi in Google sinceramente toglierei agli utenti iPhone e iPad la possibilità di utilizzare

    – il motore di ricerca google
    – google plus
    – google maps
    – youtube
    e qualsiasi altra cosa dove google comandi….

    a meno che ovviamentenon cessino tutte loe cause intentate da Apple
    navigare senza i servizi google diventerebbe molto molto limitante (a dir poco)

    ps… mi sembra che anche l’Android market prenda 1/3, non il 25?

    • Gianpiero

      certo, così google perderebbe molti ma molti utenti, dato che safari è il browser mobile più usato: http://www.01net.it/browser-mobile-a-safari-piu-di-meta-della-torta/0,1254,0_ART_143688,00.html

      • Gino

        no apple perderebbe tutti gli utenti magari!
        siccome sei un fanboy ci vedi al contrario

        • Gianpiero

          io guardo la realtà. fanboy? ahahaha ho solo un misero ipod touch e un desire

        • Mattakkio

          Non consideri la quantità di soldi che Google perderebbe se non facesse utilizzare più questi servizi.. E’ inimmaginabile.. Fallirebbero tutte e due quasi sicuramente.. Il quasi non lo spiego se no visto le dispute che si hanno qua dentro mi ammazzate :D!!!

      • Anonimo

        vabbè chi ha iphone usa safari, che altri browser dovrebbe usare…. chi glielo fa fare di usare altri browser (sempre che si possa….)

        si parlava di contenuti, mica di browser

      • Anonimo

        vabbè chi ha iphone usa safari, che altri browser dovrebbe usare…. chi glielo fa fare di usare altri browser (sempre che si possa….)

        si parlava di contenuti, mica di browser

        • Gianpiero

          non ho capito il tuo commento. spiegati meglio

      • Anonimo

        vabbè chi ha iphone usa safari, che altri browser dovrebbe usare…. chi glielo fa fare di usare altri browser (sempre che si possa….)

        si parlava di contenuti, mica di browser

    • Civitix

      No…paghi 25 $ di iscrizione e puoi tranquillamente pubblicare app sul market senza rischio che non te l’accettino, inoltre niente percentuali sui guadagni o costi annuali… Solo 25$ all’incirca 20 €…risparmi sulle uscite al ristorante con gli amici 1 volta e sei pronto per programmare su android…su app store 99$ l’anno più 30% di ritenuta sull’app e su tutto ciò che compri nell’app, come i potenziamenti o altro..APPLE DEVE FALLIRE.

      • Marletto Cazzone

        E’ vero, c’è però da dire che l’apple store è molto allettante per i programmatori perchè gli applettari hanno generalmente il soldo facile.

  • Pistaweb74

    Sono settimane che scrivo che Google non dovrebbe più concedere ad altri OS i suoi “motori” primari: 
    -Maps 
    -Il Navigatore che sfrutta Maps 
    -Gmail 
    -Youtube

    • Gianpiero

      certo, così perderebbe il 30% degli utenti

  • Ospite

    Certo che di repressi ce ne sono quà dentro eh …

    • Pistaweb74

      per le dittature, i pacifisti sono quelli che dovrebbero sempre porgere l’altra guancia senza lamentarsi

    • Anonimo

      I primi repressi per me sono soprattutto gli iFans che si prendono la briga di recarsi sopra un blog dedicato ad Android per dare lezioni di fair play…
      Non capirò mai cosa li spinge… io mai mi permetterei di andare sopra un forum di iPhone a dire che “il mio telefono è più bello del tuo gnegnegne” ….

    • Anonimo

      Beh non sono io a dover fare il saltimbanco per comprare un libro da Amazon… giusto per non restare in casa G.

    • Anonimo

      Beh non sono io a dover fare il saltimbanco per comprare un libro da Amazon… giusto per non restare in casa G.

  • Costalocont

    Piú popolari in avarizia apple 4ever. Non meritano nessun servizio google apple e per fino la bloccherei nei mac. Vuoi un monopolio e beccati sta fava apple cosí impari a rompere le balle per fino a chi fa un tagliere di legno simile ad un’ipad. Apple deve chiudere.

    • Endroid

      Apple deve fallire, punto.

      • Mattakkio

        Dillo ad Exxon Mobile…

  • Costalocont

    Piú popolari in avarizia apple 4ever. Non meritano nessun servizio google apple e per fino la bloccherei nei mac. Vuoi un monopolio e beccati sta fava apple cosí impari a rompere le balle per fino a chi fa un tagliere di legno simile ad un’ipad. Apple deve chiudere.

  • Oletros

    Nessuno a letto la notizia originale e nessuno legge en inglese?

    Google Books non e rimorso dell’App Store, l’unica cosa rimorsa e il link a la web de Google Books

    • Endroid

      Visto la tua grammatica dubito fortemente che tu sia capace di leggere minimamente l’inglese.

  • Alk1 A. k. a. kassandra

    Mà scusate…. Prevalentemente una cloud,apparte i paventati benefici che porterebbe a noi utenti…. (ognuno è libero di avere le allucinazioni che vuole) serve alla fine proprio a questo. Mi ricordo che anni fa, era il 1998 99 Microsoft mirava proprio a questo.All epoca il nome cloud non era stato coniato ma il senso del progetto orientato ad un internet “chiuso” dove solo sistemi microsoft certificati avrebbero potuto accedere è esattamente quello a cui sta puntando poco a poco la mela. Prima ti lascio le porte del pollaio aperte (jailbreak) faccio entrare i polli (Gli utenti) i lupi (società di servizi e programmatori) vedono i polli e si industriano nell acciuffarli e anche con poco sforzo… sono li dove scappano? Da qui la tassasulla caccia… Ti piace cacciare facile a casa mia?… PAGA! dopo di questo rimane solo da chiudere le porte per fare in modo che i lupi mangino meglio i polli morsicati. (niente piu jailbrek e quindi se vuoi usare il giocattolo ora paghi anche l aria che respiri. Wellcome to the future…

  • Voce

    @giampietro secondo te la gente utilizzerebbe ancora safari sapendo che non può sfruttare google? Tieni conto che sta anche arrivando google plus… il vero motivo per cui non lo fa’ come del resto non mette le app a pagamento nello store della mela é perchè l’antitrust la multetebbe… la apple ha un valore gonfiato in borsa ma l’azienda che domina nell’IT é sempre e comunque google…