HTC EVO 3D: primo hands-on

24 giugno 20118 commenti

HTC EVO 3D è da poche ore disponibile presso i negozi di Sprint e, quindi, inizialmente soltanto in America. Grazie ai ragazzi di Android And Me possiamo però riportarvi le prime impressioni riscontrate di questo primo terminale con supporto alla tecnologia 3D di casa HTC. A seguire dettagli, e foto.

Se mai dovreste acquistarne uno, la prima cosa che vi colpirà sarà la scatola “piuttosto originale”.

Non male anche il modo in cui si arriva al telefono dalla scatola; se siete (o siete stati) possessori di HTC sapete per certo che le confezioni fanno abbastanza dannare al momento dell’apertura e l’unico modo è spesso scuoterle finchè l’interno non si sblocca ed esce.

Per questo EVO 3D sarà sufficiente tirare una pratica linguetta:

Se non fosse per le funzioni 3D, avrebbe praticamente le stesse caratteristiche dell’HTC Sensation, ma con un design molto più sportivo rivestito di un case in gomma. EVO 3D è inoltre più spesso del Sensation di quasi un millimetro a causa delle due fotocamere posteriori e della batteria più ampia (riusciremo a farla durare qualcosa in più? Speriamo.).

Esteticamente è un terminale, a mio parere, molto bello soprattutto nella parte posteriore dove si trovano le due fotocamere per scatti e registrazioni in 3D contornate da un anello rosso.

Inoltre sul lato destro sono posizionati due tasti: uno è per lo switch tra 2D e 3D in modalità Camera e l’altro serve per scattare le foto/registrare i video.

Al momento dell’accensione, EVO 3D si presenta con un’interfaccia identica al suo fratello Sensation, alimentato da un processore Qualcomm Snapdragon dual-core da 1.2 GHz e dotato di un display da 4,3″ qHD, montano entrambi Android Gingerbread 2.3.3 e l’ultima versione di HTC Sense 3.0.

Per quanto riguarda la visualizzazione 3D, inizialmente da un po fastidio ma bisogna farci l’abitudine e sono stati trovati cinque punti di angolazione in cui la visuale è quasi ottima, ma se vi trovate in tanti a voler guardare un video non sarà cosa semplice accontentare tutti.

Non male anche i test di Benchmark e Speedtest (anche se varia in base all’operatore) per i quali vi lascio al video sottostante. A seguire trovate anche la galleria completa di immagini.

Loading...