HTC lancia HTCDev.com, e annuncia OpenSense SDK

2 giugno 20115 commenti

HTC fa un altro passo verso la comunità dei developer. La società taiwanese ha infatti annunciato da pochi minuti il lancio di HTCdev.com, un sito web "dedicato a fornire gli strumenti adatti e i consigli [..] per sviluppare e mettere in atto le proprie idee e confrontarsi con altri sviluppatori e HTC".


Oltre a questo servizio, HTC metterà presto a disposizione degli sviluppatori anche OpenSense SDK, con il quale sarà possibile creare delle applicazioni con una maggiore integrazione nella UI Sense e avere accesso a diverse API, tra cui anche per lo stilo di HTC Flyer e per il display 3D di EVO 3D.

HTC OpenSense SDK permetterà agli sviluppatori di sfruttare le innovazioni software e hardware sui telefoni HTC per sviluppare applicazioni con una integrazione e un’esperienza sempre più profonda. Nel complesso, si avrà accesso alla documentazione, esempi di codice, API e, cosa più importante, al supporto e all’ispirazione della comunità HTCdev.

Per chi è interessato, può iscriversi velocemente sul sito HTCdev.com in modo da essere informato non appena l’SDK sarà disponibile. L’azienda ha lanciato anche HTCpro, un servizio per la consulenza e la formazione per lo sviluppo di applicazioni per qualsiasi piattaforma, oltre ad Android.

  • Dangernet

    Addirittura rendere disponibile le sorgenti di Sense?
    e che è successo? :D

    • Cristian Ct46

      ma chi ha mai parlato di sorgenti?!? qui si parla di rendere disponibile un software development kit (sdk) per cellulari con sense in modo tale da poter sviluppare software adattabile al 100% all’interfaccia… non avrebbe senso per htc rendere pubblico il codice di sense -.-

      • Dangernet

        si, ho sbagliato per la fretta…
        comunque, rispetto a qualche mese fa, HTC ha fatto passi da giganti su questo punto.

        Vedremo :)

  • Boostern

    Malissimo, bisogna invece usare le API di Android, non quelle proprietarie! Già c’è Tegra che sta creando casino, di questo passo se ognuno spinge per l’uso di API proprietarie altro che frammentazione…ci sarà l’atomizzazione.

    • Napulenhio

      Beh, per il pennino o per il 3d sarebbe utile