Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro ufficiali: la serie è completa

16 ottobre 20184 commenti

Huawei completa la serie Mate 20 avviata qualche settimana fa dal più piccolo dei tre “Lite” introducendo Mate 20 e Mate 20 Pro nell’evento appena conclusosi a Londra. Si tratta di due smartphone simili tra loro ma che si differenziano principalmente in display e batteria e fotocamera oltre a qualche funzionalità presente solo sulla versione top di gamma. Di seguito vi proponiamo tutti i dettagli di uno e dell’altro che abbiamo potuto constatare avendo a disposizione i dispositivi per qualche momento.

DESIGN

Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro condividono in gran parte il design; entrambi sono infatti simmetrici, realizzati in alluminio e vetro per l’abilitazione della ricarica wireless. La versione Pro è dotata di un display da 6.39” AMOLED QHD+ in formato 19.5:9, l’altra si spinge fino a 6.53” 18.7:9 in risoluzione Full HD+. Entrambi i vetri frontali sono ricurvi ai lati per garantire una migliore ergonomia, già eccellente grazie al piccolo scalino sui bordi generato dal corpo in alluminio e, in particolar modo sulla versione Pro, dalla larghezza del dispositivo che è di soli 72.3 mm contro i 77.2 del fratello minore.

PERFORMANCE

Huawei Mate 20 e Mate 20 Pro condividono lo stesso processore, il nuovo Kirin 980. Si tratta del primo SOC a 7nm basato su Cortex A76 e con una nuova GPU Mali G76. E’ inoltre il primo processore dotato di una doppia NPU (Neural Processing Unit) ed è in grado di supportare RAM da 2133MHz LPDDR4X nonché per la prima volta in assoluto un modem Cat.21 fino a 1.5Gbps.

La Dual NPU incrementa le prestazioni dell’Intelligenza Artificiale del 134% migliorandone l’efficenza energetica complessiva dell’88%: rispetto alla singola NPU di Mate 10 Pro e P20 Pro vengono eseguite più operazioni con un dispendio inferiore di energia.

Il riconoscimento degli oggetti si spinge nei particolari e il processing dell’immagine avviene ora anche nei video e non solo nelle foto come accadeva su P20 Pro.

BATTERIA

La batteria viene incrementata sulla serie Mate portando la versione Pro a 4200 mAh mentre la versione normale a 4000 mAh. La nuova tecnologia supercharge è inoltre in grado di caricare lo smartphone da 0 a 70% in soli 30 minuti.

ll corpo in alluminio con vetro posteriore abilita come anticipato per la prima volta la ricarica wireless (in modalità quick charge) a 15W, dichiarata il 160% più veloce rispetto a quella presente sul concorrente iPhone X.

E’ inoltre disponibile una curiosa funzionalità chiamata “Wireless Reverse Charge”. Huawei Mate 20 è infatti in grado di effettuare il cosiddetto “power delivery” e dunque fornire energia ad un altro dispositivo non solo tramite cavo USB di tipo C ma anche wireless, appoggiandolo dunque sul retro. Non sappiamo quanto ciò possa essere effettivamente utile nell’utilizzo quotidiano, ma è sicuramente una cosa curiosa.

FOTOCAMERA

Huawei Mate 20 Pro prosegue la collaborazione con Leica ma con una novità: scompare infatti per la prima volta dalla sua introduzione il sensore monocromatico in bianco e nero: al suo posto arriva una grandangolare da 20 MP f/2.2. L’obiettivo principale è da 40MP f/1.8 e, a completare il comparto fotografico, abbiamo inoltre una nuova lente telescopica con zoom ottico 3X da 8MP f/2.4: questa è la sola delle tre ad essere dotata di stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS), per le altre è tutto affidato alla dual NPU e alla sua intelligenza artificiale che abbiamo visto fare parecchi miracoli su P20 Pro. E’ inoltre possibile effettuare scatti macro fino a 2.5cm dal soggetto. La fotocamera frontale è da 24 MP f/2.0.

Mate 20 condivide la stessa camera anteriore, mentre al posteriore troviamo un sensore principale da 12 MP f/1.8, uno grandangolare da 16 MP f/2.2 e un telephoto con zoom ottico 2X da 8 MP f/2.4.

Il funzionamento dei tre sensori Leica è dunque il medesimo già visto sulla serie P20 ma con l’arrivo della versione 2.0 del Master AI, ovvero “colui” che si occupa di gestire l’Intelligenza Artificiale all’interno dell’app fotocamera (e che può essere disattivato al bisogno). Si tratta di un aggiornamento a livello di riconoscimento degli oggetti e degli scenari che potranno ora essere rilevati più velocemente e in più quantità. Sono inoltre disponibili alcuni nuovi effetti post produzione come la regolazione (finalmente) dell’apertura del diaframma (con conseguente aumento/riduzione dell’effetto bokeh) e nuove modalità di registrazione video che mostrano la potenza del connubio tra Intelligenza Artificiale e lenti Leica: sarà infatti possibile ad esempio registrare un video con un soggetto a colori e l’intero sfondo in bianco e nero senza necessità di post produzione.

SICUREZZA

Huawei Mate 20 Pro ha un notch abbastanza basso ma piuttosto largo (stile iPhone, per intenderci) – al contrario del fratello minore Mate 20 che ne possiede uno a goccia/tondo – in quanto dotato di sblocco facciale 3D senza particolari novità dal punto di vista tecnologico.

Novità è invece il sensore biometrico per il riconoscimento delle impronte digitali posizionato sotto al display grazie alla tecnologia DPS (Dynamic Pressure Sensing) che garantisce uno sblocco il 20% più veloce. Mate 20 è dotato invece del vecchio sensore tondo posto sul retro sotto alle fotocamere.

EMUI 9.0

Con l’arrivo di Android 9 Pie, anche l’interfaccia utente EMUI raggiunge versione 9.0 con una decisa semplificazione grafica soprattutto a livello di impostazioni. Huawei garantisce un incremento complessivo dei “tap” del 47% (a parità di tempo trascorso) rispetto alla vecchia EMUI 8.

Ridisegnato anche il menu di condivisione (Huawei Share) che rende ora più immediato lo sharing di contenuti con stampanti, PC e altri dispositivi in generale.

Novità molto interessante è la Wireless PC Projection, ovvero la possibilità di ottenere un ambiente desktop completo non solo tramite cavo come era già disponibile sia su Mate 10 che su P20 ma, a patto che il monitor supporti ovviamente tale tecnologia, semplicemente senza fili.

PREZZI E DISPONIBILITà

Huawei Mate 20 sarà disponibile in Italia a partire da 799€ che raggiungeranno quota 1099€ per la versione Pro. Le colorazioni disponibili al lancio saranno Midnight Blue, Emerald Green, Twilight e Black.

Loading...