Huawei svela Ascend P1 XL con batteria da 2600 mAh

20 giugno 201214 commenti

Huawei ha annunciato al Mobile Asia Expo una nuova variante del suo smartphone di fascia medio-alta Ascend P1 (atteso a breve sul mercato italiano, a 449€) con una batteria da ben 2600 mAh.


Al momento non vi sono molti dettagli, soprattutto per quanto riguarda un possibile aumento dello spessore o del peso; il debutto è comunque previsto per il terzo trimestre dell’anno (luglio-settembre) in Cina – col nome di Ascend P1 XL. Non ci resta che sperare in un eventuale sbarco in Europa.

Via

Loading...
  • GEKTHEBOSS

    Finalmente batterie che durano almeno 2 giorni

    • nalwd

      a proposito di batterie..ma è normale che durino relativamente poco se non si disabilitano wirless e gps da dispositivo?

      • paolo refuto

        Si, purtroppo si se vuoi di più devi prendere un razr max oppure un huawei ascend d quad xl

        • maurizio

          io lo sto aspettando, il razr maxx…ma non riesco a trovarlo,se non a 599 euro…300 euro in più di razr classico…pazzesco

      • 4porri

        ovvio.

  • simpaticone@gmail.com

    se volete sapere le caratteristiche ve le dico io: Allora è un quadcesso da 1.5 gigacagate e una fotocamera 8 megacaxxi. Ah quasi mi dimenticavo che ha anche l’aids quindi state attenti se lo comprate

    • vincenzo

      Bene.. Ora devo ridere?

    • antonio8297

      è una battuta?

    • davide

      Sparati

  • olè

    più che altro mi spaventa il prezzo di questo p1xl già il p1 è a un prezzo non da huawei e soprattutto fuori mercato visto che l’s2 si trova sui 370-390…

    • DangerNet

      Si ma non è che il GS2 è l’unico dispositivo del mercato. Sicuramente Huawei ha qualità migliori di quel Samsung.

  • niko

    Se lo possono salare

  • treerrot

    Pensavo costasse meno….. certo che sta crisi la sento solo io!!!!

  • major

    cosa credi che i cinesi non abbiano la tecnologia? Non dimenticare che in cina hanno la grande muraglia. Io ho acquistato sul sito ufficiale di Apple l’ Ipad 2 (americana) indovina da dove mi arriva? dalla cina. quindi questo ti fa capire che tutto ciò che noi acquistiamo qualcosa di tecnologico passa sempre tra le mani dei cinesi. E allora evviva i cinesi.