Hyundai Genesis: la prima macchina che può essere controllata con Google Glass?

4 gennaio 201420 commenti
Sempre più stretto è il legame che unisce il ramo automobilistico a quello tecnologico. A testimoniarlo ulteriormente è Hyundai che, ieri, ha annunciato che la sua nuova Genesis, prevista per il 2015, sarà compatibile con Google Glass.


Tutto questo, afferma l’azienda coreana, sarà possibile grazie al suo sistema di infotainment, chiamato Blue Link.

Come leader nelle tecnologie di connessione alle automobili, siamo sempre alla ricerca di nuovi metodi per utilizzare la tecnologia al fine di migliorare l’esperienza dei nostri clienti. I dispositivi indossabili sono un ottimo modo per estendere l’esperienza al di fuori del veicolo, usando abilmente questi piccoli schermi per accedere velocemente a funzioni remote ed informazioni sulla vettura – Barry Ratzlaff, executive director of Customer Connect and Service Business Development per Hyundai

I clienti dovranno scaricare la Blue Link Glassware app per gestire la nuova Genesis e, una volta fatto, vedranno apparire delle piccole “carte” nell’interfaccia di Glass. Le notifiche push mostreranno quando bisogna fare manutenzione e gli utenti potranno addirittura prenotare un appuntamento. Funzioni come l’accensione in remoto, chiudere le portiere e trovare il veicolo saranno disponibili, mentre punti di interesse potranno essere selezionati e caricati nel sistema di navigazione grazie a Google Send-to-Car.

Ovviamente, questi nuovi tipi di compatibilità presuppongono che usare Google Glass mentre si guida sarà legale, cosa che non è assolutamente certa.

E’ comunque interessante vedere come le case automobilistiche siano sempre più aperte a nuove tecnologie e siano sempre alla ricerca di nuovi metodi per integrarle.

Vi lasciamo con la press release ufficiale di Hyundai.

HYUNDAI EXPLORES WEARABLE TECHNOLOGY WITH ALL-NEW GENESIS

Blue Link Will Allow Hyundai Owners to Remotely Access Features and Information through Wearable Devices like Google Glass

COSTA MESA, Calif., Jan. 2, 2014 – The way people interact with their cars is about to change. No longer is controlling a vehicle remotely through a gadget reserved for comic books, super hero movies or secret agents. Hyundai’s next generation of products, starting with the all-new 2015 Genesis, will allow owners to connect with their vehicle using wearable devices. Hyundai’s cloud-based Blue Link platform makes features like remote start and service information quickly accessible through new devices like Google Glass and others.

Wearable devices will help owners save time and add a new level of convenience by allowing remote interaction with the vehicle without the need to pull out their smartphone. Hyundai plans to launch a Blue Link Glassware application next year with the all-new 2015 Genesis sedan.

“We see wearables as a technology trend, expanding from fitness and health monitoring to broader applications,” Barry Ratzlaff, executive director, Customer Connect and Service Business Development, Hyundai Motor America. “As a leader in connected car technology, we’re always exploring new ways to use technology to enhance the ownership experience for our customers. Wearables are a great way to extend the experience outside of the vehicle by leveraging these small screens to quickly access remote features and deliver timely vehicle information.”

Wearable device apps will join Hyundai’s existing mobile app offerings designed to give Hyundai owners convenient access to Blue Link features and Car Care services. The all-new 2015 Genesis, with its suite of technology and connectivity features, is a perfect fit to showcase leading-edge mobility and connectivity features, many of which are not offered in competing products. Hyundai plans to launch the vehicle with new infotainment and connectivity features powered by Blue Link.

“Genesis is a unique take on luxury where the owner experience is enabled through the intelligent application of technology, features and services that empower the owner,” said Mark Dipko, director of Corporate Planning and Strategy at Hyundai Motor America. “We feel this vehicle is a great product to showcase how the latest technology can enhance the ownership experience and give owners more time and convenience.”

Small screens of wearable devices only allow a limited amount of information to be shown. As such, it is important to present useful and relevant information. On Google Glass, vehicle information will be presented as cards optimized for the Glass user interface. Push notifications will alert the owner when maintenance is due and allow quick service scheduling by enabling the wearer to initiate a call using the device’s built-in functionality. The application will also allow owners to access popular Blue Link features like remote start, remote door lock/unlock, vehicle finder, POI send-to-car powered by Google quickly using the device’s compact interface.

Hyundai is no stranger to mobile application development. In 2010, the company launched the all-new Equus premium sedan with an innovative iPad application that effectively replaced the vehicle owner’s manual with a digital, interactive version. It was designed to be more convenient, immersive and save time.

Hyundai’s new Car Care app introduced this summer builds on this strategy by allowing Hyundai owners without Blue Link to schedule service, look up maintenance schedule, read quick reference guides and more. With the launch of Blue Link, Hyundai also launched its Blue Link app for iOS and Android platforms to give subscribers quick access to Blue Link features while on the go. The company sees mobile apps as a convenient way for owners to access information.

“In 2013, we saw millions of commands sent to Hyundai vehicles from our Blue Link mobile application,” said Ratzlaff. “As new screens emerge, we see a real opportunity to expand our app strategy to provide added convenience for our owners.”

HYUNDAI MOTOR AMERICA

Hyundai Motor America, headquartered in Costa Mesa, Calif., is a subsidiary of Hyundai Motor Co. of Korea. Hyundai vehicles are distributed throughout the United States by Hyundai Motor America and are sold and serviced through more than 820 dealerships nationwide. All Hyundai vehicles sold in the U.S. are covered by the Hyundai Assurance program, which includes the 5-year/60,000-mile fully transferable new vehicle limited warranty, Hyundai’s 10-year/100,000-mile powertrain limited warranty, and five years of complimentary Roadside Assistance. Hyundai Assurance includes Assurance Connected Care that provides owners of Hyundai models equipped with the Hyundai Blue Link telematics system with proactive safety and car care services complimentary for three years. These services include Automatic Collision Notification, Enhanced Roadside Assistance, Vehicle Diagnostic Alert, Monthly Vehicle Health Report and in-vehicle service scheduling.

  • Pingback: Hyundai Genesis: la prima macchina che può essere controllata con Google Glass? - WikiFeed

  • Pingback: Hyundai Genesis: la prima macchina che può essere controllata con Google Glass? | News Novità Notizie Trita Web

  • Enriquezdelaplaya

    Così magari le Signore in carriera avranno la possibilità di accompagnare in macchina i propri figli dalle rispettive ‘tate’, usando i google Glass, mentre temporeggiano davanti a un caffè in ufficio…

  • Pingback: Hyundai Genesis: la prima macchina che può essere controllata con Google Glass? | Crazyworlds

  • mr verdicchio

    Devo dire che le auto coreane, che facevano cagare fino a qualche anno fa, sono diventate di buon livello. Oggi sono paragonabili alle giapponesi, non mi stupirei se tra qualche anno superassero le tedesche.
    Fa bene google a puntare su questi produttori.
    Rendere illegale i glass alla guida poi sarebbe veramente stupido, oltre che di veramente difficile applicazione: glass a parte, ho visto un altro modello praticamente uguale a degli Oakley. ..

  • sandrix65

    Mah, per me sono tutte cose che poi ti distraggono dalla guida e quindi pericolose.
    A mio parere dovrebbero limitarsi solo alla segnalazione di pericoli durante la guida…… per il resto rimarrebbero un giochino. …

    • mr verdicchio

      Perché la pensi così? I caschi dei piloti di aerei militari danno molte più informazioni dei glass e guidare un caccia non è esattamente come guidare un auto.
      Poi se uno si vuol distrarre in auto è sufficiente che si metta a smanettare sulla radio o sul navigatore tenendo gli occhi sul cruscotto anzi che guardare fuori dal parabrezza.
      Pensa che bello avere le notifiche di radio, navigatore e telefono sui glass mentre guidi: non devi staccare gli occhi dalla strada.
      Tra un pò di anni saranno obbligatori, come il vivavoce bluetooth, altro che vietati

      • sandrix65

        Concordo con te su certe cose (anche se in giro ci sono molti più imbranati alla guida che piloti), ma a mio parere le informazioni dovrebbero esser limitate solo al minimo indispensabile per la guida (già me li vedo quelli che si leggono gli SMS o i whatsapp sui gglass mentre guidano). Conosco gente che si è schiantata mentre con auricolare o blootooth organizzava cene o feste con gli amici ….. figurati cosa combinano se oltre alla parte audio gli dai anche la parte visiva per distrarsi ;-)

        • mr verdicchio

          Un po è vero quello che dici, però se dessero la patente a chi la merita avremmo risolto definitivamente il problema del traffico….
          Se ci bassissimo cioè sull’imbranato medio dovremmo proprio togliere radio, navigatori e fare le auto monoposto così uno non si può girare per parlare col passeggero.
          Ma comunque ci sarebbe quello che si distrae per un cartellone stradale o per un pezzo di gnocca che cammina sul marciapiede.
          Purtroppo un pò di rischio fa parte della vita…

          • Pignolatore

            Scusa l’ot e so benissimo che è “colpa” del correttore automatico, ma “se ci bassissimo”mi sta facendo rovesciare dalle risaie (ecco, ho lasciato l’errore del correttore così siamo pari!! ;-))
            Per tornare un po’ più in topic, ogni tanto mentre cucino mi guardo i peggiori automobilisti d’america e… è davvero incredibile il concetto arbitrario che molti hanno del codice della strada per cui è vero che un po’ di rischio fa parte della vita e ben venga, però se faccio un incidente per colpa di qualche pirla che guida coi Glass e sopravvivo, lo uccido. ;-)

          • mr verdicchio

            Ho da poco il note 8, sto correttore va ancora a caso…
            Comunque per me è peggio uno che smanetta con radio e navigatore di uno che legge addirittura Facebook sui glass.
            Pensa ai film coi sottotitoli: li leggi e guardi perfettamente il film; altra cosa è semplicemente se distogli lo sguardo e prendi il cellulare per vedere un sms: ti perdi la scena…

          • Pignolatore

            È vero e concordo su tutto. Però devo considerare che l’esempio dei sottotitoli calza soprattutto per film e fiction di consumo.
            Se ci di guarda qualcosa con una regia e una fotografia raffinate, ricercate, etc… i sottotitoli ti fanno perdere un bel po’. E quindi, per quando riguarda la guida, non so.
            È comunque vero che tanto c’è sempre il piciu che ti sorpassa senza freccia, al telefono, fumando etc

      • anvl

        vero guidare un caccia è molto difficile, però in compenso non ci sono rotonde nè stop e nemmeno bambini che sbucano all’improvviso da un portone…io credo che sia riguardo a questo che molti temono la distrazione, non di fronte alla difficoltà di condurre un mezzo

        • Top Gun

          C’e molto peggio di rotonde bambini e semafori a mac 1 altitudine flat carburante reattori rotta venti meteo ma per quale motivo reale parli??? Se te fossi un pilota vorrei starti distante anche ad aereo spento…

        • mr verdicchio

          Ci si distrae quando si distolgono gli occhi dalla strada, per usare radio o navigatore ad esempio.
          Con i glass ben implementati, puoi fare questo senza staccare gli occhi dalla guida.
          Altro che vietarli, andrebbero resi obbligatori!
          A meno di non farsi auto dotate di head up display, che proiettano sul parabrezza.

      • boris

        Guida a Palermo e mi saprai dire se è più facile guidare un caccia

        • mr verdicchio

          Guido a Roma. ..

        • Alessandro Marcheselli

          Ahhahahahhaha :D

  • tybri

    Enri ci dispiace se ti e’ mancato l’affetto materno……ma sarebbe una gran svolta anche in fatto di accessibilità x i portatori di andicap.pensa davvero sviluppassero un sistema di guida assistito i glass ……. the future is coming!!!

    • Enriquezdelaplaya

      Tybri a me invece dispiace che tuo padre non ti abbia mai picchiato da piccolo…. ma che razza di considerazioni sarcastiche fai, psicologo da 4 cent…
      Non sono contrario alla tecnologia, semmai al suo uso improprio. Nella fattispecie non ci trovo nulla di fantascientifico, anzi, direi che era ora, ma certe persone (non di certo disabili, ovviamente) potrebbero fare più danni che altro.