Imerj, uno smartphone Android a doppio schermo

24 giugno 201111 commenti

Imerj ha deciso di provare a realizzare uno smartphone Android con 2 display. Il risultato è un prototipo chiamato semplicemente 2-in-1 SmartPad ed è stato realizzato con la collaborazione di Frog Design. Questo prototipo cerca di combinare assieme le funzioni di smartphone e tablet, come ha recentemente fatto anche ASUS ma in modo diverso, con la presenza di due display utilizzabili simultaneamente o anche separatamente. Scopriamolo meglio, dopo la pausa.

Il prototipo di Imerj è stato recentemente testato dai ragazzi di Engadget con ottimi risultati. Quando è aperto lo spessore è di 7 mm e i due display, che si agganciano grazie a delle piccole calamite, sono difesi dal famoso Gorilla Glass. Anche le specifiche tecniche sono di tutto rispetto: troviamo infatti un processore TI OMAP dual-core seguito da 1 GB di RAM e 32 GB (non espandibili) di memoria interna.

Il sistema operativo è Android 2.3 personalizzato dai programmatori di Imerj per adattarlo ai display. Quest’ultimi, ovviamente touchscreen, sono di tipo Super AMOLED, da 4″, ciascuno con risoluzione WVGA, che uniti formano un unico display da 6 pollici con risoluzione di 800×960 pixel.

Non mancano poi le fotocamere: posteriore da 5MP con la possibilità di registrare video HD a 720p e quella anteriore per le videochiamate. Aspettando che diventi realtà, vi lasciamo alla visione del video hands-on realizzato dallo staff di Engadget e a quello di presentazione, buona visione!

Via

  • golD

    Sicuramente meglio di quella porcheria del kyocera echo…….

  • Damiano

    bellissimo che forza la tastiera

  • El gordo

    non mi convince per niente..troppo scattoso, troppo delicato con due schermi messi cosi..mah FLOP

  • Antonio Paterno

    no raga dico!! è ‘na figata pazzesca!! è uno smartphone e un tablet assieme!!! se anche solo la metà delle cose che ho visto sono vere lo prendo anche in preordinazione!!!

  • Anonimo

    A me piace parecchio.
    Però, gia che c’erano, potevano fare un mini displei frontale, da utilizzare per le chiamate e la messaggistica veloce e mettere i due display all’interno.
    Così, oltre ad essere più bello era anche più resistente.
    Perchè il display posteriore, che viene sempre appogiato ovunque, se non si rompe quanto meno si graffierà e rovinerà mo0lto facilmente.
    Comunque, il mio dubbio più grande è la batteria: vedendo i consumi degli attuali smartphone a schermo singolo, questo arriverà a fare dieci/dodici ore di utlizzo, prima di dover essere ricaricato?

  • Ken

    Ricorda un nintendo de :-)

  • Luigi

    Bella l’idea ma doveva essere pensata meglio. lo schermo posteriore messo così si graffierà inevitabilmente, l’estetica mi convince ancora meno. Flop

  • Mrs92

    Gli schermi non potevano essere messi dentro altrimenti sarebbe stato un NDSphone. E’ scattoso perchè è ancora un prototipo, è un gorilla glass quindi bello a vedersi e resistente. Il double tasking contemporaneo è una figata mostruosa! Per il discorso batteria speriamo si impegnino. Speriamo solo che non costi troppo…

  • Giobat991

    veramente accattivante! è un prototipo che promette proprio bene;) ottimo lavoro!

  • Credo sia la cosa più bella che abbia visto ultimamente!
    Grandioso!

  • Pegaso

    Ma quando i due schermi sono affiancati bisogna tenere la mano dietro perchè altrimenti quando ci clicchi sopra si piegano?
    Mi spiego, se affianco i 2 schermi e lo impugno tenendolo per un angolo inferiore e clicco un po pesantemente sullo schermo superiore, questo si richiude su se stesso?