Intel potrebbe acquistare Nvidia e Jen-Hsun sarà il CEO [RUMORS]

15 dicembre 20129 commenti
Intel è uno dei più importanti colossi nella realizzazione di CPU per i nostri PC e nonostante il debutto non convincente nel mondo Android il produttore di Santa Clara è indubbiamente uno dei più apprezzati nel mercato dei personal computer. Purtroppo Intel non è molto preparata nella produzione delle GPU, come confermano le piattaforme installate su alcuni PC di fascia bassa, perciò, secondo le ultime indiscrezioni, potrebbe presto acquisire Nvidia per la realizzazione di GPU per PC ed ottimi SoC per i dispositivi mobile, data la grande esperienza nel settore.

Sicuramente l’unione di Intel e Nvidia potrebbe portare solamente ottimi prodotti sia per i nostri PC e sia per i nostri smartphone e tablet Android.

Purtroppo, o fortunatamente, tutto ciò si tratta solo di rumors perciò la notizia deve essere presa con le dovute precauzioni.

Come ben sappiamo, Nvidia dipende da TSMC per la produzione dei suoi Tegra e delle sue GPU per personal computer, con queste ultime al top del mercato e le più richieste.

Ovviamente, per completarsi perfettamente, queste due grandi società dovrebbero fondersi ma notizie e voci su questo merge girano sul web già dal 2006, basta cercare “Intel acquista Nvidia” su Google.

Theo Valich da The Bright Side of News, figura molto presente e preparata sul mondo della tecnologia, avrebbe sentito con le sue orecchie che attualmente Intel e Nvidia sono in trattativa e se in futuro l’accordo verrà portato a termine Jen-Hsun Huang diverrà CEO della società.

Attualmente il mercato PC è al top ed il mercato smartphone e tablet è in continua espansione e proprio in questo settore Intel non è molto competitiva. Google ed Intel hanno firmato un contratto di licenza per poter portare le potenzialità dei chip ARM su Android ma purtroppo il miglior smartphone Android con Intel attualmente è il Motorola RAZR i, certamente non all’altezza dei top-gamma.

Certamente l’aiuto di Nvidia potrebbe portare ottime soluzioni ad Intel ma ciò vorrebbe dire abbandonare il progetto ARM su Android cancellando tutto il lavoro degli ultimi anni?

Certamente è una notizia da seguire attentamente sperando in dichiarazioni ufficiali.