L’Amazon Appstore apre i battenti e regala Angry Birds Rio

22 marzo 201110 commenti
Come previsto, l'Amazon App Store ha aperto ufficialmente i battenti e per l'occasione, grazie alla collaborazione con Rovio Mobile, è stata messa in promozione gratuita l'attesa e nuova versione di Angry Birds dedicata al film d'animazione 3D della 20th Century Fox, RIO.


La promozione durerà soltanto per questo giorno, dopodichè il gioco avrà un costo di 0.99$ – ma altri titoli prenderanno il suo posto quotidianamente con l’iniziativa “Free App of the Day”. Attualmente lo store offre circa 3.800 applicazioni con la possibilità di provarle prima dell’acquisto per 30 minuti.

Il download fuori dagli Stati Uniti, però, non è ancora possibile per cui speriamo venga abilitato al più presto. Intanto Amazon se la dovrà vedere anche con Apple che l’ha citato in giudizio per violazione di marchio registrato e concorrenza sleale, riguardo l’uso delle parole “App Store”:

“Amazon began improperly using Apple’s App Store mark in connection with Amazon’s mobile software developer program.” In addition to that “Amazon has unlawfully used the App Store mark to solicit software developers throughout the United States.”

A seguire un video di Angry Birds Rio, mentre per raggiungere lo store cliccate su questo indirizzo.

  • Anonimo

    Sono felice che sia nato lo store amazon. Così tutti quei tab senza market ufficiale (per colpa di google) avranno un’ottima alternativa.

    • Michele

      io invece non sono per nulla felice un altra framentazione di android andiamo sempre peggio qui..e io sono un gran fans di google ma cosi non va bene,per trovari un programma non puoi fare il giro di 10 store diversi

      • Anonimo

        Io non sono un fan google però vedo che continuano ad azzeccare. Aprire a market alternativi è assolutamente una buona cosa, un os aperto non può avere un unico market!
        E poi la cosa spingerà google a migliorare il market ufficiale: per prima cosa devono aprirlo in più nazioni, devono migliorarne grafica e funzionalità. Devono permettere di aggiungere più di due immagini per app e un video su youtube (c’è già dal sito web ma non dall’app).

      • Giacomo Traballoni

        Si infatti è solo un guadagno.. ;)
        Considerate che ora non sarà più soltanto Google a pressare gli sviluppatori ma anche Amazon farà la sua parte, poi si faranno concorrenza reciproca.
        Non si tratta di frammentazione ma di estensione.. tanto il market vecchio resta, non ci si perde proprio niente.

        • Michele

          si ma io utente devo andarmi a cercare sui vari store quello che mi serve,inoltre non tutti sono informati che esistono store alternativi quindi magari uno cerca un programam pesna che non esiste ma in realtà sta altrove…
          inoltre amazon ha costi per gli sviluppatori decisamente piu alti rispetto a google staremo a vedere cosa offre.

  • Kostia Rossi

    Non si può scaricare nulla dall’Italia

    • Marco Ficorella

      Confermo…. direi che è uno schifo…

  • Neotech

    scusate ma come si accede a questo app store di amazon?

  • Allora, ottimisticamente ci ho provato: Dopo aver cliccato da web, dopo aver creato un account su Amazon, visto che non ne avevo uno, dopo aver indicato (era obbligatorio) un numero di carta di credito malgrado avessi nel carrello una app gratuita, ed un’altra serie di seccature tipiche, dopo aver scaricato una app non firmata che è lo store per Android, dopo aver indicato il mio numero di telefono cellulare per abilitare l’obbligatoria funzione 1click, arrivo al fatitico “click here do download” riferito ad angry birds rio e sorpresaaaaaa: Lo store non è disponibile nel mio peseseeee. Ma dico! Non ti ho fornito fino a quel momento abbastanza info per determinarlo??? Solo per questo comportamento, Amazon è finita nel mio personalissimo libro nero. Che mi mandino una e dico solo una mail di pubblicità (ho avuto cura a togliere i flag a qualsivoglia newsletter in fase di iscrizione) e mi sentiranno. Biasimare Rovio per la scelta di dare questa esclusiva a loro sarebbe solo uno sfogo… capisco che avevano tutte le ragioni “markettare” di farlo. Però che @@

  • Marletto Cazzone

    Si’ che coglioni…. ma zio fa ditelo che non funziona in Italia…
    Sicuramente nei prossimi giorni si sbloccherà la cosa pero’ non e’ bello rompersi le palle per fare tutto il giro e poi non va il download