LiFi: scambiarsi informazioni con raggi luminosi, altro che Bluetooth [CES 2014]

13 gennaio 201430 commenti
Oledcomm, una delle tante società presenti al CES di quest'anno, ha svelato come, con pochi semplici passi, si possano scambiare dati in maniera precisa attraverso dei fasci di luce.

I giovani ingegneri hanno modificato un device Android in modo tale che il sensore di luminosità e la fotocamera riuscissero a captare opportunamente i segnali, emessi da un apparecchio collegato tramite l’uscita Jack 3.5mm ad un altro dispositivo. Oledcomm ha dimostrato come si possano, in pochi passaggi, inviare foto e video di grandi dimensioni ad uno smartphone/tablet senza sfruttare la connettività Bluetooth o internet. L’unico inconveniente sta nel fatto che entrambi i device devono essere vicini, senza ostacoli che non permettano il passaggio del fascio di luce.

LiFi-uses-light-to-send-and-receive-data

La sfida dell’azienda è dunque quella di riuscire a convincere le grandi multinazionali del settore ad includere la sua tecnologia sui propri prodotti, in modo tale da rendere acquistabile il semplice dispositivo in foto, che permetterà di usufruire di tutti i vantaggi del “Li-Fi“.

Cosa ne pensate? Riuscira Oledcomm nella sua campagna?

  • Pingback: LiFi: scambiarsi informazioni con raggi luminosi, altro che Bluetooth [CES 2014] - WikiFeed

  • danifeb

    Cosa ne penso? Che l’anno prossimo l’albero di Natale con le sue lucine ci riempirà di bestemmie mentre ce ne stiamo seduti a cazzeggiare sul divano.

  • BlueUp

    Non ho idea a quale velocità riesca a trasmettere ed a ricevere dati, ma a parte questo, il fatto che i device debbano essere vicini e che non vi debbano essere ostacoli frapposti tra i due, mi sembrano delle limitazioni molto grandi! Immagino inoltre che altre fonti luminose possano disturbare questo segnale… anche solo il sole d’estate all’aria aperta!!
    Per come è descritta in questo articolo, non mi pare avrà un gran futuro, molto meglio puntare su NFC!

    • Nicola

      concordo! nfc e wi-fi direct sono la coppia vincente secondo me, mi piacerebbe che anche android beam utilizzasse il wi-fi direct piuttosto che il bluetooth per trasmettere

  • Fabiopegghy

    Sembra una rigata:)

    • XperiatSony

      *figata

      • Fabiopegghy

        Correttore ahahah:)

        • porco boia cane cattivo

          W la riga!

  • Pingback: LiFi: scambiarsi informazioni con raggi luminosi, altro che Bluetooth [CES 2014] | Crazyworlds

  • Ant0ni0argese

    Che figata *-*

  • NickNitro

    lo facevano nel medioevo comunicando con delle luci da un castello all’altro o tra le navi. nulla di nuovo. solo più tecnologico

  • borrillo

    Interessante….alla fine non è nient’altro che un miglioramento di una tecnologia già presente sui vecchi cellulari. Chi si ricorda i sensori IrDA? E ancora oggi usati per trasmettere informazioni, vedi i telecomandi. È una tecnologia sicuramente promettente, e se si potesse usare senza il jack forse ancora meglio….ma a questo punto..perchè non usare il flash e fotocamera posteriore? Dato che non tutti i device hanno fotocamera anteriore e sensore di prossimità?

  • Mauro

    Abbiamo Bluetooth,NFC e WiFi, ognuno con i suoi pregi e i suoi difetti. Non vedo cosa abbia in più questa “nuova” tecnologia per poter sfondare.

  • Pingback: LiFi: scambiarsi informazioni con raggi luminosi, altro che Bluetooth [CES 2014] | News Novità Notizie Trita Web

  • Fil

    “Ciao siamo la Oledcomm e abbiamo rifatto lo scambio di dati tramite infrarossi, stavolta utilizzando tutte le frequenze :D”

  • alessandro

    A me ricorda la comunicazione a infrarossi :) molto meglio l NFC

    • porco boia cane cattivo

      NFC da sola non fa una gran comunicazione, per essere efficace deve essere associata ad un altro trasporto, WI FI, BT, internet.

  • zadeon

    Manca solo un sistema di specchi orientabili per creare immagini olografiche..

  • Pingback: LiFi: scambiarsi informazioni con raggi luminosi, altro che Bluetooth [CES 2014] | Notizie, guide e news quotidiane!

  • Emanuele

    è spettacolare perché sono sicuro che questa scoperta ( altro che medioevo ) porterà delle novità inaspettate. Comunicare con fasci di luce questo è futuro

  • Pingback: LiFi: scambiarsi informazioni con raggi luminosi, altro che Bluetooth CES 2014 | News | Senza Limiti

  • Giuseppe

    Sicuramente interessante…la pecca è che i dispositivi devono essere uno fronte l’altro. Vi ricordate gli infrarossi che si usavano prima del bluetooth? Perché è stato sostituito da questultimo? Per l’inconveniente che bisognava per forza stabilire una connessione lineare e libera tra i dispositivi. Mi chiedo, e se uno dei 2 dispositivi è controluce?? Non dico che non sia geniale…convertire file in luce e riconvertirli è un’ottima tecnologia, tipo la fibra ottica, e quindi di sicuro dovrebbe essere più veloce come sistema di interconnessione tra dispositivi.
    Cmq interessante XD

  • alex

    Si scaricano app come bump (che io non ho scaricato o usato e non ho idea di come funzioni…) e ci preoccupiamo di un sistema come infrarossi? Devo ammettere che non conosco il sistema da voi citato nfc, ma se questo permettesse il trasferimento di un gb in un minuto credo sia ottimo.
    Resterebbe da vedere il prezzo… ma sarebbe cmq meglio integrare o affiancare il sistema al flash.

    • Gabriele Benn Traversi

      Beh… con il Wi-Fi Direct forse ci metti un paio di minuti a passare un GB…

      • alex

        Ho fatto qualche ricerca su internet.
        Ho letto che la velocità e di più di 70mbps.
        Ma gli studi hanno dimostrato che può raggiungere i 10gbps o.o
        (Forse se migliorato o in base la distanza)
        Ecco perche dice inviare film in hd in pochi passaggi, praticamente è solo il tempo d’ uso…

  • http://androidforum.forumfree.it/ SPAstef

    Ahm… Oledcomm?

  • shanefalco

    Pensando a questa nuova tecnologia mi viene in mente che nei vecchi cellulari (o feature phone) ci si poteva mandare le cose tramite infrarossi (irda) e bisognava stare vicini e con il cell puntato nella direzione giusta. ;)

  • Simmmmmm

    No, non riuscirà.. Almeno per adesso. Bisogna continuare a ricercare e migliorare, per il resto sembra che comunque sia la strada giusta da percorrere

  • mikronimo

    Ottimo per spie e terroristi che potranno scambiarsi informazioni senza essere intercettati o per i fidanzatini che in classe si manderanno tanti baci di luce…

  • Colpitts

    beh in realtà la notizia messa in questo modo non dice assolutamente nulla…se andate ad informarvi attraverso altre fonti riuscirete a capire che qui non si sta parlando di comunicazione irDA o paragonabile a questa…si tratta di velocità paragonabili al quelle del Wifi ( grazie a dispositivi LED che permettono sempre maggiori velocità di modulazione ).
    Inoltre il progetto di cui avevo sentito parlare punta a sostiture le fonte di illuminazione tradizionali con illuminazione LED e di conseguenza modulare la luce ( in maniera impercettibile ) per fare quello che facciamo ora attraverso il Wifi…quindi invece dell’antennina avrete una bella lampada che vi manda le informazioni…e se il tutto viene dal soffitto nel caso di un computer o un telefono difficile che vi ci mettiate sopre e blocchiate tutto…trovate molti articoli completi in giro per la rete