Lookout: scoperto un nuovo malware

22 giugno 20118 commenti
Lookout, l'ormai famosa azienda statunitense che scova malware nel sistema Android, ha comunicato di aver trovato una nuova pericolosa infezione per i nostri dispositivi. Si chiama GGTracker, un trojan che viene automaticamente installato appena l'utente accede ad un sito che imita l'Android Market. Il trojan effettua in automatico l’iscrizione a servizi di SMS a pagamento senza alcuna autorizzazione, aggirando così la vittima. Dopo il salto capiremo come entra in azione GGTacker sui device.

Il trojan entra in azione quando, visitando il sito fake dell’Android Market, decidiamo di scaricare ed installare l’applicazione. In realtà non è un’applicazione ma è un bel trojan che invia i dati dell’utente a vari servizi a pagamento senza richiedere un consenso effettivo.

Il tutto viene eseguito in background e l’utente non si accorge di nulla, come ad esempio, servizi dove l’utente deve rispondere a 10 domande, inserire il numero di telefono e digitare un codice PIN ricevuto via SMS. L’utente ignaro di tutto si ritroverà una “bella” e inaspettata fattura dell’abbonamento.

Per ora noi utenti italiani siamo al sicuro perchè GGTracker lavora solamente su numeri telefonici statunitensi, ma sapendo che queste infezioni sono veloci a contaggiare tutti, non abbassiamo mai la guardia. Sappiamo tutti che esistono questi tipi di siti che offrono, ad esempio, applicazioni gratuite che magari nel Market ufficiale sono a pagamento; quindi facciamo molta attenzione.

Le dritte che vi diamo sono sempre le stesse, scaricate apps dal Market ufficiale e da fonti affidabili, evitate di cliccare sui banner pubblicitari invitanti e installate un buon antivirus sul vostro dispositivo, l’Android Market ufficiale ne è pieno e molti sono anche gratuiti.

Via

  • Lorenzo

    Con questi virus non si smetterà più.
    Io non penso di avere problemi, perché tutte le app che ho, le scarico dal market ufficiale, non clicco banner di nessun genere e ho AVG come antivirus.
    Però su queste cose si deve sempre far attenzione!

  • Ecco il prezzo da pagare quando si vuole un sistema operativo “aperto”.

    Certo, tra questa situazione ed una chiusura totale in stile iOS ci sarebbero diverse sfumature, ed in questo la colpevole più grande è Google che, come madre e padre  di Android dovrebbe creare delle tutele, ma alla fine sono tutti sofismi… c’è da dire che si può anche vedere il rovescio della medaglia: così tanto malware indica il successo di Android. Bella vittoria di Pirro, però!

    • Anonimo

      Il fatto che sia Open non c’entra un fico secco, questo è phishing e dabbenaggine…

    • Lordream

      quello che su android è considerato malware in ambiente apple si chiama app, sull’applestore il 56% delle app fa esattamente le stesse cose del malware su android, come vedi sono punti di vosta, l’importante è guardare ai fatti e non credere alle “magie” se capisci cosa intendo

  • Anonimo

    Mah!
    Sono sempre più perplesso.
    Se continua così, il rischio è che Android cominci a rallentare.
    Se uniamo questo alla scarsa redditività della piattaforma per gli sviluppatori, la situazione non è certo delle più rosee.
    Sarebbe il caso che Big G prenda delle misure anche drastiche, altrimenti qui va tutto a scatafascio.

  • Rotty

    siamo realisti… per prendere queste cose devi essere un pirla ! … fine della storia !

    • Anonimo

      Quoto. E i pirla meritano di essere infettati, c’è poco da discutere

  • Rotty

    siamo realisti… per prendere queste cose devi essere un pirla ! … fine della storia !