L’Università del Nord Carolina ha sviluppato un potente rootkit

5 luglio 201212 commenti

La celebre Università del Nord Carolina può vantare la presenza di un team di ricercatori conosciuto in tutto il mondo, soprattutto per quanto riguarda i nostri device Android e le sue falle di sicurezza. Xuxian Jiang ed il suo team hanno progettato e sviluppato un potentissimo rootkit in grado di penetrare indisturbato all'interno dei nostri device Android. Il suo nome è Clickjack Rootkit ed è uno dei pochi, se non l'unico, a non aver bisogno di modifiche all'OS o altro per entrare in funzione.

Il Clickjack Rootkit sviluppato (fortunatamente) dalla North Carolina University riesce ad entrare in funzione sui nostri device Android senza bisogno di modifiche al sistema operativo (sblocco del bootloader, permessi di root, ecc.) o riavvii di sistema.

Una volta penetrato nel sistema il rootkit si attiva istantaneamente e svolge operazioni pericolose e dannose per il nostro smartphone o tablet; per esempio: avviata una qualsiasi applicazione il rootkit riesce ad avviare una copia infettata della medesima app senza che l’utente se ne accorga. In questo modo vengono facilitati gli accessi a dati sensibili e privati dell’utente, senza trascurare i danni che potrebbe causare al device.

Questo potentissimo rootkit, come detto precedentemente, non ha bisogno di grandi permessi per entrare in azioni, è stato anche fatto agire su un dispositivo con Android 4.0.4 Ice Cream Sandwich ed infine non è riconosciuto da nessun sistema antivirus per la piattaforma di Google.

Insomma un vero e proprio pericolo che fortunatamente è stato concepito da un celebre team di ricerca che cerca di studiare tutti i movimenti e le azioni di questi pericoli per poterli evitare e per aiutare a proteggere:

una volta individuato il problema possiamo iniziare a lavorare per proteggere da attacchi di questo tipo”

Nel seguente video sono state ripresi tutti i passi del Clickjack Rootkit:

httpvh://www.youtube.com/watch?v=RxpMPrqnxC0&hd=1

 

Loading...
  • FE4R

    Ma perche devono sviluppare ste cagate che poi magari “erroneamente” si diffondono….. Pensassero invece a sviluppare le cure o protezioni maggiori !!!

    • Eugenio1900

      Facendo queste cose che tu chiami “cagate”, aiutano la google a migliorare la protezione e la sicurezza del sistema, come ad esempio è accaduto per Chrome, quando la google ha deciso di dare una grande somma di denaro a chi fosse riuscito a trovare un modo di “penetrarlo”

    • perché poi non ti vendono gli anti root kit

    • Per sviluppare antivirus e migliorare le protezioni dei dispositivi si deve prima capire quali sono i punti deboli e cosa si deve migliorare.. L’unico modo per farlo è cercare di crackare il dispositivo! È normale che facciano così..

    • skullsil

      Perchè come nella medicina tutti gli antidoti per veleni sono ricavati dai veleni stessi…le vaccinazioni sono ricavate dai virus…prima di scrivere “cagate” rifletti bene

    • mamu

      Per dirti quello che hanno detto gli altri in sintesi, sei un coglione che non ragiona prima di dar aria alla bocca

    • Alessandro

      Capito tutto vedo. Mah

  • carolino

    ma invece di fare ste cose,si dedicassero ai CFF

  • Grandissimi!!

  • ALEXDAIIi

    … una minaccia “conosciuta” perché sviluppata a fine di ricerca e prevenzione, aiuta a riparare i punti deboli e rende migliori e sicuri i dispositivi … e seppur dovesse sfuggire al controllo dei ricercatori e magari si diffondersi parzialmente, è già in buona parte, se non del tutto, rapidamente neutralizzata !!! (PS: ovvero sono d’accordo con tutti tranne che con CAROLINO, FE4R e KARLITOZ WAY, anche se comunque non mi sembra il caso di offenderli come ha fatto MAMU … ciascuno ha le proprie idee e per quanto possano essere palesemente errate, non è certo con gli insulti che potrà eventualmente ritenere opportuno ricredersi e cambiarle !!!)

  • ALEXDAIIi

    “Se lasci che l’occhio del tuo nemico ti spogli delle tue paure allora le tue convinzioni saranno l’arma giusta per vincerlo.”

  • Pingback: L’Università del Nord Carolina ha sviluppato un potente rootkit | Mandave()