NASA lancia in orbita satelliti Android

7 maggio 201387 commenti

Dopo l'impiego del Samsung Nexus S nelle missioni della ISS, di cui vi avevmo parlato in questo articolo, la NASA (che per chi non lo sapesse è l'ente aerospaziale americano) ha portato a termine un innovativo progetto mettendo in orbita un nuovo tipo di satellite, denominato PhoneSats, basato su smartphone Android.



Alexander, Graham e Bell sono i primi tre PhoneSats ad essere stati lanciati e testati in orbita nell’ultimo mese e sono stati sviluppati partendo da due HTC Nexus One e un Samsung Nexus S, in modo da dimostrare come sia possibile ottenere l’alta affidabilità richiesta nelle missioni spaziali anche partendo da elettronica di consumo.

I tre satelliti hanno effettuato delle fotografie del globo trasmettendole a pezzi come pacchetti dati in frequenza UHF. Le foto sono state successivamente elaborate, ricomposte e pubblicate sul sito ufficiale dedicato al progetto.

Il costo di costruzione e lancio di ogni singolo satellite è stato di soli 3500 Dollari. Motivo che sta spingendo la NASA ad accelerare il progetto ed effettuare nuovi lanci di PhoneSat entro la fine dell’anno, dopo aver implementato maggiori funzionalità e aver assicurato una longevità superiore alla strumentazione.

Ora non resta che aspettare e vedere quale sarà il prossimo utilizzo del nostro caro robottino verde.

Loading...