New York chiede aiuto a Apple, Google, Microsoft e Samsung per diminuire i furti di smartphone

14 Maggio 201321 commenti

Il procuratore di New York Eric Schneiderman sembra essere particolarmente affranto dai furti di smartphone a cui i poveri cittadini sono continuamente soggetti. Per porre fine ad una situazione che lentamente sta diventando insostenibile, l'avvocato ha invitato Apple, Google, Microsoft, Samsung e Motorola Mobilità a lavorare con il suo ufficio per arginare i furti di smartphone. 

Secondo Schneidermann, le aziende citate hanno focalizzato la propria attenzione sulla sicurezza dei dati degli utenti, perdendo di vista la sicurezza generale del dispositivo stesso. “Le società“, ha affermato, “dispongono della tecnologia necessaria per rendere uno smartphone inutilizzabile una volta rubato, impedendo quindi di essere venduto sul mercato nero”.

Oltre alle aziende produttrici di smartphone, il procuratore ha chiesto aiuto anche a Lookout, una software house leader nella produzione di programmi di sicurezza per i dispositivi Android. “L’interesse di Lookout è forse egoistico“, afferma, “ma le loro conoscenze saranno molto utili al nostro ufficio“.

Al momento non è possibile sapere quali siano le intenzioni di Schneidermann, però qualcosa si muoverà molto presto, la situazione sta diventando insostenibile.

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com