Nokia attacca l’HTC One accusandolo di aver violato nuovi brevetti

25 Maggio 201313 commenti

Nel corso delle scorse settimane, più volte vi abbiamo parlato dei problemi che HTC ha dovuto affrontare in merito ad una disputa legale contro Nokia, relativamente ai microfoni utilizzati nell'ultimo top di gamma HTC One. Se il risultato è stato che in futuro sostituirà le componenti, un nuovo problema si prospetta all'orizzonte. Nokia ha infatti presentato una seconda denuncia alla ITC per la violazione di sei brevetti, sempre sullo stesso modello di smartphone.

Questa la dichiarazione ufficiale:

Nokia, nella giorata di oggi, ha depositato nuove azioni legali negli Stati Uniti contro HTC, accusandola di aver violato nuovi brevetti. 

 

Nel corso del 2012 abbiamo iniziato ad avviare dispute legali per cercare di fermare l’utilizzo di tecnologie proprietarie da parte di altre aziende.

 

Da quel giorno, nonostante una serie di corti tedesche abbiano confermato le nostre sensazioni, HTC non ha manifestato in nessun modo l’intenzione di interrompere la violazione, anzi ha cercato di spostare le responsabilità verso i fornitori.

 

 

Per questo motivo abbiamo dato il via ad ulteriori misure, ritenendo che HTC sia responsabile delle proprie azioni, e la colpa non sia di nessun altro.

L’elenco dei brevetti della disputa è ora decisamente lungo, ma la maggior parte sono riconducibili ai chip Qualcomm e Broadcom recentemente adottati nell’HTC One, ma anche presenti nell’HTC First e in altri 8 modelli di smartphone.

Chi riuscirà a spuntarla?

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com