Nuovo formato video: ne abbiamo davvero bisogno?

2 Settembre 201512 commenti

Alcuni dei principali colossi della tecnologia si stanno alleando per creare un nuovo formato video assolutamente gratuito. Ecco i dettagli.

Amazon, Cisco, Google, Intel, Microsoft, Mozilla e Netflix stanno pianificando di ideare un formato video per rivoluzionare Internet. La nuova compagnia appositamente fondata si chiama Alliance for Open Media, il il nuovo formato video probabilmente confermerà la fine di Adobe Flash, come vi avevamo già anticipato.

Immagine

Il formato Flash è stato un grosso pilastro dell’ambiente web, ma negli ultimi anni ha dato più problemi che vantaggi. La prima grossa compagnia ad abbandonarlo definitivamente è stata Apple (in occasione del lancio del primo iPhone), che però non fa parte di Alliance.

C’è da dire che Apple, Facebook, Sony, Twitter, e altre grosse compagnie tech – che non ne fanno ancora parte – sono le benvenute per partecipare al progetto Open Media.

logo4

Ecco le dichiarazioni di David Bryant, CTO di Mozilla:

“The initial members are just a start. We invite anyone with an interest in video, online or off, to join us.”

Il nuovo formato video non ha ancora un nome al momento, ma sarà espressamente sviluppato per il miglior adattamento possibile allo streaming video. Dovrà inoltre essere in grado di svolgere bene il suo compito anche nei dispositivi mobile meno potenti.

Un’altra caratteristica degna di nota è che il nuovo formato supporterà la protezione copyright.

W3C

Il nuovo gruppo di colossi tecnologici adopererà lo standard W3C e rilascerà il codice sotto licenza Apache 2.0: quindi il nuovo formato sarà completamente gratuito, e chiunque potrà sviluppare software in grado di svilupparlo.

Ecco un trafiletto di un post del CTO di Mozilla:

“One of the biggest challenges in developing open standards in a field like video codecs is figuring out how to review the patents. The Alliance provides a venue for us to share the legal legwork without having to worry about it being used against us down the road.

That distributes the load, allows us to innovate faster and cheaper, and gives everyone more confidence that we are really producing a royalty-free codec.”

Sinceramente ritengo che ci siano già molti altri codec video eccellenti e già pronti all’uso; questa nuova imponente cooperazione mi sembra più nata dall’obbligo morale di creare un formato focalizzato sulla protezione copyright. In ogni caso, diteci cosa ne pensate nei commenti.

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com