Oppo ci spiega come ricaricare lo smartphone in 15 minuti

24 Febbraio 201617 commenti

Quest'anno Oppo non ha svelato nuovi smartphone durante il Mobile World Congress, bensì delle tecnologie proprietarie volte a migliorare l'esperienza d'uso dei prossimi dispositivi prodotti dalla compagnia cinese. Stiamo parlando di SuperVOOC, soluzione che permette di ricaricare completamente uno smartphone in circa 15 minuti, e SmartSensor, nuova tecnologia per la stabilizzazione delle immagini.

SuperVOOC

Secondo quanto dichiarato da Oppo, SuperVOOC consentirà di ricaricare completamente ed in soli 15 minuti uno smartphone con batteria da 2.500 mAh. Persino più veloce di quanto visto con Quick Charge 3.0 di Qualcomm, in grado di raggiungere una percentuale di ricarica dell’80% in circa 35 minuti.

Certo, c’è da considerare che SuperVOOC è una tecnologia sviluppata interamente da Oppo e che (con ogni probabilità) verrà implementata unicamente sui loro dispositivi, perciò i risultati ottenuti dalla compagnia cinese sono ovviamente migliori di quelli ottenuti da Qualcomm, la quale deve ottimizzare il tutto tenendo bene a mente che i suoi chip verranno montati su diversi smartphone di altrettante aziende.

Oppo SmartSensor

SmartSensor è la nuova tecnologia sviluppata da Oppo che permette di stabilizzare le immagini in modo ancora più preciso. La maggior parte degli attuali sistemi OIS si basa su un sistema a due assi che fa muovere la lente per compensare vibrazioni, il tutto attraverso l’utilizzo di meccanismi a molla. Il nuovo sistema di Oppo sposta invece il sensore su tre assi, migliorando sensibilmente la qualità dell’azione.

Inoltre, SmartSensor reagisce ai movimenti in 15 millisecondi, mentre un sistema tradizionale OIS ci impiega 50 millisecondi.

oppo SmartSensor Image Stabilization

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com