Oracle affila le armi contro Google

9 agosto 20118 commenti
Vi abbiamo già parlato in precedenti articoli di come prosegua la battaglia legale di Oracle nei confronti di Google. Per chi ancora non lo sapesse, secondo Oracle, Java è un concorrente di Android,  e Google avendo utilizzato la macchina virtuale Dalvik nel campo dei dispositivi mobili, avrebbe commesso degli illeciti.

Ovviamente da parte sua Google respinge tutte le accuse osservando come la virtual machine Dalvik non violi alcun copyright né alcun brevetto legato a Java. Le motiviazioni esposte da Google pare però non abbiano convinto Oracle che, lo scorso mese, ha presentato alla corte un’ulteriore documentazione chiedendo un risarcimento danni pari a 2,6 miliardi di dollari.

Quindi, riassumendo, Google ha in corso delle cause con Apple e Microsoft per la violazione di alcuni brevetti che sono stati utilizzati su alcuni terminali Android, mentre quella in corso con Oracle, ben più pericolosa, riguarda il fatto che l’intera architettura Android sia stata costruita su Java senza che venissero pagate le dovute licenze.

Oggi, a peggiorare la posizione di Google, vengono alla luce 2 email.

La prima email risale al 2005, quando Android era in fase di sviluppo ed firmata da Andy Rubin che scriveva :

se Sun non vuole lavorare con noi, abbiamo due opzioni:
1) Abbandonare il nostro lavoro e adottare MSFT CLR VM e linguaggio C
2) Proseguire comunque con Java e difendere la nostra decisione, magari facendoci i nemici lungo la strada.”

Le seconda email, più recente, è stata scritta nel 2010 da un dipendente Google che precedente era un dipendente di Sun in cui c’è scritto :

Quello che ci è stato chiesto di fare da Google è indagare quali alternative tecniche idonee a Java esistano per Android e Chrome. Ne abbiamo analizzato un gruppo ma pensiamo che facciano tutte schifo. Concludiamo che abbiamo bisogno di negoziare una licenza per Java sotto i termini per i quali ne abbiamo bisogno.

E’ inutile dire che, queste 2 email, peggiorano notevolemente la posizione di Google in una causa che, se dovesse perdere, si ripercuoterebbe sul fatturato del colosso di Montain View che dovrebbe pagare ad Oracle la licenza d’uso di Java per ogni terminale Android venduto, e sui consumatori che dovrebbero sborsare un bel pò di quattrini in più all’atto dell’acquisto di un qualsiasi telefono con tale sistema operativo.

Voi che dite come andrà a finire ?

 Fonte : MaCity.it

  • Andrea

    La notizia non è nuovissima e comunque non mi pare che abbia questa grande influenza.
    La causa di Oracle non si basa tanto su questioni di copyright (“Google ha copiato Java”) ma su questione di brevetti (“Google ha sfruttato questa nostra invenzione”).
    Quel che bisogna vedere è se tali brevetti sono validi (c’erano prior-art? presentano i requisiti per un brevetto?), se Google li ha violati e un’altra serie di questioni strettamente legali di cui capisco anche io abbastanza poco.

  • androidguy

    nella mail di Andy Rubin si parla di C# non di C.. ;)
    a parte questo, non capisco come queste mail possano peggiorare la situazione di Google. Ricordo che già nel 2008 quando venne fuori Android 0.9 si discuteva delle escamotage di Google x usare un linguaggio proprietario e soprattutto lo stesso compilatore usato da Sun per creare i file .class. Ricordo anche che si diceva come la Dalvik fosse stata introdotta sicuramente x le sue ottimizzazioni ma soprattutto perchè il bytecode generato (il file .dex) mettesse al riparo Google da rogne legali, cosa che invece non si è verificata.

    • La cosa sconvolgente è la politica di Oracle. Dopo essersi accaparrata il dominio incontrastato sui linguaggi di programmazione e sui database (Java e MySQL sono ora suoi, in aggiunta ad OracleDB), si accanisca contro Google per motivi tutto sommati blandi. Bastava farla da furbi, e invece di chiedere tutti questi soldi a Google, entrare nel panorama Android e farsene ancora di più.
      Ma questa è una mia opinione. :)

      • androidguy

        si, obiettivamente Oracle mi ricorda un azienda di Redmond… usare gli uffici legali invece dell’R&D per far soldi ha tutto il mio disprezzo.. spero che google ne esca bene… 
        che poi, a quei livelli nessuno sia santo, questo è ovvio

  • Anonimo

    mettiamo che google abbia torto, al più pagherà una multa no? E finisce là. Ed inoltre a noi utenti finali che ce frega? Al più ci aumenta il prezzo di finale di 5 euro? Capirai su 500 che uno ne spende, che importa?

    • Anonimo

      nn è proprio così! google dovrà continuare a pagare per ogni dispositivo venduto, anzi sicuramente pagheranno i produttori per ogni dispositivo venduto……….aggiungiamo già che alcuni stanno già pagando microsoft! Alla fine i produttori potrebbero seriamente limitare il numero di smartphone prodotti con android a favore di windows phone!
      Inoltre potrebbero esserci problemi per lo sviluppo futuro di android.
      La questione è molto molto seria e la vittoria di Oracle è molto probabile!
      Cmq concordo con chi ha criticato il comportamento di Oracle…….da quando si è comprata Sun si sta solo preoccupando di batter cassa e limitare la concorrenza! Per fortuna nn le ha andata bene con openoffice! Ma con android la questione è ben diversa visto che ci sn grosse società dietro.

    • Anonimo

      nn è proprio così! google dovrà continuare a pagare per ogni dispositivo venduto, anzi sicuramente pagheranno i produttori per ogni dispositivo venduto……….aggiungiamo già che alcuni stanno già pagando microsoft! Alla fine i produttori potrebbero seriamente limitare il numero di smartphone prodotti con android a favore di windows phone!
      Inoltre potrebbero esserci problemi per lo sviluppo futuro di android.
      La questione è molto molto seria e la vittoria di Oracle è molto probabile!
      Cmq concordo con chi ha criticato il comportamento di Oracle…….da quando si è comprata Sun si sta solo preoccupando di batter cassa e limitare la concorrenza! Per fortuna nn le ha andata bene con openoffice! Ma con android la questione è ben diversa visto che ci sn grosse società dietro.

  • Uhm questo articolo è un po’ in preciso. La violazione di Google non sta nell’usare il Java, questo è legale, è un linguaggio gratuito, bensì nell’aver implementato una virtual machine alternativa, la Dalvik, che non è stata “autorizzata” da Oracle e quindi viola i brevetti Sun (ora in mano ad Oracle). Comunque sia non penso che google perderà la causa, ma se lo farà ci saranno varie conseguenze:
    1- Multa a Google (di certo non di 2 miliardi (o almeno secondo me)). Sempre meno di quanti ne ha guadagnati, ma per Oracle sono oro colato.
    2- Tassa su ogni terminale venduto. Probabilmente pochi spicci (massimo 5€ IMHO).
    3- Tentativi di frenare lo svilppo in usa.
    4- Il più grave, non ci saranno più implementazioni open source di java.

    Quello che Oracle sta facendo è contro lo spirito Open Source, è un’attacco, a mio avviso, alla libertà dell’individuo: da quando io non posso implementare un qualcosa di proprietario in maniera gratuita? Se ho le capacità…come dire che non posso costruirmi una televisione ma sono obbligato a comprarla ._.
    Se Oracle vincerà (possibilità remota, spero) riceverà migliaia di proteste, poco ma sicuro.