Qualcomm fa causa ad Apple per violazione di contratto.

5 novembre 20174 commenti

È di mercoledì scorso la notizia, riportata da Bloomberg, secondo la quale Qualcomm avrebbe citato Apple in giudizio per violazione di una clausola contrattuale, e spetterà al tribunale di San Diego stabilire torti e ragioni.

Sappiamo che le due società hanno collaborato per diversi anni, ma il loro rapporto è sempre stato piuttosto travagliato. Ultimamente era stata l’azienda di Cupertino a richiedere a Qualcomm un risarcimento di un miliardo di dollari, accusandola di abuso di posizione dominante. L’azienda produttrice, tra le altre cose, dei processori Snapdragon, è infatti pressochè un monopolista, e avrebbe approfittato di ciò per richiedere prezzi eccessivamente onerosi per fornire i propri prodotti.

Ora le parti si sono invertite: Apple sembra non aver rispettato una clausola di riservatezza nel contratto tra le due parti, rivelando a Intel informazioni sul software di Qualcomm che consente ai processori di operare sinergicamente con il resto dell’Hardware dei dispositivi.

Stando così le cose, è curioso come la causa in questione sia di poco successiva alle indiscrezioni per cui Apple starebbe programmando, per i suoi nuovi iPhone e iPad di rivolgersi alla concorrenza (leggasi Mediatek e, appunto, Intel). Potrebbe quindi trattarsi di una sorta di “dispetto” da parte di Qualcomm ai danni del suo quasi ex-socio, comprensibile se si pensa che, se le voci in questione fossero confermate, rischierebbe una diminuzione dei proprio ricavi attorno al 7,5%.

Loading...
  • Le beghe legali sono il loro sport nazionale…

    Certo è, che alcuni produttori, già guadagnano moltissimo sul prodotto finito, poiché l’hardware ha costi assai minori di quelli pubblicati (evitiamo i soliti commenti su quanto costa la pubblicità ,supporto assistenza ed altre menzogne sul genere …) Però tutto questo non basta, si cerca sempre di ottenere il massimo con in minimo sforzo: “prendere in giro gli acquirenti ” ci vorebbe Nerone!

  • rexandrex

    Abuso della posizione dominante, non la capirò mai. Sono un’azienda che produce soc, stabilisco un prezzo e basta, chi vuole li compra, chi no si rivolge ad altri. Qualcomm non è un ente di beneficenza, ricerca e sviluppo costano. Se ad Apple non sta bene il prezzo ( parlano proprio loro che vendono a prezzi stratosferici…) che sei rivolga ad altri competitor,il mercato è vasto. Oppure se li facciano da se come Huawei, i soldi non gli mancano,si impiantano una foundry e via,costruirebbero ” il Soc migliore di sempre ™ “.

    • MauryG5

      Amico vedi che quà non si parla di Soc eh non fare confusione! Apple il soc ovvero la CPU se la fa già da se diciamo, anni fa acquistò la PA-Semi per farci poi la propria azienda di soc anche se non potrà mai competere a livello di grandezza e tecnologia con Qualcomm attenzione, Qualcomm ha da un po di mesi assorbito il gruppo NXP che fu di Philips e Freescale che fu di Motorola, diventando di fatto il più grosso e importante colosso della produzione di integrati al mondo! Detto questo Apple non produce modem nella sua factory quindi li compra da Qualcomm e stanno li i loro problemi difatti, si lamentano dei prezzi alti del modem e loro però che sparano appunto come dici tu, cifre assurde sugli smartphone, li va tutto bene perché sono di moda e fighi quindi devi pagare tu povero pollo utente! Come dice Redhook, le beghe legali negli ultimi anni sono diventate il loro sport nazionale e sono sempre più ridicoli considerando che hanno delle pretese assurde su tutto! Le manie di grandezza sono una cosa sempre negativa non c’è nulla da fare!

      • rexandrex

        Ok, che sia un soc o qualunque altro componente non sei mica obbligato a comprare da Qualcomm. Certo, se vuoi il top lo paghi altrimenti passi ad altri fornitori. Che poi la posizione dominante si ottiene investendo in sviluppo e spendendo un sacco di soldi.