Samsung: nessun obbligo di fornire 4 anni di aggiornamenti

1 giugno 201822 commenti

La corte olandese, in seguito ad una causa sulla questione degli aggiornamenti, ha emesso una sentenza in favore di Samsung, che non ha nessun obbligo di fornire 4 anni di aggiornamenti software.

SAMSUNG, NIENTE OBBLIGO PER GLI AGGIORNAMENTI

Nel 2016 l’associazione olandese dei consumatori Consumentenbond ha intentato una causa contro Samsung, affermando che l’azienda doveva fornire aggiornamenti per 4 anni dalla data di rilascio di un device o per 2 anni dopo l’acquisto di tale device. L’azienda sudcoreana, durante il processo, ha affermato che in alcuni casi la durata degli aggiornamenti superava addirittura i 4 anni, ma solo sui passati top di gamma.

Samsung Galaxy A6 e A6+, come saranno i nuovi smartphone dell'azienda

La causa era stata abbandonata, ma è stata recentemente rispolverata: Samsung ha promesso 2 anni di aggiornamenti per un device nuovo acquistato in Olanda, aggiungendo che tali aggiornamenti saranno rilasciati in un “timeframe ragionevole”. L’azienda sudcoreana ha però aggiunto che prima di rilasciare un aggiornamento bisogna testare la piena compatibilità del device con l’update in questione.

Dopo la sentenza, un membro della Consumentenbond ha affermato che:

Samsung chooses to bring so many models to the market, there is no one who forces them to do so. An automobile manufacturer must also ensure that all its models are safe and reliable and remain so. Samsung has the same obligation.

La risposta diiSamsung non si è fatta però attendere: il colosso sudcoreano ha infatti posto l’accento sulla questione della sicurezza e l’affidabilità degli smartphone. Un hardware insufficiente o troppo datato potrebbe dare problemi con aggiornamenti troppo recenti.

 

Loading...