Samsung: Lee Jae-yong condannato a 5 anni

25 agosto 201739 commenti

Lee Jae-yong, vice presidente di Samsung Electronics e presunto erede dell'impero della società sudcoreana è stato dichiarato colpevole dei reati di corruzione, appropriazione indebita e falsa testimonianza e condannato a scontare 5 anni di carcere in Corea del Sud.

Lee è stato dichiarato colpevole dalla corte del Seoul Central District composta da tre giudici dopo essere stato arrestato lo scorso febbraio. Lee ed altri quattro dirigenti Samsung sono stati accusati di aver offerto tangenti all’ex presidente della Corea del Sud Park Geun-hye e ad una sua confidente nonché amica personale  Choi Soon-sil.

L’accusa ha affermato che Lee e gli altri dirigenti hanno versato la somma di 43.3 miliardi di won, pari a circa 38 milioni di dollari, ad organizzazioni controllate da Choi in cambio di favori.

Il fatto che Lee sia stato dichiarato colpevole potrebbe comunque non inficiare il suo diritto alla successione del padre, che comunque non sembra essere uno stinco di santo: precedentemente condannato per evasione fiscale e corruzione, è stato in seguito assolto due volte.

In ogni caso, gli avvocati di Lee hanno già fatto sapere che presenteranno appello, quindi la vicenda sembra essere ancora lontana dal chiudersi definitivamente.

Loading...
  • sanio

    se fosse successo in italia….gli avrebbero mandato le veline a casa per una super orgia per festeggiare coi giudici.silvioooo perche non sei asiatico?????percheeeee

  • Doc74

    Immagino che questo significhi che gli stessi che si lamentavano degli stockisti non compreranno mai più roba Samsung giusto ?

    • Angelo Sabra

      Non mi pare proprio la stessa cosa, ma fai pure. Differenza di reato a parte anche la somma è diversa, addirittura la somma evasa da gli stockisti è ben maggiore di questa. E poi credi veramente che qualcuno avesse smesso di comprare su gli stockisti solo perchè hanno scoperto che son evasori ? Mi piace la tua fiducia nel genere umano, ma credo che chi ci acquistava (o la maggior parte) non se ne curava prima e non se ne sarebbe curato dopo.
      Comunque non compro nemmeno Samsung :D

      • Doc74

        Gia corruzione per lui ed evasione e corruzione per il padre… molto diverso dall’evasione degli stocksti :)

        Anche le cifre , certo 50 milioni( da accertare visto che di fatto non sono ancora stati condannati ma solo accusati ) per gli stockisti , solo 38(1) per Samsung fa sicuramente la differenza tra essere ladro e non essere ladro , immagino basti stare sotto i 40 milioni giusto ? ( non ti dico di quanto è stato contestato e giudicato colpevole il padre senno ti spaventi ,anzi te lo dico 121 milioni di dollari )
        Sai qualè il problema ? è che non mi piace l’ipocrisia

        Tutti pronti a dire le peggio cose , ma solo se fa comodo , quando poi non fa comodo , tutti zitti .
        E no non devi credere a me , va a vederti su un qualunque blog i commenti sotto lo scandalo degli stockisti se non mi credi.
        E invece qui zero , nessuno che si è anche solo minimamente risentito( beh a parte me si intende )

        Io non ho mai comprato ne Samsung ne da Stockisti ma non sono cosi naive o meglio ipocrita da far finta che gli altri produttori/venditori non facciano lo stesso quando ne hanno la possibilità.

        sia bene è giusto che vengano arrestati e che paghino quando vengono presi , ma lo ripeto, sentire gli ipocriti e falsi moralisti mi fà solo arrabbiare.

        1) vorrei farti notare che se hanno versato in bustarelle 38 milioni di dollari è presumibile che ne abbiano ricevuto favori per una cifra superiore , per essere buono faro finta che con questa manovra Samsung ci ha guadagno l’equivalente di 38 milioni e un dollaro , ok ?

        • Dark!tetto

          Guarda che con me sfondi na porta aperta, dico solo che leggendo quest’articolo non mi sembrava proprio la stessa cosa. Per me possono dare il carcere a vita ad entrambi, nemmeno io ho mai comprato da stockisti, ma qualche prodotto Samsung ce l’ho. Non voglio ne sminuire, ne giustificare quello che hanno fatto questi, semplicemente parli ci qualcosa che non è la stessa cosa. Magari mi son spiegato male tirando in ballo cifre, ma il fatto che la faccenda stockisti sia più sentita mi pare ovvio visto che è avvenuta in italia e il tema interessa da vicinissimo il nostro mercato. Poi ripeto, quelli stessi che si sono tanto indigniati per gli stockisti ora acquistano semplicemente altrove, nelle stesse identiche modalità, con prezzi ugualmente sospetti, ma non si creano il problema.

          • Doc74

            Come fai a dire che non è la stessa cosa ? sempre di fregare lo stato( e gli utenti ) si parla , sempre per cifre considerevoli e sempre per interesse personale.
            Che poi dico se samsung si permette di corrompere / evadere in Corea davero devo essere tanto babbo da credere che in italia invece sia sempre e solo onesta ?
            Suvvia , lo ripeto cerchiamo di non essere troppo creduloni, tutte ( o quasi ) le grandi società quando possono sfruttano strade non troppo legali. Indignarsi solo con chi non ci piace è ipocrita.
            Per intenderci io compro Xiaomi, ma non credo affatto siano degli stinchi di santo.

          • Dark!tetto

            Torno a ripeterti che magari mi sono espresso male, ma dall’articolo non si parla di altro ma di corruzione e di quelli che intascano 38 mln. Dico solo che è ovvio che la notizia degli stockisti è più sentita, è la stessa cosa (sono da condannare entrambi in egual modo), ma non è la stessa cosa per l’italiano, che (negozianti onesti in primis) crede di risentire più dell’evasione degli stockisti che da quella di qualunque altra azienda, Samsung compresa.

          • Doc74

            si parla anche di evasione quando si cita il padre ( vero prorietario di samsung se vogliano ) che è gia stato giudicato colpevole di evasione per mi pare 121 milioni di dollari nel 2008.
            Ma non mi pare che nessuno gli abbia dato peso e mi pare che samsung venga tanto quanto.
            Che poi scusate ma mi fa veramente ridere fare “differenza” tra diversi tipi di illegalita finalizzati tutti allo stesso scopo , ovvero pagare meno soldi al governo e guadagnare di più.

          • rexandrex

            Ma dove sta il problema? Io ho comprato dagli stockisti, era un regolare negozio online e ho anche prodotti Samsung. Che se la vedano con la legge se hanno rubato, mica è colpa nostra.
            Porca miseria, una volta addirittura ho comprato un Samsung dagli stockisti, mi sento un verme!

          • Dark!tetto

            Il problema è che poi ci lamentiamo se l’italia (o il modo in generale) va male, non guardate mai la totalità delle cose e per risparmiare pochi euro per fare gli sboroni con lo smartphone non vi curate di tutte queste aziende che si arricchiscono a spese nostre. Non parlo solo degli stockisti ovviamente, ma se ognuno di noi piuttosto che comprare il top a 500€ si compra quello che si può permettere nessuno evade niente ? O magari non sfruttano il lavoro minorile o si curassero dell’ambiente ? Ma chi se ne frega, io ho preso S8 a 500€ e faccio il figo, giusto ?

          • Doc74

            Mah , anche se tu comprassi il piu economico perchè non dovrebbero evadere l’iva ( o altre tasse ) se possono ? per correttezza ?
            Cioè nel senso lo so’ che è moralmente sbagliato e che per quello non dovrebbero farlo… ma la realtà è che se ne sbatterebbero cmq e quello che serve non è che l’utente faccia i salti mortali per capire chi è onesto o no, è lo stato che deve fare i controlli e applicare la legge.
            Se Stockisti mi offre un prodotto a prezzo X e legalmente sembra apposto , non sta a me cercare di capire se sta pagando giusto o no le tasse . Idem se compro samsung non sta a me verificare chi ha corrotto e perchè. non è in mio potere.
            vorrei fare notare che nel caso degli stockisti c’è una denuncia ma non c’è ancora un giudizio, mentre nel caso di samsung il giudizio di colpevolezza c’è.

          • Dark!tetto

            Tralasciando la colpevolezza dimostrata o meno, vedo che siamo abbastanza d’accordo, la mia è una visione utopistica e riferita a quelli che si lamentano se il sistema non funziona, ma poi sono parte del sistema stesso. Sarebbe come dici tu, moralmente più corretto penalizzare queste aziende, anche da parte del pubblico, ma sfortunatamente non è così, anzi come ti dicevo anche se fosse dimostrata la colpevolezza de “Gli stockisti” se tornano in affari con prezzi troppo bassi nessuno se ne curerebbe lo stesso.

    • mr verdicchio

      Mi sono perso la discussione sugli stockisti. Ma sul serio nessuno sul blog sapeva che i prezzi erano più bassi del 20% circa perché non versavano l’iva?
      Ero convinto che fosse cosa arcinota, ma difficile da condannare perché aprivano e chiudevano varie società in vari paesi europei, ne avevo pure parlato in un post un paio di anni fa…
      Ma chi compra sui siti cinesi pensa che quelli paghino l’iva?
      Ma sul serio?

      • Doc74

        Fanno esattamente come tutti gli altri se possono evadere evadono . in genere usano un trucco “legale” ( virgolette d’obbligo) per non pagare l’iva , sfruttando il fatto che tra paese europeo e altro paese europeo il traffico è free

        • mr verdicchio

          Infatti, secondo me anche quello che hanno fatto gli stockisti è “al limite” cioè se compri e vendi oggetti con una srl, incassi iva, e al momento di versarla la chiudi la società e cedi il marchio ad un’altra srl, è teoricamente legale per la nuova srl. La vecchia invece fallisce e ciao. Magari la cosa lascia strascichi per l’amministratore della prima srl, ma di teste di legno se ne trovano a mucchi…
          Siamo noi che dobbiamo sapere che comprare on line su certi siti non è “corretto”.
          Per come la vedo io però andranno completamente riviste le politiche fiscali, non sono più attuali. Vedere colossi che fatturano decine o centinaia di miliardi pagare nulla o al limite il 3 o il 4% di tasse, unito ai proclami in tv della finanza che gongola per aver stanato migliaia di evasori (tra cui piccoli commercianti che facevano un pò di “nero”) che magari hanno pagato tasse pari al 20 o al 30% anziché al 40 o 50%, mi fa incavolare non poco…
          Come mi fa incavolare l’Irlanda che con le sue tasse al 4% per I grandi gruppi fa entrare legalmente nella UE le merci a danno degli altri stati membri.
          Incavolarsi per un coreano corrotto invece lascia il tempo che trova…
          Dobbiamo sapere che quando diamo 1.000 € a Samsung o a Apple finiranno nelle casse dello stato italiano circa 200€, per lo più iva, a patto che compriamo tramite abbonamento o tramite un sito serio.
          Quando diamo 1.000€ al Aliexpress di turno (o agli Stockisti) non finisce niente.
          Mentre se paghiamo una fattura da 1.000€ ad un artigiano o a un professionista italiano finiranno circa 500€ nelle casse dello stato.

          • Doc74

            In realta anche quando diamo 1000 euro ad apple o samsung non sappiamo quanto davvero vada allo stato , come tu stesso ben sai apple ad esempio usava il trucchetto dell ‘ irlanda per evadare ( o eludere per i più sensibili ) e ciao. Samsung ha poi gia dimostrato ( come praticamente tutte le grandi aziende eh ) di pescare nel torbido quando ne ha la possibilità per cui che paghi le tasse in italia “corrette” è a mio avviso è solo una speculazione molto ottimista.
            Alla fine ognuno fa quello che vuole in base alla sua morale , ma io credo che dovrebbe prima di tutto guardare dal suo punto di vista , muoversi sulla propria legalità ( e moralità) e la sciare il resto al sistema pubblico italia. Fintanto che comprare su stockisti ,aliexpress o quello che vuoi è legale a mio avviso è inutile farsi il problema di cosa davvero fanno loro , tanto io credo sia scontato che chi può evadere ( dai grandi ai piccoli ) lo faccia , chiamatemi cinico ma io credo solo di essere realista. E no non date per scontato che chi ha i prezzi più alti sia per forza perchè paga le tasse perchè non è così.

          • mr verdicchio

            Ho scritto infatti che apple e Samsung pagano poco o niente di tasse ( da zero a 4%) ma almeno pagano l’iva. Quindi almeno il 22% lo pagano.
            Se pagassero la giusta aliquota sugli utili reali arriverebbero al massimo 40% del prezzo di listino. Quindi evadono meno della metà delle tasse.
            Gli stockisti o aliaxpress pagano ZERO!!!!!

          • Doc74

            stokisti o aliexpress pagano le tasse dove risiede la loro sede , nel caso di stockisti è malta , che ha una tassazione risibile un po’ come l’irlanda , aliexpress si suppone che ogni negozietto paghi le proprie tasse cinesi, quanto all’iva.., almeno nel caso di aliexpress andrebbe aggiunta al pacco arrivato , a volte succede , molto spesso no. ( ricordiamoci che pacchi sotto i 22 euro sono cmq esenti per legge )

          • L’argomento tassazioni nel nostro paese è quantomeno spinoso.
            Tralasciando il merito degli attori di questa vicenda, l’applicazione delle sanzioni in caso di accertata evasione, sono assai astratte, clientelari, come giustamente osservato da te nel confronto tra piccole e grandi imprese.
            Leggasi ultimi provvedimenti sui gestori di telefonia nazionali.
            Tuttavia, l’elevata percentuale di tasse sul fatturato di molte realtà commerciali e non solo, che il nostro paese applica in maniera sconsiderata, fa si che molte realtà produttive fuggano e investano in paesi meno oppressivi.
            Il paradosso è scoprire a tergo, lo sperpero di questi ricavi da parte delle nostre forze governative.

            Perdona il mio essere fuori tema, ma, di certo questo non aiuta nel far crescere la legalità.

          • mr verdicchio

            Rincaro la dose: 20 anni fa in Svezia la pressione fiscale era del 70% ma in cambio i servizi erano perfetti (casa per tutti, istruzione e sanità al livello di assicurazione top in Usa).
            Certo, pensavo uno stato valido ma caro un bel po’…
            Oggi la loro pressione fiscale è MINORE della nostra e i servizi sono gli stessi di 20 anni fa, anzi meglio…

          • Concordo!
            Hanno investito bene in precedenza, ed ora godono i frutti dell’ottimo lavoro di risanamento.
            Stessa situazione in Danimarca e Olanda, dove l’indice di civiltà è misurabile dalla qualità della vita di un pensionato.

      • Valerio Vitello

        Che c’entrano i siti cinesi?

        • mr verdicchio

          Non pagano l’iva, come gli stockisti

          • Valerio Vitello

            Se ti riferisci alle vendite in esenzione, è normale e legale.
            L’Iva la paga (al proprio paese) l’importatore alla dogana (più i dazi). Se riesco a scansare un controllo in dogana, sono io che evado e non Aliexpress.

          • mr verdicchio

            Non ho detto che é illegale, ho detto che non pagano un euro né di iva né di altro nel nostro paese. Solo qualche dazio e nemmeno sempre.
            Dobbiamo esserne consci

      • Gianpaolo

        Gli stockisti avevano prezzi in linea col mercato online. Puntocom Shop vendeva, all’epoca del mio acquisto, s8 a 563, io avendo acquistato sempre degli stockisti (per qualsiasi problema bastava un messaggio su Facebook e in tempo reale ti informavano di tutto), avevano PayPal e recensioni positive ovunque, ho preferito pagarlo 589. Ora stockisti non c’è più, puntocom Shop si invece

        • mr verdicchio

          Anche puntocom shop probabilmente non versa l’iva.
          È anche piuttosto semplice da fare…

        • Doc74

          Stockisti c’è ancora e vende regolarmente , solo il sito è “oscurato” ( stendiamo un velo pietoso su questo ) problema risolvibile in 5 minuti

          • ale-ve

            ma sul loro sito nel catalogo non c’e niente di disponibile, vende dove??

          • Doc74

            hai ragione non ci avevo fatto caso , il sito è attivo ma hanno rimosso tutti i prodotti

          • ale-ve

            ah ok pensavo avessi trovato un sito parallelo xD

        • ale-ve

          tutti i siti che vendono al 40/50% in meno del prezzo evadono… ma il cliente “la paga” l’iva è il sito che poi non la versa allo stato ma se la tiene forse dovreste informarvi meglio su come funziona…

  • alcarin747

    Se sta storia finisse in prima pagina sui giornali di mezzo mondo, Samsung ne avrebbe un danno bestiale. Siccome a quanto pare se ne occupano solo i siti specializzati, invece, nisba! Bah. E poi dicono che i media nn hanno potere….

    • eric

      …TUTTI i giornali riportano la notizia in prima pagina!

      • alcarin747

        Dici…? Io intendo giornali generalisti tipo Corriere, Stampa…. Non ho visto nulla, magari me la sono persa.

    • Doc74

      in realta frega un cazzo a nessuno, perchè la realtà è che si sa benissimo che tutte le aziende lo fanno . Per quello mi ha fatto ridere quando tutti i forum si sono lanciati contro gli stockisti come se solo loro fossero la mela marcia in un mondo di onesti.

      • alcarin747

        D’accordo al 💯%

  • ILCONDOTTIERO

    In Italia che pena avrebbe scontato ? Mah ! Chi può dirlo .

  • Anghingo

    Secondo me gli stockisti è’ stato chiuso perchè faceva concorrenza ad amazon…. perchè amazon paga l’iva e le tasse secondo voi?
    L’iva poi è già da tempo in reverse charge quindi molto piu difficile da evadere. Samsung prodouce una grossa fetta del mercato mondiale, vi siete chiesti dove compra le materie prime e con che metodi?