Samsung nega di rallentare gli smartphone con batterie vecchie

20 gennaio 201813 commenti

Dopo l'avvio del procedimento contro Samsung da parte dell'AGCM, arriva la risposta ufficiale da parte del colosso sudcoreano, che nega di rallentare i propri device con batterie vecchie.

SAMSUNG, LA DICHIARAZIONE UFFICIALE

A differenza di Apple che ha confermato di rallentare intenzionalmente i propri device con batterie vecchie per questioni di sicurezza, Samsung ha smentito ufficialmente tale pratica sui propri smartphone.

LG controbatte Samsung meglio la batteria removibile di V10

 

La dichiarazione è arrivata subito dopo l’avvio delle procedure da parte dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, che ha accusato i due produttori di adottare pratiche scorrette volte a rallentare i vecchi device in favore dell’acquisto dei nuovi modelli.

L’azienda ha quindi ribadito di non credere nell’obsolescenza programmata e di non aver rilasciato aggiornamenti software volti a rallentare intenzionalmente un dispositivo. Apple, come sappiamo, ha deciso di limitare la velocità dei processori dei vecchi iPhone per permettere alle batterie ormai usurate di continuare a svolgere il proprio lavoro in sicurezza.

Leggi anche AGCM: avviati procedimenti nei confronti di Samsung e Apple

Nonostante le dichiarazioni del produttore sudcoreano, disposto a collaborare attivamente con le autorità, le indagini proseguono:

Samsung does not provide the software updates to reduce the product performance over the life cycle of the device. We will fully cooperate with Italian Authority for Market and Competition’s investigation in Italy to clarify the facts.

La dichiarazione ufficiale è arrivata meno di 24 ore dopo l’avvio delle indagini, che proseguiranno nei prossimi giorni.

Loading...