Samsung perde causa da 120 milioni di dollari contro Apple

7 novembre 201717 commenti

Come molti di voi ricorderanno, nel 2014 Apple ha intentato una causa contro Samsung, accusando la casa sudcoreana di aver infranto i propri brevetti. La sentenza prevedeva il pagamento della cifra di 120 milioni di dollari alla parte lesa.

Lo scorso febbraio una corte d’appello statunitense ha però rovesciato la sentenza in quella che si è rivelata una vittoria minore per Samsung. Apple ha però portato la causa davanti un’altra corte federale, che ne ha ancora una volta confermato la vittoria condannando definitivamente Samsung al pagamento dei 120 milioni di dollari.

Ma l’azienda sudcoreana non è data per vinta: la causa è stata portata alla presenza della Corte Suprema degli USA, che ha però rifiutato di ascoltare l’appello. La richiesta di reintegrare i 120 milioni spesi in danni è stata quindi rifiutata, decretando la sentenza ricevuta da Apple come definitiva.

Samsung Galaxy S9 ed S9 Plus curiosi di scoprire i (possibili) nuovi loghi

Leggi anche Whatsapp: un’app fake registra 1 milione di download

I BREVETTI COINVOLTI

I brevetti coinvolti in questa lunga saga legale riguardano principalmente l’autocorrezione, lo slide-to-unlock e i link rapidi. L’infrazione di quest’ultimo brevetto è costata da sola ben 99 milioni di dollari. Questa sentenza rappresenta una chiara vittoria per Apple, mentre Samsung non può far altro che pagare i danni.

 

 

Loading...