Samsung presenta un nuovo display ad alta risoluzione

1 novembre 201120 commenti

Dopo Toshiba anche il colosso sud-coreano Samsung ha presentato in questi giorni un nuovo display con una risoluzione massima di 2560x1600 pixel in soli 10.1 pollici di diagonale. Ciò donerà ai tablet e netbook del prossimo futuro maggiore nitidezza e dettagli nei propri pannelli LCD. Non sarà solo la risoluzione la caratteristiche interessante di questo display Samsung, anche se è la caratteristica che si nota principalmente.

Presentato all’FDP International 2011 di Tokyo ecco il nuovo display Samsung da 10.1 pollici con risoluzione da 2560×1600 pixel. Quali altre sono le caratteristiche importanti di questo display?

Utilizza la tecnologia IGZO, cioè Indium Gallium Zinc Oxide, la quale offrirà una mobilità degli elettroni molto più elevata e 10 volte più veloce rispetto agli altri display, sempre secondo la società coreana. Ciò consentirà al produttore di ridurre le dimensioni dei display, di incrementare la velocità dei TFT ed anche la definizione.

Altri dettagli tecnici del display presentato da Samsung riguardano l’assorbimento energetico e la trasmittanza, le quali risultano essere rispettivamente di 2,6 W e del 3,8%.

Esso è dotato di un rapporto di contrasto di 500:1, di luminanza pari a 300 cd/m2 e gamma visualizzabile di colore maggiore del 70% rispetto alla tecnologia NTSC.

Questo display TFT è stato realizzato con dei processi leggermente diversi rispetto ai soliti pannelli TFT e con modalità PLS, la IPS di Samsung, la quale aumenta gli angoli di visibilità.

In poche parole un display potente ed ideali per i nostri dispositivi portatili, ideale per ogni esposizione di luce, angolo di visualizzazione e tanto altro. Chissà se presto lo vedremo nei nostri tablet Android, forse quando arriverà, nel 2012, un display con stessa risoluzione ma realizzato con tecnologia PenTile.

Via

Loading...
  • Afsaf

    ma serve veramente tutta questa corsa ai pixel, specie su un polliciaggio così basso? il mio monitor di casa arriva a 1080p, è un 22 pollici ed è nitidissimo.

    • Ziodaddi89

      è nitidissimo poichè ti trovi ad una distanza maggiore di visione ;)

  • Crissstian96

    Tra un poco finiremo a vedere i siti web tramite una strisciolina in mezzo allo schermo

  • Alessandro D’Armiento

    si ma vi rendete conto che il mio pc da 700 euro sa far girare bene senza scatti un monitor da 1366×768… quanta cazzo di potenza servirebbe per uno schermino del genere? soprattutto in quel poco poco spazio a disposizione.. tablet da 8000 euro….al mese per 20 anni?

    • Anonimo

      Esatto, aumentando la risoluzione bisogna aumentare anche la potenza di calcolo (non come con il galaxy nexus).
      E poi tutta sta risoluzione a cosa serve? A nulla. Meglio pensare ad aumentare la luminosità e la Visibilità alla luce del sole.

      • Lxxa94

        la risoluzione non serve? serve e come su display piccoli come i tablet avere un’ elevata densità di pixel e necessario per poter leggere bene e per navigare in internet anche su uno schermo piccolo

        • Alessandro D’Armiento

          veramente sopra i 250 dpi praticamente l’unico modo per vedere i pixel è una buona lente d’ingrandimento… qui superiamo i 400 dpi… a che minchia serve? siete tutti superman?

      • Emanu_Lele

        No ma scusate ma allora a che serve tutta questa potenza su di un tablet? Vi vorrei solo dire che io con un miserto atom 330 (dual core da 1,6) e scheda video Ion1 riuscivo a comandare 2 tv (una via dsub e una via hdmi) @ 1080P, ovviamente non con windows ma con ubuntu e ci vedevo i bluray con il processore solo al 50% di impiego!  Allora non capisco perchè un tablet equipaggiato con il futuro  OMAP4470 da 1,8Ghz e un chi video PowerVR SGX544 @ 384 MHz + chip dedicato solo al 2D non posso visualizzare con tutta tranquillità una risoluzione 2560×1600 e avere una risoluzione così nitida da vedere bene anche in piena luce. E’ ovvio che a quella risoluzione, anche mantenendo la stessa luminosità e lo stesso contrasto i colori e le immagini si vedranno molto meglio senza incidere sulla durata della batteria

  • Anonimo

    Non serve a nulla una risoluzione del genere su 10″, serve solo a far ballare scimmie.

  • SebyS2

    Il contrasto è di soli 500:1?? ma non è pochissimo?

    • Finas

      contando che il retina display ha 1097:1, si

      • Amicizia andrea

        dico solo che il retina display anche se ha tutte queste caratteristiche cosi favolose è stato pienamente battuto dal samsung galaxy s in quanto a nitidezza contrasto e luminosita di schermo.. quindi non rimanete fermi sui numeri quello che realmente interessa è come è visibile a occhio nudo il display.. esempio se i prossimi telefoni avranno uno schermo che costerà da solo 200euro ma si vede peggio di un galaxy s io preferisco il galaxy s ecco il punto.. quindi non rimanete a pensare ai numeri.

        ps parlo da possessore di iphone3g e ipod touch 4g

        • Finas

          ma guarda che ti sei fatto un film in testa, io ho parlato solo di contrasto.

  • Andrey

    ma perchè vi lamentate sempre? sono innovazioni che non fanno altro che piacere. alla fine non sono stupidi, ogni mossa che fanno è ben studiata e quindi se faranno uscire un dispositivo con tale risoluzione vorrà dire chee avrà le carte in regola per far girare tutto senza esitazione. Non è che adesso ficcano  questo schermo su un dispositivo con un processore scadente. Quindi dai…a me sembra un ottima cosa, che può essere usata in molti campi e non solo per i tablet.

  • Edmondo Scola

    Non vi rendete conto che quelle risoluzioni servono per vedere le foto e, soprattutto, per leggere libri, giornali e riviste.
    Ma anche per lavorare su un foglio di calcolo senza stare a spostarsi di continuo e non avere mai una visione d’insieme nitida.

  • miocardio

    Di solito non scrivo in questi termini ma chi continua a dire che la risoluzione non serve é semplicemente poco attento e un po arretrato e ignorante su questi temi. Chiunque utilizzi ad esempio un ipad a 30 cm può identificare i pixel un fondo bianco non è bianco ma un reticolato! Secondo voi perché samsung ha utilizzato dei volti? Sicuramente tutti quei volti in uno schermo normale non sarebbero stati identificabili uno ad uno ma alcuni tratti sarebbero stati solo dei grossi pixel e non un occhio ad esempio. Comunque per leggere un testo non zoomato in modo chiaro i pixel non si devono vedere tanto che sono piccoli. Andatevi a vedere le foto ravvicinate di un retina con un classico schermo e capirete il significato di avere uno schermo del genere. Una cosa diversa saranno i problemi che ne deriveranno in termini di quella potenza o di riscalare i video a quella risoluzione. Si deve ragionare in termini di pixel per pollice mica in risoluzione! Come diceva la pubblicità per una parete grande ci vuole un grande pennello :-) più aumenti la grandezza del display e puoi si allargano i pixel e se di pari passo non ti allontani dalla sorgente li vedi! Una cosa semplice non ci vuole un ingegnere

    • Pistaweb74

      Il tuo discorso non fa una grinza ed è normale che la tecnologia avanzi. C’è però da tenere conto dell’EFFETTIVA utilità. Un 10″ è relativamente piccolo e leggere un testo non zoomato al minimo ingrandimento utile per far sì che un pixel a quella risoluzione non sgrani, sarebbe una cosa impossibile per la vista o sicuramente l’affaticheremo. Un po’ come impostare un font a 1 per scrivere un documento in Word.

  • Cattux

    Quoto @a6b176fb35c1de61bd623a71c5fd6591:disqus  e scommetto che se fosse stata Apple a presentare un display simile nessuno avrebbe obbiettato nulla, anzi… ‘ecco l’ennesima innovazione di casa Cupertino!’

  • Anonimo

    tra un pò dovremmo indossare gli occhiali per non avere problemi agli occhi con sta corsa alle risoluzioni ;-)

  • Alk1 A. K. A. Kassandra

    Pppprrrrima di commentare preferisco prendere maggiori informazioni riguardo questa nuova tecnologia.
    Riguardo questo post posso solo dire che:
    1
    NTSC é inproprio definirla una tecnologia ma piuttosto uno standard attorno il quale si sviluppano tecnologie. Per i meno abbienti NTSC è lo standard di trasmissioni televisive analogiche in America, come da noi lo è il PAL o in francia il SECAM.
    2
    Confrontare la resa colorimetrica con quella dello standard NTSC sa un po di presa per il culo (senza addentrarci troppo in dettagli tecnici diciamo che non è proprio il massimo ).
    3
    I valori che state riportando, o sono errati, oppure di primo acchitto, apparte la risoluzione, contrasto e consumi non sono proprio eccelenti…. ma ribadisco mi informerò meglio altrove riguardo questa nuova tecnologia.