Samsung: via Bada, si punta su Tizen?

17 gennaio 201220 commenti

Pochi giorni fa vi avevamo comunicato, in quest'articolo, la scelta di Samsung di investire su un nuovo sistema operativo open-source Linux-based, chiamato Tizen. A questo nuovo nome era stato affiancato anche il nome in codice, GT-i9500, che avrebbe dovuto caratterizzare il Samsung Galaxy S III, di conseguenza abbandonato per essere utilizzato per il primo device del produttore sud-coreano con questa nuova piattaforma mobile. Finora le idee di Samsung non erano molto chiare, ma sembra che abbia deciso di abbandonare il famoso Bada per puntare tutto sul nuovo sistema operativo realizzato in collaborazione con Intel.

Lanciato nel 2010, Bada doveva essere il sistema operativo open-source realizzato da Samsung, che doveva essere presente nei dispositivi di fascia medio-bassa del produttore sud-coreano. Proprio questo sistema operativo offre funzioni presenti nei sistemi di molti famosi smartphone, e grazie alla sua interfaccia fresca ed intuitiva, alla sue funzioni di smartphone, come il multitasking nativo e la possibilità di installare applicazioni di terze parti tramite il market Samsung.

Purtroppo l’avvento di Tizen e la voglia di voler puntare su quest’ultimo sembrano segnare la lenta scomparsa di Bada. Non solo perchè sarebbe poco costruttivo realizzare device con due sistemi operativi differenti, ma fondamentalmente simili, ma anche perchè Samsung punta molto su altri sistemi operativi come Android e Windows Phone, quindi si perderebbe molto tempo di lavoro e soldi per puntare su ben 4 OS.

Quindi a partire da quest’anno, Bada potrebbe scomparire per lasciare il posto a Tizen. Il primo cesserà di esistere tranne che nei dispositivi attualmente in commercio, come la famiglia Wave. Samsung ha, inoltre, dichiarato che le applicazioni Bada ed il suo SDK saranno compatibili con Tizen; purtroppo non sappiamo se saranno aggiornati ufficialmente a questo nuovo OS i dispositivi che attualmente montano Bada.

Samsung sembra voler produrre solamente due dispositivi con questo sistema operativo per quest’anno, probabilmente di fascia bassa o media, poichè i dispositivi di punta avranno, senza ombra di dubbio Android, come il Galaxy S III. Speriamo di poter avere ulteriori dettagli durante il MWC di Barcellona.

 

Via

Loading...
  • gerardo longo

    ma il cliente ipotetico, che ha già visto abbandonare Bada dopo 1 anno, penserà veramente di acquistare un terminale con un nuovo sistema operativo? Non ci sarà il timore che anche questo nuovo sistema verrà abbandonato anch’esso?

    • Niko Tacconi

      no a meno che non rilascino tizen per tutti i vari bada-phonini fin ora usciti… :)
      e conoscendo samsung, la cosa non avverrà!

      • Niko Tacconi

        volevo dire: “sicuramente si, a meno che non rilascino tizen  per tutti i badaphonini usciti fin ora..”
        scusate!

    • Anonimo

      Il punto che ti sfugge è che i telefoni sono un bene di consumo usa e getta. Per loro dovrebbe durare sulla cresta 6 mesi e supportarlo per un anno, mentre noi vorremmo almeno 2 anni.
      loro se ne fregano, preferiscono ingolosirti sul nuovo modello e farti fare l’upgrade, che tuttavia è ingiustificato. Alla fine un htc desire, nexus one, galaxy S che motivo avrebbero di essere sostituiti? Pensate ci bene….

    • Jurgo Boemo

      guarda, peccato per il supporto del software, ma in quel poco che ho provato bada, ho notato una tastiera molto più reattiva rispetto ad android ed un browser più evoluto. Tanto che ero quasi convinto a passare a bada:-P. Il discorso che fai tu si adatta molto di più a Brew, il sistema di HTC. Comunque la mossa di passare a Tizen proprio non la capisco

  • Come al solito quando capita che un tuo amico punta su un dispositivo di fascia bassa e si lascia “attirare” da questi dispositivi a basso costo con OS proprietario (che non avrebbero nulla di male in se, peccato che pecchino di supporto software) il discorso rimane sempre economico, dato ce gli si fa notare che con la stessa cifra avrebbe preso un terminale android con possibilità decisamente maggiori (i software di terze parti sono assolutamente fondamentali).

  • Checo79

    bada non è mai stato un os open source

  • Ambarabaciccicocco

    tizen non è il nome de “il fu meego”?

    • Ethanhunt

      esatto era meego poi è stato comprato da samsung, sistema opensource con codice basato su linux quindi simile ad android, solo che il funzionamento dell interfaccia è diverso. Quelli che sviluppano su android potrebbero sviluppare anche per tizen senza problemi quindi potrebbe diventare un ottimo sistema magari anche con meno problemi di android.

      • broncos

        samsung non ha comprato meego, meego e’ open non e’ mai stato in vendita. era sviluppato da intel e nokia (in pratica una fusione tra maemo(nokia) e moblin(intel) . nokia poi l’ha abbandonato e intel i e’ ritrovata quasi da sola, ha deciso quindi di fondere meego con limo ed e’ nato tizen. samsung in seguito ha deciso di entrare anche lei nello sviluppo di tizen e ora ha detto che “sacrifichera’” bada per sviluppare questo SO…

        da un mesetto son passato ad android e mi trovo molto bene, ma prima avevo maemo e come sistema operativo e’ indubbiamente piu’ prestante (con un processore da 600mhz gestiva un multitasking live che qualsiasi altro sistema operativo si sogna ancora oggi…)

        se davvero samsung si mette di impegno non puo’ che uscire un sistema operativo eccellente e poi soprattutto la goduria per samsung di essersi presa da nokia un suo sistema operativo e poi con quello scalzarla da leader della telefonia sarebbe il top.

      • Jurgo Boemo

        “Quelli che sviluppano su android potrebbero sviluppare anche per tizen senza problemi”. Se Tizen sarà come Meego, lo sviluppo sarà completamente diverso da Android

  • gio

    Bada, Tizen e chi piu ne ha piu ne metta ahahah Samsung invece di perdere tempo con queste fesserie dovrebbe puntare su Android e basta ed iniziare ad aggiornare i propri dispositivi..

  • Teobocia

    Solita matrigna Samsung…ha abbandonato Symbian,ora Bada…assistenza post vendita/sviluppo device al limite della truffa…

  • Batocchio

    Ennesimo epic fail di samsung,dato che abbandonerà bada 2.0(ho un wave y)non vedo perchè buttarsi in un altro progetto,e trascurare altri(compreso android)pensasseroad ottenere il massimo dai loro altri sistemi operativi,bada è una buona base,ma le app scarseggiano,ennemisa delusione da parte di samsung

  • Margalus

    Ma che cavolo di senso ha? Dopo che Nokia ha dimostrato che vendere un telefono MeeGo dicendo subito che sarà l’unico è un fail totale ci si mette anche Samsung? Hanno prodotto i migliori device Android di sempre, Galaxy S ed SII(in lotta con Nexus S, di fatto sempre loro) ma quanto a strategie di marketing fanno pietà

    • Niko Tacconi

      potrei essere d’accordo su GS2, sicuramente no per quanto riguarda GS1…HTC Desire, Desire S, Desire HD, Incredible S dove li mettiamo??a parità di caratteristiche tecniche sono molto validi, a mio avviso più validi di GS1..comunque Samsung ha già dimostrato con Bada di essere una società poco seria, creando in 2 anni un OS per poi abbandonarlo..chi ha comprato il wave ed i suoi successori??!
      per quanto mi riguarda, samsung non è certo tra le mie case preferite poi..Nokia avrà pure fatto uno sbaglio con meego, ma è UNO sbaglio..samsung ha abbandonato prima symbian, poi bada (senza contare la MIRIADE di telefoni android rimasti abbandonati e senza alcun tipo di supporto per aggiornamenti) e ora si tuffa in tizen..con quali prospettive però??

  • Davide

    Cosè questo obrobrio di Os??

  • Glys82

    Scusate, ma per capire, io che ho un samsung m1 vodafone 360, di cui adesso ne usufruisco a mio parere neanche un terzo del suo potenziale, potrò installare OS Tizen?

  • Pingback: Samsung mostra il primo prototipo di smartphone Tizen – Androidiani | Androidiani.com()

  • Bè dietro Tizen non c’è solo samsung, ma intel, la linux foundation ed altri. quindi è lecito aspettarsi qualcosa di meglio rispetto Bada, vedremo ;)