Simon Prakash: da Apple a Google per un “progetto segreto”

6 febbraio 201219 commenti

In passato Steve Jobs ed Eric Schmidt avevano raggiunto un accordo di "no bracconaggio" per evitare il passaggio di dipendenti di alto livello da un'azienda all'altra in cambio di qualche offerta. Sembra che questo accordo non sia più in vigore ed infatti, dopo otto anni di lavoro presso la società di Cupertino, Simon Prakash, ex Senior Director of product integrity di Apple, il quale ultimamente era il responsabile dei controlli di qualità dei prodotti della mela morsicata, sarebbe passato alla sponda nemica di Google, secondo quanto dichiarato da Venture Boat.

Non sappiamo quale ruolo abbia preso Simon Prakash alla Google, ma presumibilmente, secondo le fonti, sarà entrato a far parte di un progetto top secret in collaborazione con il co-fondatore di BigG, Sergey Brin, il quale ha realizzato molto “progetti segreti” per la proprio azienda.

Si pensa, o si spera, che Prakash entri a far parte di un progetto riguardante uno dei principali prodotti di Google, cioè Android, magari portando qualche aspetto della qualità di iOS anche nel nostro amato robottino verde; magari nel programma Nexus.

Questo scambio di personale ha fatto attivare il Dipartimento di Giustizia statunitense, il quale sta indagando su entrambe le società per il caso, annunciato precedente, del “non bracconaggio” tra le due aziende, accordo che risale al passato, stretto da Steve Jobs ed Eric Schmidt. Vedremo cose deciderà il Dipartimento di Giustizia.

Secondo voi Simon Prakash lavorerà con Sergey Brin in un progetto riguardante Android o qualche altro top secret su qualche brevetto di Motorola, ormai di proprietà di Google dopo l’acquisizione.

 

Via

Loading...