Spotify inizia la guerra alle APK modificate

6 Marzo 20189 commenti

Spotify sta cercando di porre un freno alla diffusione delle APK modificate che consentono di accedere gratuitamente a funzionalità premium.

Tutti sappiamo che Spotify offre due versioni della sua applicazione: una a pagamento, al prezzo di 9.99€ al mese che consente l’ascolto offline della nostra musica preferita, skip illimitati e nessuna interruzione pubblicitaria, e una gratuita, priva delle suddette funzioni.

Tuttavia sono facilmente reperibili in rete delle versioni modificate che consentono di beneficiare gratuitamente di tutte le funzionalità premium, eccezion fatta per l’ascolto offline, in quanto le canzoni vengono criptate dal lato server.

Se fino ad oggi sembra essere andata bene ai pirati, ora la compagnia si sta adoperando per debellare queste mod. Alcuni utenti segnalano infatti di aver ricevuto la mail che vi riportiamo, nella quale vengono invitati a rimuovere l’applicazione non legittima e a scaricare quella ufficiale dal Play Store. In caso di recidiva Spotify si riserva il diritto di cancellare l’account dei trasgressori.

Spotify pirateria

Alcuni dei destinatari segnalano di essere ancora in grado di accedere con il proprio account all’app modificata, mentre altri no. 

Ricordiamo che recentemente Spotify ha manifestato l’intenzione di quotarsi presso la borsa di New York, ove la sua valutazione complessiva dovrebbe aggirarsi intorno ai 23 miliardi di dollari. Il proliferare di versioni “craccate” dunque sarebbe dannoso per il valore delle azioni.

Non sappiamo ancora se si tratta di un fuoco di paglia o se verrà utilizzato il pugno di ferro contro i pirati; dal canto nostro non possiamo che consigliarvi di utilizzare unicamente l’applicazione ufficiale, nella sua versione free oppure sottoscrivendo un abbonamento, che viene offerto a 4.99€ mensili per gli studenti e a 14.99€ mensili per le famiglie.

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com